Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega. Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno". Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!
Elisabetta Bonora'S Latest stories
Cratere Gale. Crediti: NASA
L'immagine a sinistra proviene dal Digitized Sky Survey (DSS). Presenta una visione più ampia della regione. Le due immagini a destra sono viste di Hubble. Crediti: NASA, ESA, Eduardo Vitral, Roeland van der Marel, and Sangmo Tony Sohn (STScI), DSS; Image processing: Joseph DePasquale (STScI)
Come il campo magnetico terrestre (blu) fa da scudo contro il vento solare delle particelle provenienti dal Sole (arancione). Crediti: NASA
Da sinistra a destra: l'ammasso globulare Omega Centauri nel suo insieme, una versione ingrandita dell'area centrale e la regione proprio al centro con la posizione del buco nero di medie dimensioni che è stato identificato nello studio. Crediti: ESA/Hubble e NASA, M. Häberle (MPIA)
Crediti: NASA/JPL-Caltech
L’esopianeta temperato LHS 1140 b potrebbe essere un mondo completamente ricoperto di ghiaccio (a sinistra) simile alla luna di Giove Europa, oppure essere un mondo ghiacciato con un oceano substellare liquido e un’atmosfera nuvolosa (al centro). LHS 1140 b è 1,7 volte più grande del nostro pianeta Terra (a destra) ed è l’esopianeta con zona abitabile più promettente finora nella nostra ricerca di acqua liquida oltre il Sistema Solare. Crediti: B. Gougeon/Università di Montréal
Crediti: JAXA/NICT/ESA
a) un'immagine satellitare ultravioletta che riprende l'aurora al polo nord; b) un'immagine del polo sud dove non c'è aurora. 'C' e 'D' mostrano rispettivamente l'energia degli ioni e degli elettroni sulla calotta polare nord, e 'E' e 'F ' mostra lo stesso per la calotta polare meridionale senza aurora. Crediti: Science Advances (2024). DOI: 10.1126/sciadv.adn5276
Crediti: ESA/Webb, NASA & CSA, A. Nierenberg
Questo grafico mostra la regione osservata da Webb: a sinistra, è indicata la porzione osservata su un'immagine della un'immagine NIRCam; a destra, la stessa regione ripresa dallo spettrografo Near-InfraRed di Webb (NIRSpec). Crediti: ESA/Webb, NASA e CSA, Jupiter ERS Team, J. Schmidt, H. Melin, M. Zamani (ESA/Webb)
Crediti e Copyright: Martin Vargic

Alive Universe è un blog di divulgazione scientifica.
Owner e Manager: Elisabetta Bonora