Un alone di ossigeno verde brillante circonda Marte. E' la prima volta che questo fenomeno viene rilevato su un pianeta diverso dalla Terra.

La sonda Trace Gas Orbiter (TGO) della missione congiunta ESA / Roskosmos, lanciata un anno fa ed in orbita attorno a Marte dal 19 ottobre 2016, ha appena terminato i test di calibrazione della strumentazione scientifica ed è pronta ad iniziare la campagna di aerobreaking.

Arrivato in orbita attorno a Marte il 19 ottobre 2016, il Trace Gas Orbiter (TGO), della missione congiunta ESA/Roscosmos ExoMars, ha portato a termine una serie di manovre necessarie per raggiungere l'orbita operativa finale. La sonda ha come obiettivo principale lo studio dell'atmosfera del pianeta.

Giovedì, 08 Dicembre 2016 07:24

ExoMars riprende Fobos

Come era stato preannunciato, la sonda Trace Gas Orbiter (TGO), della missione congiunta ESA/Roscosmos ExoMars, ha ripreso la luna di Marte, Fobos, durante la sua seconda orbita di scienza.
La navicella, arrivata su Marte il 19 ottobre 2016 è stata inserita in un'orbita altamente ellittica di 4,2 giorni, tra i 230 / 310 ed i 98.000 chilometri sopra la superficie.

Il Trace Gas Orbiter (TGO), della missione congiunta ESA/Roscosmos ExoMars, ha acceso per la prima volta i suoi strumenti scientifici tra il 20 ed il 28 novembre, trasmettendo a Terra le prime foto dall'orbita marziana.

Domenica, 20 Novembre 2016 07:58

Trace Gas Orbiter pronto a fare scienza

Il Trace Gas Orbiter (TGO) della missione ESA / Roscosmos ExoMars è pronto per le prime osservazioni scientifiche.

Martedì, 18 Ottobre 2016 13:41

L'arrivo di ExoMars 2016: live update!

Seguiamo in diretta l'atterraggio di Schiaparelli sulla superficie e l'inserimento di TGO  in orbita marziana.

A metà strada tra la Terra e Marte, il Trace Gas Orbiter (TGO) ha acceso oggi il motore principale per 52 minuti allineando la sua traiettoria con Marte.

Il Trace Gas Orbiter (TGO), della missione congiunta ESA/Roscosmos ExoMars 2016, ha catturato la sua prima immagine di Marte questa settimana, da 41 milioni di chilometri di distanza, con una risoluzione di 460 chilometri per pixel. La regione di Tharsis, che ospita più grandi vulcani del pianeta, si trova in questa vista di fronte alla navicella.

Ad un mese dal lancio, l'ESA conferma che ExoMars è in ottima forma ed ha inviato a Terra la sua prima immagine di test scattata lungo la strada per Marte.

I rumor apparsi in rete qualche giorno fa, mi avevano lasciata piuttosto perplessa ma quanto pare ExoMars ha veramente "rischiato la pelle" durante il lancio del 14 marzo, con lo stadio superiore del vettore Proton-M, il Breeze-M, esploso subito dopo la separazione.

Venerdì, 18 Marzo 2016 20:24

ExoMars 2016 in viaggio

Fotografata la sonda poco dopo il lancio del 14 marzo dal Kazakhstan.

Lunedì, 14 Marzo 2016 07:08

Parte ExoMars 2016: live update

ExoMars è GO! Pronto sulla rampa di lancio! Tra poche ore partirà la nuova missione congiunta ESA / Roskosmos, seguiamola insieme.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 3 dicembre [updated on Dec,3].&...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 2/12 - Sol 716] - Meteoro...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 1 Dicembre [Last update:&nb...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 1 Dicembre [Last updat...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista