Scritto: Domenica, 22 Gennaio 2023 01:06 Ultima modifica: Lunedì, 23 Gennaio 2023 05:15

Prima uscita dalla ISS del 2023


L'astronauta giapponese Koichi Wakata e l'astronauta della NASA Nicole Mann sono usciti fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per una passeggiata nello spazio allo scopo di preparare il laboratorio all'arrivo di un'altra coppia di nuovi pannelli solari entro la fine dell'anno.

Rate this item
(0 votes)
Nell'immagine gli astronauti Wakata e Mann al lavoro all'esterno della ISS.
Nell'immagine gli astronauti Wakata e Mann al lavoro all'esterno della ISS.
Credito: NASA/TV

 Gli astronauti hanno attivato le loro tute spaziali all'alimentazione della batteria interna alle 13:14 UTC di venerdì 20 gennaio 2023 segnando così l'inizio ufficiale della passeggiata spaziale, la prima dell'anno presso la stazione spaziale. I due sono usciti dalla camera di equilibrio del modulo di decompressione Quest per iniziare a raccogliere gli attrezzi e si sono subito diretti sul traliccio elettrico di destra, della stazione. Wakata e Mann hanno completato l'installazione di una staffa di montaggio vicino a uno degli otto pannelli solari esistenti della stazione spaziale, associati al canale di alimentazione 1B. Il lavoro su questo sito era iniziato durante una precedente passeggiata nello spazio. Quindi gli astronauti hanno iniziato a lavorare per fissare un telaio di montaggio per un altro pannello solare sul canale di alimentazione 1A.

 I due canali di alimentazione su cui gli astronauti hanno lavorato venerdì si trovano sul lato di tribordo del traliccio, che ospita i pannelli che generano l'energia della stazione spaziale, e che si estendono per la lunghezza di un campo da calcio. Il canale 1B si trova sulla sezione del traliccio S6 all'estrema destra del traliccio di alimentazione e il canale 1A si trova nella sezione successiva verso l'interno, chiamata S4. I telai di montaggio, chiamati kit di modifica, supporteranno il fissaggio dei nuovi pannelli solari srotolabili che saranno consegnati alla stazione spaziale entro la fine dell'anno con una nave cargo Dragon di SpaceX. La SpaceX ha già lanciato quattro dei pannelli solari srotolabili in due precedenti missioni di rifornimento Dragon, nel giugno 2021 e nel novembre 2022.

 Wakata e Mann hanno terminato la maggior parte del lavoro per installare il kit di modifica sul canale 1B, ma a causa dei limiti di tempo, le squadre di terra hanno incaricato gli astronauti di tornare alla camera di equilibrio prima che potessero finire di serrare un bullone sul montante finale per la seconda staffa di montaggio. Tale compito sarà completato in una futura passeggiata nello spazio. Gli astronauti hanno iniziato a ri-pressurizzare la camera di equilibrio Quest alle 20:35 UTC, che ha segnato il termine dell'attività extraveicolare durata 7 ore e 21 minuti.

iss exp68 evaus84 crew

Nella foto gli astronauti Wakata e Mann, i protagonisti della passeggiata spaziale del 30 gennaio. Credito: NASA

 L'EVA US-84 di venerdì faceva parte di una serie di escursioni per preparare e installare i nuovi pannelli solari srotolabili, o unità iROSA, sulla ISS. Le unità iROSA sono costruite da Redwire e sono progettate per aumentare la capacità della stazione spaziale di generare elettricità man mano che l'efficienza dei pannelli solari originali del laboratorio diminuisce con l'età. La NASA vuole che il telaio di montaggio per ogni nuova ala del pannello solare sia installato in anticipo. Quindi gli astronauti escono per le passeggiate nello spazio per collegare a mano ogni nuovo pannello solare quando questi vengono consegnati dal veicolo cargo di SpaceX.

 Gli astronauti della NASA Frank Rubio e Josh Cassada hanno completato due passeggiate spaziali a dicembre per installare e dispiegare due nuovi pannelli solari. I membri dell'equipaggio della stazione svolgeranno un lavoro simile entro la fine dell'anno, quando SpaceX consegnerà gli ultimi due pannelli solari srotolabili in una missione cargo il cui lancio è provvisoriamente previsto per giugno. I pannelli solari iROSA vengono lanciati avvolti attorno a una bobina per adattarsi al bagagliaio della navicella spaziale Dragon. Una volta dispiegati, si estendono per circa 19 metri di lunghezza per 6 di larghezz, circa la metà della lunghezza e metà della larghezza dei pannelli solari originali della stazione. La copertura dell'array solare si dispiegherà con un angolo inclinato rispetto al pannello solare originale su ciascun traliccio, consentendo alla luce solare di illuminare sia i nuovi che i vecchi array.

 Nonostante le loro dimensioni ridotte, ciascuno dei nuovi array genera all'incirca la stessa quantità di elettricità di ciascuno dei pannelli solari esistenti della stazione. La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha otto canali di alimentazione, ciascuno alimentato con energia elettrica generata da un'ala del pannello solare che si estende dal traliccio principale della stazione. I pannelli solari originali sono stati lanciati in quattro missioni dello space shuttle dal 2000 al 2009. Come previsto, l'efficienza dei pannelli solari originali della stazione si è degradata nel tempo. La NASA sta aggiornando il sistema di alimentazione della stazione spaziale con i nuovi pannelli solari – al costo di 103 milioni di dollari – che copriranno parzialmente sei degli otto pannelli solari originali della stazione.

iss exp68 wakata mann inside iss

Nella foto gli astronauti Wakata e Mann, durante lo svolgersi dei compiti a bordo della ISS. Credito: NASA

 Quando tutte e sei le unità iROSA saranno dispiegate sulla stazione, il sistema di alimentazione sarà in grado di generare 215 kilowatt di elettricità per supportare almeno un altro decennio di operazioni scientifiche. Si tratta di un aumento del 30% della capacità di generazione di energia. Il miglioramento permetterà di alimentare anche i nuovi moduli commerciali pianificati per il lancio verso la stazione spaziale nei prossimi anni. La passeggiata spaziale di venerdì è stata la prima nella carriera di Wakata e Mann, e la 258esima EVA complessiva dal 1998 a sostegno dell'assemblaggio e della manutenzione della stazione spaziale. Wakata, designato EV1 come il principale astronauta, è un astronauta veterano al suo quinto volo nello spazio. Mann, designata EV2, è al suo primo volo spaziale.

 Mann e Wakata sono stati lanciati il 5 ottobre su una navicella Crew Dragon di SpaceX assieme con i compagni di equipaggio Josh Cassada e la cosmonauta russa Anna Kikina. I quattro dovrebbero tornare sulla Terra all'inizio di marzo, dopo l'arrivo di un'altra squadra di quattro astronauti e cosmonauti con il prossimo lancio equipaggio di SpaceX. L'astronauta della NASA Frank Rubio e i cosmonauti russi Sergej Prokop'ev e Dmitri Petelin completano l'equipaggio di Spedizione 68, composto da sette persone, sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Rubio, Prokop'ev e Petelin sono arrivati alla stazione spaziale a settembre a bordo della navicella spaziale russa Sojuz MS-22.

 A proposito della MS-22, il grave guasto subito, probabilmente da un micrometeorite che ha colpito e forato le tubazioni del sistema di raffreddamento della capsula, ha costretto i responsabili della ISS a considerare il veicolo non più affidabile per il rientro di esseri umani sulla Terra. Pertanto verrà inviata una Sojuz disabitata, la MS-23, per sostituire quella inutilizzabile, che verrà quindi fatta rientrare sulla Terra in modo automatico. In questo momento al cosmodromo di Baikonur, nel Kazakistan, la capsula è in fase di preparazione al lancio, previsto per il 20 febbraio. La missione MS-23 doveva originariamente trasportare il comandante russo Oleg Kononenko, l'ingegnere di volo russo Nikolai Chub e l'astronauta della NASA Loral O'Hara, ma i responsabili della Roscosmos russa hanno rimosso l'equipaggio dalla missione per utilizzare la navicella spaziale in sostituzione di quella danneggiata.

iss exp68 falconheavy launch captured 15012023

Nella foto, ripresa da una fotocamera esterna della ISS, la scia lasciata dal lancio del Falcon Heavy del 15 gennaio . Credito: NASA

 US EVA-84 è la prima passeggiata spaziale degli Stati Uniti — e la prima EVA per la Stazione e il mondo — del 2023. Oltre al lavoro dell'EVA di questa estate per completare l'installazione iROSA, Roscosmos ha in programma tre EVA aggiuntive quest'anno per completare il progetto in corso per l'equipaggiamento del modulo scientifico Nauka e per preparare il braccio robotico europeo (ERA) per il funzionamento. La prima di queste passeggiate spaziali è stata posticipata rispetto alla sua data iniziale nel dicembre 2022 a causa della perdita del refrigerante a bordo della navicella Sojuz MS-22.

 Nel frattempo, il rivestimento del sedile dell'astronauta Frank Rubio è stato trasferito dalla Sojuz alla Crew Dragon 'Endurance' qualora fosse necessaria un'evacuazione di emergenza prima dell'arrivo dell'MS-23. Non è infatti previsto che Rubio si unisca agli astronauti di Crew-5 per l'atterraggio,ma, se le condizioni sulla stazione lo richiedessero quella sarebbe la via. 

Letto: 676 volta/e Ultima modifica Lunedì, 23 Gennaio 2023 05:15

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 3 febbraio

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 2 febbraio. Statistiche su...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB