Scritto: Giovedì, 22 Ottobre 2020 05:11 Ultima modifica: Giovedì, 22 Ottobre 2020 05:52

OSIRIS-REx: le prime immagini confermano il Touch-and-Go


I dati preliminari mostrano che la testa del collettore, larga 30 centimetri, ha toccato la superficie di Bennu per circa 6 secondi prima che OSIRIS-REx si allontanasse dall'asteroide.

Rate this item
(2 votes)
La manovra Touch-And-Go (TAG) ripresa dalla SamCam. La manovra Touch-And-Go (TAG) ripresa dalla SamCam. Crediti: NASA/Goddard/University of Arizona

La sonda ha tentato la raccolta di campioni dalla superficie di Bennu tra il 20 ed il 21 ottobre.
La NASA aveva già ricevuto conferma del successo della manovra, chiamata Touch-and-Go (TAG), attraverso la telemetria ma le prime immagini stanno fornendo una chiara visione di come sono andati gli eventi e di quanto materiale OSIRIS-REx è stato in grado di raccogliere.

 

Questa sequenza di 82 immagini è stata catturata dalla SamCam durante la manovra Touch-And-Go (TAG) e mostra il rabbraccio robotico con il dispositivo di raccolta, TAGSAM (Touch-and-Go Sample Acquisition Mechanism), che si avvicina al sito di campionamento prescelto Nightingale.

Come previsto, l'operazione ha disturbato la superficie dell'asteroide.
La sequenza di 82 immagini che compone il filmato rilasciato dalla NASA, è stata acquisita nell'arco di 5 minuti. Inizia quando il dispositivo di racconta TAGSAM , in cima al braccio robotico di OSIRIS-REx, si trovava a 25 metri dalla superficie e mostra il momento in cui la sonda si allontana dall'asteroide. L'ultima immagine è stata ripresa a 13 metri di distanza da Nightingale, circa 35 secondi dopo l'inizio della manovra di arretramento.

La testa tonda all'estremità del TAGSAM è l'unica parte di OSIRIS-REx che ha toccato la superficie durante l'evento di raccolta del campione. Dal video si nota che si dispone frontalmente rispetto al terreno, e, al primo contatto, sembra schiacciare alcune rocce porose sottostanti. Un secondo dopo, viene sparata una bombola di gas azoto, che movimenta una notevole quantità di materiale nel sito di campionamento..
I dati preliminari mostrano che il veicolo spaziale ha trascorso circa 5 dei 6 secondi a contatto per raccogliere il materiale di superficie e la maggior parte della raccolta è avvenuta entro i primi 3 secondi.

La telemetria preliminare indica che il veicolo spaziale è in buone condizioni e stava viaggiando a 10 centimetri al secondo (0,1 metri al secondo) quando ha toccato Nightingale (entro 1 metro dall'esatto punto prestabilito). Si è poi allontanato a 40 centimetri al secondo (0,4 metri al secondo).

Un secondo filmato di 16 immagini mostra il momento in cui la sonda si allontana da Bennu.

%MCEPASTEBIN%

 

Gli scienziati ora continueranno ad acquisire tutte le informazioni necessarie per valutare la qualità della racconta. Se il materiale sarà sufficiente (l'obiettivo è di avere almeno 60 grammi di Bennu), il braccio robotico porterà la testa del raccoglitore nella Sample Return Capsule (SRC), situata nel corpo della navicella. Il SRC si chiuderà ed il veicolo spaziale si preparerà per la partenza da Bennu nel marzo 2021 per tornare sulla Terra nel 2023.

Altre informazioni su questo articolo

Read 129 times Ultima modifica Giovedì, 22 Ottobre 2020 05:52
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 29 novembre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 28/11 - Sol 712] - Meteor...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 27 Novembre [Last upda...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 26 novembre [updated on Nov,28]...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 27 Novembre [Last upda...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista