Scritto: Venerdì, 09 Ottobre 2020 05:40 Ultima modifica: Martedì, 13 Ottobre 2020 16:38

Venere: tracce di fosfina nei dati Pioneer 13


Un nuovo documento sembra confermare la presenza del gas nell'atmosfera del pianeta, recentemente annunciata da un team internazionale, guidato dalla professoressa Jane Greaves dell’Università di Cardiff.

Rate this item
(1 Vote)
Venere: tracce di fosfina nei dati Pioneer 13 Crediti: Mogul et al, 2020

Un gruppo di ricercatori, coordinato da Rakesh Mogul, biochimico della California State Polytechnic University, ha riesaminato i vecchi dati di archivio, rilevati dallo spettrometro di massa Large Probe Neutral Mass Spectrometer (LNMS) che era a bordo della sonda della NASA Pioneer Venus Multiprobe (PVM). Quest'ultima, nota anche come Pioneer Venus 2 o Pioneer 13, lanciò quattro sonde nell'atmosfera venusiana il 9 dicembre del 1978, raccogliendo campioni durante la discesa.

Gli scienziati hanno ora rielaborato i dati cercando quei composti che, semplicemente, erano stati ignorati nelle prime analisi pubblicate negli anni '70 ed '80 perché non si pensava potessero esistere su Venere.

Il team ha prima appurato il potere di risoluzione dello strumento, confrontando gli spettri di massa ottenuti per sostanze note con i rispettivi valori di riferimento. Successivamente, ha confermato la presenza di molecole nell'atmosfera venusiana aventi le stesse unità di massa atomica (amu) attese per la fosfina o il suo parente più stretto PH2.

"Troviamo che i dati LMNS supportano la presenza di fosfina. Anche se le origini del gas rimangono sconosciute", hanno scritto gli autori.

"Questa rivalutazione degli spettri di massa di Venere mostra la presenza del fosforo atomico come prodotto di frammentazione da un gas neutro. Inoltre, gli spettri indicano una possibilità allettante per la presenza di PH3, insieme ai suoi frammenti associati. … Sebbene le intensità dei picchi siano basse, sono forse coerenti con le abbondanze di ~20 ppb riportate da Greaves et al.".

I ricercatori ha anche identificato altri elementi che non dovrebbero esistere, secondo le nostri attuali conoscenze, nell'ossidato ambiente venusiano. Alcuni di essi potrebbero essere importanti biofirme, proprio come la fosfina: ossigeno biatomico, metano, ciclopropene, monossido di azoto, idrogeno biatomico, perossido di idrogeno.
"Riteniamo che questa sia un’indicazione di sostanze chimiche non ancora scoperte e / o potenzialmente favorevoli alla vita", conclude lo studio.

Per un ulteriore approfondimento su questo studio e sul primo, si segnalano i miei articoli su #oggiscienza.. 

Altre informazioni su questo articolo

Read 111 times Ultima modifica Martedì, 13 Ottobre 2020 16:38
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 ottobre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 26 ottobre [Last updat...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 26 ottobre [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/10 - Sol 679] - Meteor...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 21/10/20 ore 00:22). HOT! ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 17 Ottobre [updated on Oct,17]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista