Scritto: Giovedì, 12 Gennaio 2023 02:18 Ultima modifica: Giovedì, 12 Gennaio 2023 08:04

Dragon Cargo rientra mentre si prepara una Sojuz vuota


Si è conclusa con un perfetto ammaraggio la missione di rifornimento CRS-26 di SpaceX alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Intanto la Roscosmos ha deciso di inviare una Sojuz vuota in sostituzione della Sojuz MS-22 che ha subito un problema quattro settimane fa.

Rate this item
(2 votes)
Nella foto la Dragon Cargo CRS-26 mentre si allontana dalla ISS.
Nella foto la Dragon Cargo CRS-26 mentre si allontana dalla ISS.
Credito: NASA

 Il veicolo spaziale Dragon senza equipaggio di SpaceX è ammarato alle 5:19 locali (le 09:19 UTC) di mercoledì 11 gennaio, al largo della costa di Tampa, in Florida, segnando il ritorno della 26esima missione di rifornimento della compagnia alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per la NASA. Il veicolo spaziale ha trasportato circa 2 tonnellate di preziosi esperimenti scientifici e altri carichi sulla Terra.

 Alcune delle indagini scientifiche riportate da Dragon sulla Terra includono:

 Protezione dalle radiazioni nello spazio profondo: un giubbotto progettato per proteggere gli astronauti da alte dosi di radiazioni causate da eventi imprevedibili di particelle solari sta tornando sulla Terra dopo mesi di test. I membri dell'equipaggio hanno indossato il giubbotto Astrorad durante le attività quotidiane e hanno fornito feedback su quanto sia facile da indossare, su come si adatta e si sente e sulla libertà di movimento mentre lo si indossa. Gli sviluppatori del giubbotto intendono utilizzare tali feedback per migliorare il design dell'indumento, che potrebbe fornire protezione dalle radiazioni per gli astronauti anche nelle missioni Artemis sulla Luna.

 Aria, acqua, piante: XROOTS ha utilizzato tecniche idroponiche (basate sull'acqua) e aeroponiche (basate sull'aria) per coltivare piante senza terra o altri mezzi di crescita. I ricercatori hanno raccolto video e immagini fisse per valutare le camere di crescita attraverso il ciclo di vita delle piante, dalla germinazione dei semi fino alla maturità. Le camere delle piante stanno tornando sulla Terra per ulteriori analisi. Tecniche simili potrebbero essere utilizzate per produrre raccolti per future missioni spaziali e per migliorare la coltivazione e la sicurezza alimentare a beneficio delle persone sulla Terra.

 Bioprospezione nello spazio: la bioprospezione è il processo di identificazione di piante e animali che possono contenere sostanze potenzialmente utilizzabili come farmaci, sostanze biochimiche e altro. Precedenti studi hanno scoperto che lo spazio può causare cambiamenti genetici e fisiologici che potrebbero portare i microbi a produrre tali materiali. Rhodium Microgravity Bioprospecting-1 ha studiato un modo per cercare questi microbi. Le camere scientifiche e il registratore di temperatura dell'indagine stanno tornando sulla Terra per ulteriori esami.

 Il Dragon Cargo si era sganciato dal boccaporto zenith del modulo Harmony della ISS alle 21:05 UTC di lunedì 9 gennaio 2023, mentre la stazione stava sorvolando l'Oceano Pacifico ad una quota di 416 km.

 Intanto, durante un briefing fra i responsabili della NASA e quelli russi della Roscosmos è stata presa la decisione di come procedere con il problema alla Sojuz MS-22. La Russia lancerà un veicolo spaziale Sojuz senza equipaggio verso la ISS a febbraio, dopo aver concluso che il veicolo spaziale MS-22 danneggiato attraccato lì non può riportare in sicurezza il suo equipaggio sulla Terra. In una dichiarazione dell'11 gennaio, l'agenzia spaziale russa Roscosmos ha annunciato che la navicella spaziale Sojuz MS-23 verrà lanciata verso la ISS senza equipaggio il 20 febbraio. Questa capsula sostituirà la Sojuz MS-22 attualmente attraccata alla stazione, che tornerà a Terra in seguito senza equipaggio.

iss exp68 sojuzms23 preparations

Nella foto la Sojuz MS-23 durante le fasi di preparazione al lancio, presso il Cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan. Credito: Energia

 La Sojuz MS-22 aveva subito una perdita di refrigerante il 14 dicembre mentre i cosmonauti russi Sergej Prokop'ev e Dmitri Petelin si stavano preparando per una passeggiata nello spazio. La passeggiata spaziale venne annullata a causa del liquido di raffreddamento fuoriuscito dalla perdita per ore.

 Durante una telefonata con i giornalisti, i funzionari della NASA e di Roscosmos hanno riferito come una commissione statale russa abbia concluso che, a causa del refrigerante perso, il radiatore non potrà più raffreddare la navicella da solo. Durante il ritorno del veicolo spaziale sulla Terra, le temperature all'interno del veicolo spaziale potrebbero salire a più di 40 gradi Celsius con elevata umidità, ha affermato Sergei Krikalev, ex-cosmonauta ed attuale direttore esecutivo dei programmi di volo spaziale umano presso Roscosmos. "Il problema principale per far atterrare l'attuale Soyuz con un equipaggio sarebbe la condizione termica perché abbiamo perso la capacità di smaltire il calore," ha detto. "L'equipaggio potrebbe surriscaldarsi con temperature e umidità elevate."

 Secondo il piano rivisto, la Sojuz MS-23 verrà lanciata il 20 febbraio senza equipaggio ma con del carico. Dopo l'attracco alla stazione, l'equipaggio trascorrerà una o due settimane trasferendo l'equipaggiamento, come i rivestimenti dei sedili personalizzati, dalla Sojuz MS-22 alla MS-23, mentre collocherà nella Sojuz MS-22 altro carico che potrà essere riportato sulla Terra e che non è sensibile al surriscaldamento. La Sojuz MS-22 si sgancerà e tenterà di rientrare in Kazakistan in modalità automatica.

 La Sojuz MS-23 era stata precedentemente programmata con il lancio a marzo per inviare alla stazione i cosmonauti di Roscosmos Oleg Kononenko e Nikolai Chub e l'astronauta della NASA Loral O'Hara. Secondo il nuovo piano, Prokop'ev, Petelin e Rubio rimarranno sulla ISS fino alla fine di quest'anno. Krikalev ha affermato che è prematuro stimare per quanto tempo la loro permanenza sulla ISS sarà estesa oltre "diversi" mesi. "Quale sarà la data esatta in cui invieremo i loro sostituti non è ancora stata decisa," ha detto, e ha notato in seguito che nessuna missione futura era stata cancellata, solo rinviata.

 Joel Montalbano, responsabile del programma ISS della NASA, ha affermato che la NASA rivedrà il suo programma delle prossime missioni, inclusa la missione Crew-6 con la Crew Dragon che dovrebbe essere lanciata a febbraio, alla luce del cambiamento nei piani russi. Ha detto che ci sarebbero volute "un paio di settimane" prima che l'agenzia decidesse come cambiare il programma, ma ha aggiunto che non ci saranno modifiche all'equipaggio per Crew-6. Krikalev e Montalbano hanno affermato che stanno esaminando le opzioni su cosa fare se un'emergenza richiedesse l'evacuazione della ISS prima dell'arrivo della Sojuz MS-23. Ciò potrebbe includere il volo di uno o più membri dell'equipaggio Sojuz sulla navicella spaziale Crew Dragon attraccata alla ISS al posto del carico. Il resto potrebbe tornare sulla Sojuz MS-22, con meno rischi di surriscaldamento a causa delle ridotte dimensioni dell'equipaggio.  "SpaceX è stata estremamente reattiva a questa richiesta," ha detto Montalbano a proposito degli studi sull'accoglienza di personale aggiuntivo sulla Crew Dragon. “Tutto questo è solo per un'emergenza, solo se dobbiamo evacuare la ISS. Questo non è il piano nominale.

 Krikalev ha affermato che un'indagine ha concluso che il buco nel radiatore è stato molto probabilmente causato da un minuscolo micro-meteorite che ha colpito la navicella spaziale a circa sette chilometri al secondo. I test a terra hanno confermato questa ipotesi, ha detto, aggiungendo che era improbabile che si trattasse di un impatto di detriti orbitali a causa dell'elevata velocità relativa dell'impatto che significava che l'oggetto avrebbe viaggiato troppo velocemente per trovarsi in un'orbita stabile.

iss exp68 after crs26 depart 09012023

Nell'immagine la situazione dei veicoli in visita alla ISS dopo la partenza del Dragon Cargo CRS-26. Credito: NASA

 Montalbano si è dichiarato d'accordo. "Tutto indica un impatto di micro-meteorite," ha affermato, anche se un impatto collegato alla pioggia di meteoriti Geminidi è stato escluso in base alla posizione dell'impatto rispetto alla direzione dello sciame. "Niente era fuori norma nella produzione del veicolo."

 Krikalev ha affermato che mentre un difetto di progettazione non sembra essere la causa del foro, i tecnici hanno "ricontrollato, tre volte" il radiatore sulla Sojuz MS-23 per precauzione. "Non abbiamo problemi con la prossima Sojuz." Gli ingegneri hanno anche escluso il tentativo di riparare la Sojuz MS-22 in orbita. Krikalev ha affermato che la capsula non si trova in un luogo facilmente raggiungibile dai cosmonauti e che il tentativo di riempire il radiatore con refrigerante e riparare il foro sarebbe stato difficile e rischioso per i viaggiatori spaziali. "C'è molto meno rischio semplicemente sostituendo il veicolo."

 Krikalev e Montalbano hanno affermato di essere stati in contatto regolare con l'equipaggio della ISS per informarli sullo stato e sull'esito delle indagini e che Prokop'ev, Petelin e Rubio sono tutti in buona salute e in grado di gestire e prolungare il soggiorno. “Forse dovrò far volare dell'altro gelato per premiarli,” ha concluso Montalbano.

Letto: 1091 volta/e Ultima modifica Giovedì, 12 Gennaio 2023 08:04

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 7 febbraio

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 febbraio. Statistiche su...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB