Scritto: Domenica, 13 Novembre 2022 18:12 Ultima modifica: Lunedì, 14 Novembre 2022 04:37

Minaccia orbitale a causa di detriti dal razzo cinese CZ-6A


Il secondo stadio del razzo Chang Zheng-6A, che aveva piazzato regolarmente in orbita il satellite meteorologico Yunhai-3 pochi giorni fa, si sarebbe disintegrato rilasciando una nube di detriti ad altezze fra i 500 e 700 km. Una nuova minaccia cinese dopo il rientro incontrollato del razzo CZ-5A.

Rate this item
(2 votes)
Nell'illustrazione artistica uno stadio di un razzo che esplode nello spazio.
Nell'illustrazione artistica uno stadio di un razzo che esplode nello spazio.
Credito: ESA.

 La conferma è arrivata tramite Tweet dal 18esimo Space Defence Squadron dell'U.S. Space Force, incaricato di tracciare tutti i satelliti e detriti in orbita bassa terrestre. Al momento non vi sono conferme, o smentite, da parte dell'agenzia spaziale cinese CASC.

La passivazione degli stadi, ovvero lo svuotamento dei serbatoi e la scarica delle batterie di bordo per evitare esplosioni accidentali, era diventata obbligatoria in Cina. Potrebbe quindi essere accaduto qualcosa di inaspettato, forse anche lo scontro con un detrito vagante.

Anche secondo Scott Manley, esperto di attività spaziali e divulgatore, i detriti di questo incidente, proprio perché si trovano su un'orbita solare sincrona, potrebbero mettere a rischio gli altri veicoli spaziali per decenni.

Vi terremo informati appena arriveranno maggiori informazioni.

 

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 452 volta/e Ultima modifica Lunedì, 14 Novembre 2022 04:37

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 9 dicembre 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 dicembre. Statistiche su...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB