Scritto: Domenica, 12 Settembre 2021 00:20 Ultima modifica: Martedì, 05 Ottobre 2021 22:54

Seconda EVA per Nauka ed equipaggio 'speciale' pronto


Si è svolta la seconda attività extra-veicolare destinata a completare i collegamenti fra il nuovo modulo russo Nauka e la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Intanto si prepara l'equipaggio 'cinematografico' russo.

Rate this item
(1 Vote)
Nell'immagine, tratta dalla diretta dallo spazio, il cosmonauta Oleg Novickij all'esterno della ISS, vicino al modulo Pirs.
Nell'immagine, tratta dalla diretta dallo spazio, il cosmonauta Oleg Novickij all'esterno della ISS, vicino al modulo Pirs.
Crediti: Roscosmos/NASA

 I cosmonauti di Roscosmos, Oleg Novickij e Pëtr Dubrov, hanno completato con successo la 50esima attività extra-veicolare (VKD-50) come parte della continua integrazione del modulo laboratorio multiuso Nauka. Il portello di uscita del piccolo modulo di ricerca Poisk è stato chiuso alle 01:15 ora di Mosca del 10 settembre 2021 (le 0:15 ora italiana dell'11 settembre). La durata totale della successiva attività extraveicolare è stata di 7 ore e 20 minuti. All'inizio, Pëtr Dubrov ha cambiato l'orientamento dell'unità di controllo della pressione ed ha deposto strumenti sul piccolo modulo di ricerca Poisk del segmento russo della Stazione Spaziale Internazionale. Inoltre ha fotografato le antenne del sistema Kurs sul veicolo da trasporto Progress MS-17 agganciato al Modulo Poisk. "Non vedo alcun specialista danno all'antenna," ha riferito Dubrov al Centro di controllo della missione in seguito ai risultati di un esame esterno. Come parte del lavoro principale, Novickij e Dubrov hanno completato la connessione del cavo LAN Ethernet al modulo di laboratorio multiuso, arrivato sulla ISS alla fine di luglio 2021. I test effettuati in seguito hanno mostrato che il cavo è stato collegato correttamente e funziona normalmente. Inoltre, i cosmonauti hanno posato un cavo LAN Ethernet, due cavi televisivi ad alta frequenza e un cavo del sistema di rendezvous Kurs-P tra i due moduli russi: Zvezda e Nauka. Hanno anche posizionato piattaforme di installazione con tre contenitori Biorisk-MSN sul modulo di ricerca. Questo esperimento ha lo scopo di ottenere nuovi dati sulle possibili manifestazioni di cambiamenti nelle associazioni batterico-fungine che forma un tipico microbiota dei materiali strutturali utilizzati nella tecnologia spaziale. I contenitori contengono semi di piante, ceppi di microrganismi su minerali, licheni e quattro tipi di terreno con microrganismi: deserto, foresta grigia, permafrost e terra nera. I due cosmonanuti hanno anche installato diversi nuovi corrimano sul modulo laboratorio multiuso Nauka: sono i n. 4005, n. 4320, n. 4300 e n. 4100 che agevoleranno i movimenti durante il lavoro all'esterno. A causa dell'anticipo sul programma, Novickij ha completato un'altra attività aggiuntiva, relativa alla fotografia di due sensori dell'infrarosso verticale IKV 336K-1 e 336K-2 che si trovano sul modulo Nauka. E' stato anche gettato fuori bordo il contenitore del cavo Ethernet, creando così un nuovo detrito spaziale, anche se rimarrà in orbita per poco tempo.

iss exp65 kvd50 earth 10092021

Nell'immagine, tratta dalla diretta dallo spazio, una vista della Terra con, la Sojuz MS-18 attraccata a Rassvet. In primo piano Nauka. Crediti: Roscosmos/NASA

 L'attività extra-veicolare di oggi è stata svolta con le tute spaziali Orlan-MKS (modernizzate, computerizzate, sintetiche), una con strisce rosse (Oleg Novickij), l'altra con blu (Pëtr Dubrov). Gli specialisti del principale gruppo di controllo operativo del segmento russo della ISS (SP Korolev Rocket and Space Corporation Energia, parte di Roscosmos) hanno controllato la passeggiata spaziale dal Centro Controllo Missione TsNIIMash (parte della Roscosmos State Corporation). Questa è stata la 58esima passeggiata spaziale (comprese quelle non programmate) nell'ambito del programma russo della Stazione Spaziale Internazionale e la terza quest'anno. La precedente uscita per l'integrazione del modulo "Scienza" (Nauka in russo), della durata di 7 ore 54 minuti, era avvenuta il 3 settembre scorso. In totale, entro la fine del 2022 verranno eseguite dieci uscite per integrare e aggiornare il modulo Nauka e il modulo nodale Prichal, il cui lancio è previsto a novembre. Questa è stata l'11esima passeggiata spaziale complessiva di quest'anno e la 243esima in totale a sostegno dell'assemblaggio, della manutenzione e degli aggiornamenti della stazione spaziale. Gli astronauti hanno trascorso un totale di 63 giorni e 23 ore di lavoro fuori dalla stazione. Si tratta della terza passeggiata spaziale per entrambi i cosmonauti, i quali hanno ora trascorso un totale di 22 ore e 38 minuti all'esterno della stazione. Il modulo laboratorio multiuso Nauka è stato lanciato dal cosmodromo di Baikonur il 21 luglio 2021 e il 29 luglio è attraccato alla ISS. Esso è progettato per sviluppare le capacità tecniche e operative del segmento russo della stazione spaziale e garantirà la possibilità di attuare un programma di ricerca scientifica nell'interesse della scienza fondamentale e della sfera sociale, compreso lo sviluppo e l'aumento delle risorse del segmento russo della ISS. L''equipaggio a bordo dell'avamposto spaziale è composto, oltre ai cosmonauti Roscosmos Oleg Novickij e Pëtr Dubrov, all'l'astronauta della NASA Mark Vande Hai che sono arrivati il 9 aprile 2021 sulla navicella spaziale Soyuz MS-18, vi sono anche i membri dell'equipaggio della navicella spaziale Crew Dragon, gli astronauti della NASA Shane Kimbrough e Megan MacArthur, l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea Tom Pesquet e l'astronauta della Japan Aerospace Exploration Agency Akihiko Hoshide. Fra meno di un mese questo equipaggio verrà raggiunto dalla Sojuz MS-19 con a bordo il primo equipaggio 'cinematografico' della storia dei voli spaziali. I tre membri di questo equipaggio speciale hanno superato con successo gli ultimi esami prima di raggiungere il sito di lancio.

iss exp65 sojuzms19 crew

Nella foto ufficiale l'equipaggio della Sojuz MS-19: da sinistra l'attrice Julija Peresil'd, il cosmonauta Anton Škaplerov ed il regista Klim Šipenko. Crediti: Roscosmos

 'La Sfida', questo il nome del progetto, fa parte di un insieme scientifico ed educativo su larga scala di Channel One e Roscosmos. Qualsiasi esperienza nuova è senza precedenti. Compresa la preparazione per il volo nel più breve tempo possibile. Oggi, e anche questo non è mai accaduto prima, la Commissione di Stato, che approva la composizione delle squadra, lavorava alla presenza di una troupe cinematografica. L'ammissione finale allo spazio inizia con questo. L'esame finale contiene tutta una serie di situazioni di emergenza, che il comandante dell'equipaggio, Anton Škaplerov, e i suoi ingegneri di volo Julija Peresil'd e Klim Šipenko apprenderanno a bordo del modulo simulatore. Innanzitutto, si è iniziato con la perdita di comunicazione tra i segmenti russo e americano della ISS. Inoltre, il sistema di alimentazione dell'ossigeno è risultato difettoso ed i rilevatori di fumo sono stati attivati. E poi gli istruttori hanno avviato la modalità di emergenza: c'è depressurizzazione sul segmento russo. Ma tutto 'equipaggio ha superato perfettamente l'esame. “Certo, lo spazio cambia la vita. Molti sono stati costretti a imparare abbreviazioni sconosciute, ci hanno spremuto come limoni. È stato duro, difficile, poco tempo, poco sonno," afferma il regista del film "La Sfida", Klim Šipenko. “Nonostante tutte le difficoltà, è ancora incredibilmente interessante, è un grande piacere. E il pensiero del fatto che tutto questo possa accadere, è già bello." ha detto l'attrice della Federazione Russa Julija Peresil'd. Gli esami vengono sostenuti sul simulatore di stazione e sul simulatore della capsula. Uno di questi esami dura una tipica giornata di volo, una routine giornaliera di lavoro per gli astronauti. “Per un mese e mezzo abbiamo svolto un numero enorme di corsi di formazione sia alla stazione che sulla nave spaziale. I ragazzi hanno mostrato il loro lato migliore. In effetti, stanno già facendo ancora di più di quello che era stato stabilito in anticipo," ha affermato il pilota-cosmonauta della Federazione Russa, l'eroe della Russia, Anton Škaplerov. Una serie di attività sono direttamente correlate al progetto del film, poiché il tempo di lavoro nello spazio sarà programmato per pochi minuti. Oltre al comandante dell'equipaggio, si sta preparando anche l'ingegnere di volo della ISS Oleg Novickij che desso è in orbita.

iss exp65 sojuzms19 crew simulation

Nella foto l'equipaggio della Sojuz MS-19 durante una delle simulazioni sulla Sojuz a Terra. Crediti: Roscosmos

 Parallelamente, la troupe di riserva, composta dall'attrice Alena Mordovina, il cameraman Aleksej Dubin e il comandante Oleg Artem'ev, hanno lavorato su situazioni normali e di emergenza e con il un sistema informatico a bordo. Hanno dovuto passare alla modalità manuale quando la nave era attraccata alla stazione, quindi atterrare con un motore guasto. "Sono preparati al 200 percento per questo volo, che sta per arrivare," ha osservato il pilota-cosmonauta della Federazione Russa, Eroe della Russia Oleg Artem'ev. Non c'è mai stato niente di simile in televisione. 'La Sfida' dovrebbe essere più di un semplice film girato in orbita. Questa è un'esperienza unica di addestramento astronauti non professionisti per una spedizione. La prontezza per il lancio è stata discussa oggi dalla Commissione di Stato per i test di volo dei complessi spaziali con equipaggio. “Il volo sarà effettuato secondo uno schema ultracorto, cioè con due orbite; appena tre ore. Questo è un risultato dell'industria spaziale e missilistica russa nell'ultimo anno e mezzo, in modo da non dedicare molto tempo all'adattamento dell'equipaggio alle nuove condizioni quando si lavora a gravità zero. Sia l'equipaggio principale che quello di riserva sono sani, hanno superato tutti gli esami, il che significa che possono volare," ha affermato Dmitry Rogozin, direttore generale della State Corporation Roscosmos. “Siamo grati a Roscosmos per il lavoro che sta facendo. Siamo fiduciosi che saranno brillanti specialisti di livello mondiale e il nostro equipaggio, guidato dal cosmonauta Škaplerov - Julija Peresil'd e Klim Šipenko - non deluderà Roscosmos e soddisferà l'intero programma di volo approvato. Noi faremo la nostra parte per ristabilire il dovuto amore, e attenzione al programma spaziale con equipaggio russo," ha affermato Konstantin Ernst, direttore generale di Channel One. La prossima settimana gli equipaggi andranno a Baikonur, dove continueranno ad allenarsi. 'La Sfida' allo spazio sarà lanciata il 5 ottobre: in questo giorno è previsto il lancio della navicella spaziale Sojuz MS-19 con la troupe cinematografica a bordo. Il 12 settembre Channel One trasmetterà il reality show “Sfida. Il primo nello spazio”. Le sottigliezze della preparazione e tutto quello di più interessante su come si è svolta la selezione per il ruolo femminile principale. Insomma la Russia sta per battere sul tempo il progetto americano che prevedeva l'attore Tom Cruise girare un film a bordo della ISS. Anche questo, oltre alla missione Inspiration4 in partenza a giorni, è un segnale che lo spazio sta diventando, sempre più, un ambiente 'normale'. 

Letto: 1002 volta/e Ultima modifica Martedì, 05 Ottobre 2021 22:54

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 2 febbraio

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 2 febbraio. Statistiche su...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB