Scritto: Venerdì, 24 Giugno 2022 00:28 Ultima modifica: Venerdì, 24 Giugno 2022 05:06

Ariane 5, meno 5


Si è finalmente tenuto il primo lancio di un vettore europeo nel 2022, si è trattato di un volo di un Ariane 5 che ha portato in orbita due satelliti per telecomunicazioni. Questo è il quintultimo volo di questo vettore che poi lascerà il posto al suo successore, l'Ariane 6.

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto il decollo dell'Ariane 5 per la missione VA-257.
Nella foto il decollo dell'Ariane 5 per la missione VA-257.
Credito: Arianespace.

 Arianespace, ArianeGroup e l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) hanno lanciato il loro secondo volo dell'anno (il primo era stato un razzo russo Sojuz STA il 10 febbraio scorso) e il primo per il veterano Ariane 5, che inizia il suo percorso verso il ritiro con la prima delle cinque missioni finali previste. Si è trattato del primo lancio di un Ariane 5 dopo il successo nel volo con il telescopio spaziale JWST, avvenuto lo scorso 21 dicembre. La missione, V-257, è decollata dallo spazioporto di Kourou, nella Guyana francese, alle 18:50 locali (le 21:50 UTC) del 22 giugno, a metà della finestra di lancio di 100 minuti.

 I due passeggeri del carico utile erano MEASAT-3d e GSAT-24, con una massa totale combinata di 10.849 kg. I due satelliti sono stati inseriti in un'orbita mirata di 250 x 35.786 km inclinata di 6° rispetto all'equatore nel corso di un volo propulso di 25 minuti di ascesa in orbita. Nel complesso, i preparativi per questa missione sono iniziati anni fa con i contratti per la costruzione dei satelliti e l'accordo di lancio complessivo con ArianeGroup.

 I vari componenti del razzo, comprese le sezioni dei booster a razzo solido, lo stadio centrale criogenico e lo stadio superiore criogenico, sono stati tutti trasportati nella Guyana francese dove l'assemblaggio del lanciatore per il volo è iniziato il 13 maggio 2022. Dopo l'assemblaggio iniziale nel Launcher Integration Building, lo stack Ariane 5 parziale è stato trasferito il 18 maggio al Final Integration Building. MEASAT-3d, nel frattempo, è arrivato nella Guyana francese il 13 maggio, seguito dall'altro passeggero, GSAT-24, il 19 maggio. Le operazioni di rifornimento per MEASAT-3d sono state quindi condotte il 30 maggio, seguite il 1 giugno da quelle per GSAT-24.

 MEASAT-3d è stato quindi integrato sopra l'adattatore di lancio SYLDA dell'Ariane 5 l'8 giugno, seguito dall'integrazione della carenatura sul SYLDA il giorno successivo. GSAT-24 è stato quindi integrato direttamente nell'adattatore del veicolo di lancio dell'Ariane 5 il 13 giugno, seguito il giorno successivo dall'integrazione di MEASAT-3d sotto la carenatura del carico utile e sopra il SYLDA - con SYLDA che avvolge il GSAT-24 al suo interno per il lancio.

arianespace ariane5 v257 gsat24 22062022

Nella foto il satellite GSAT-24 montato sul secondo stadio del razzo Ariane 5. Credito: ESA/CNES/Arianespace.

 Il lanciatore Ariane 5 può eseguire lanci con doppio passeggero verso l'orbita di trasferimento geostazionaria tramite l'uso del SYLDA, dove il passeggero inferiore viaggia all'interno dell'adattatore mentre il passeggero superiore ci viaggia sopra. Il passeggero superiore viene rilasciato per primo, seguito dalla separazione di SYLDA e poi dal secondo veicolo spaziale durante la sequenza di rilascio di una missione a doppio carico utile.

 Con il razzo completamente integrato, il 16 giugno sono stati eseguiti un conto alla rovescia per il lancio completo e una simulazione della missione, seguiti dalle revisioni finali della prontezza al lancio e il 17 giugno dal controllo finale del veicolo di lancio. L'Ariane 5 è quindi uscito dal suo edificio di integrazione finale il 21 giugno e quel giorno è arrivato sulla sua rampa di lancio ELA-3. Nel complesso, questa campagna di lancio rappresenta il primo degli ultimi cinque voli del razzo Ariane 5 mentre si prepara a trasmettere la sua eredità al prossimo successore: l'Ariane 6.

 Compreso il volo MEASAT-3d/GSAT-24, Ariane 5 ha quattro lanci per passeggeri doppi in orbita di trasferimento geostazionario rimasti sul suo manifesto, seguiti da quella che dovrebbe essere la sua missione finale per inviare la missione JUICE, dell'Agenzia Spaziale Europea, in un viaggio interplanetario verso Giove. Il volo di oggi è stato il 113esimo volo in assoluto del razzo e, rispetto ai numeri di volo passati, è stato il secondo carico utile totale più pesante iniettato nell'orbita di trasferimento geostazionario dal lanciatore, arrivando a malapena sotto la massa totale iniettata del lancio di ViaSat-2 / Eutelsat 172B di 10.865 kg — appena 2 kg in più rispetto alla massa totale odierna di 10.863 kg quando si tiene conto dei satelliti e dell'hardware inseriti nell'orbita. Il carico utile più pesante mai lanciato dall'Ariane 5 fu il veicolo di trasferimento automatizzato 'Georges Lemaitre' da 20.293 kg verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) nel luglio 2014.

 Il primo passeggero del volo, MEASAT-3d, è un satellite per telecomunicazioni multi-missione costruito da Airbus Defence and Space per MEASAT, il principale operatore satellitare della Malesia. Questo nuovo satellite migliorerà in modo significativo le velocità della banda larga fino a 100 Mbps in aree con rete terrestre limitata o assente in tutta la Malesia, continuando a fornire ridondanza e capacità aggiuntiva per la distribuzione di video in HD, 4K e, infine, 8K nella regione Asia-Pacifico.

arianespace ariane5 v257 measat3d arrive kourou

Nella foto il satellite MEASAT-3d appena arrivato a Kourou, ancora all'interno del container di trasporto. Credito: ESA/CNES/Arianespace.

 Progettato per più di 18 anni di funzionamento, MEASAT-3d è progettato per avere una potenza elettrica di 12 kW. Trasporterà carichi utili in banda C e Ku per servizi DTH (direct-to-home) e un carico utile in banda Ka ad alto rendimento con più raggi spot utente ottimizzati per fornire comunicazioni a banda larga ad alta velocità sulla Malesia per la connettività Internet. Oltre a questo, il satellite ospiterà anche un carico utile in banda Q/V, il primo del suo genere nella regione Asia-Pacifico, che consente a MEASAT di studiare gli effetti di propagazione nelle regioni ad alta piovosità come la Malesia, per consentire la progettazione della sua prossima generazione di satelliti. MEASAT-3d sarà co-localizzato con MEASAT-3a e MEASAT-3b nello slot orbitale di 91,5°E.

 Il secondo passeggero, GSAT-24, è un satellite per comunicazioni di classe da 4 tonnellate in banda Ku costruito per NSIL dall'ISRO, l'agenzia spaziale Indiana. Questo satellite fornirà servizi televisivi, di telecomunicazione e di trasmissione di alta qualità e soddisferà le esigenze DTH dei clienti indiani. GSAT-24 è configurato sul collaudato bus I-3k di ISRO con una durata prevista della missione di 15 anni. La capacità del satellite a bordo del GSAT-24 è stata noleggiata da NSIL a M/s Tata Play, leader nei servizi Direct-To-Home (DTH). Grazie a questo satellite, M/s Tata Play potrà offrire ai propri clienti servizi migliori e affidabili. GSAT-24 è stato il venticinquesimo satellite indiano lanciato da Arianespace e l'undicesimo della serie GSAT. Il rapporto tra ISRO e Arianespace risale al 1981 con il lancio del satellite APPLE per mezzo del razzo Ariane 1.

 Si è trattato inoltre del 70esimo lancio orbitale globale del 2022, il 67esimo a concludersi con successo.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 109 volta/e Ultima modifica Venerdì, 24 Giugno 2022 05:06

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento:6 luglio 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 luglio ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 1 luglio. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora