Scritto: Giovedì, 23 Giugno 2022 00:32 Ultima modifica: Giovedì, 23 Giugno 2022 04:55

Misterioso satellite per il ritorno al volo di Kuaizhou-1A


Un razzo Kuaizhou-1A ha mandato in orbita il satellite Tianxing-1, segnando il suo ritorno al volo sei mesi dopo che il lanciatore leggero a propellenti solidi aveva subito un grave guasto. Per il settore privato cinese un altro successo in un anno che si preannuncia molto affollato.

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto il razzo Kuaizhou-1A decollato il 22 giugno 2022 dal sito di lancio Jiuquan.
Nella foto il razzo Kuaizhou-1A decollato il 22 giugno 2022 dal sito di lancio Jiuquan.
Credito: Wang Jiangbo/Xinhua.

 Il Kuaizhou-1A è decollato da una torre di trasporto erettiva, posta su una piazzola, alle 22:08 ora di Pechino (le 02:08 UTC) del 22 giugno dal Centro Lancio Satelliti di Jiuquan, nel deserto del Gobi. Poco si sa del carico utile Tianxing-1. Il satellite sarà utilizzato per esperimenti tra cui il "rilevamento dell'ambiente spaziale", secondo le autorità e i media spaziali cinesi. Tianxing-1 è stato sviluppato dall'Istituto di meccanica dell'Accademia cinese delle scienze (CAS). Il carico utile è stato inserito su un'orbita di 275 x 292 km, con un'inclinazione di 96,8 gradi. Il lancio è stato confermato come un successo dai media statali cinesi. Lo scopo dichiarato è quello di eseguire ricerche sull'ambiente spaziale. Non sono stati forniti ulteriori dettagli sullo scopo esatto del carico utile di prova, o sulle dimensioni e sulle specifiche. Questo tipo di dicitura viene spesso utilizzata sui carichi utili cinesi classificati per mascherare il loro vero scopo.

 Data l'inclinazione dell'orbita, è almeno possibile che la destinazione di questo carico utile sia un'orbita sincrona solare (SSO), il che rende più probabile un satellite ottico. Questi tipi di carichi utili utilizzano questa orbita più spesso, poiché garantisce condizioni visibili stabili con una situazione comparabile ogni giorno. In questo momento, il satellite non è abbastanza alto per essere in un SSO e dovrebbe aumentare ulteriormente la sua orbita se questo è davvero l'obiettivo della missione. Con la mancanza di informazioni disponibili sul carico utile, non è noto se tale capacità possa essere inclusa.

I l Kuaizhou-1A (che si traduce in “nave veloce” in italiano) è costituito da quattro stadi, tre a propellente solido e uno stadio superiore a propellente liquido. Il razzo è in grado di trasportare 200 chilogrammi di carico utile in un'orbita solare sincrona (SSO) di 700 chilometri di quota. Il razzo ora compiuto il suo 15esimo lancio. Il precedente volo Kuaizhou-1A si era concluso con il secondo guasto del razzo, nel dicembre 2021. Il debutto del vettore era avvenuto nel gennaio 2017. Il lanciatore è gestito da Expace e ha attratto numerosi clienti commerciali cinesi, tra cui l'operatore di costellazioni di telerilevamento Changguang Satellite Technology. Il gigantesco appaltatore statale di missili e difesa, la China Aerospace Science and Industry Corporation (CASIC) è la società madre di Expace. CASIC è un'entità separata dalla China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC). CASC è il principale appaltatore spaziale del paese e operatore dei razzi Lunga Marcia (Chang Zheng).

 La missione di martedì è stata il 20esimo lancio della Cina nel 2022, con il solo CASC che mira a più di 50 missioni, incluso il completamento della stazione spaziale Tiangong in orbita bassa terrestre. Un certo numero di razzi commerciali cinesi dovrebbe aggiungersi all'attività di lancio cinese quest'anno, inclusa la serie Kuaizhou. Landspace e CAS Space dovrebbero lanciare nuovi razzi da Jiuquan nel prossimo futuro, ed anche la Galactic Energy inizierà una nuova serie di lanci del suo razzo solido Ceres-1 nella seconda metà dell'anno, sempre dal sito di lancio nel deserto del Gobi.

 Si è trattato inoltre del 69esimo lancio orbitale globale del 2022, il 66esimo a concludersi con successo.

Letto: 131 volta/e Ultima modifica Giovedì, 23 Giugno 2022 04:55

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento:6 luglio 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 luglio ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 1 luglio. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora