Scritto: Venerdì, 13 Settembre 2013 06:22 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14

Persi i contatti con la sonda della NASA Deep Impact


La sonda della NASA Deep Impact potrebbe essere fuori controllo, alla deriva nello spazio profondo.
Questo è quanto si è appreso nel corso di un aggiornamento sullo stato della missione, lo scorso 10 settembre.

Il team avrebbe perso il contatto con la sonda l'8 agosto e qualsiasi tentativo di ripristinare il collegamento sarebbe fallito.

Rate this item
(0 votes)

NASA Deep Impact

Credit: NASA/JPL-Caltech

La sonda della NASA Deep Impact potrebbe essere fuori controllo, alla deriva nello spazio profondo.
Questo è quanto si è appreso nel corso di un aggiornamento sullo stato della missione, lo scorso 10 settembre.

Il team avrebbe perso il contatto con la sonda l'8 agosto e qualsiasi tentativo di ripristinare il collegamento sarebbe fallito.

Gli ingegneri sospettano che il computer principale si affetto da continui riavvii a causa di un problema software, impedendo alla sonda di puntare le antenne verso la Terra e mettendola in una situazione pericolosa.

Naturalmente, oltre al problema comunicazione, si potrebbe verificare anche quello relativo all'alimentazione: il pannello solare potrebbe non puntare più nella direzione corretta.

La sonda Deep Impact è stata un veicolo "coraggioso": lanciata nel 2005, ha viaggiato per 7,58 miliardi di chilometri.

Visitò la cometa Tempel 1 il 4 luglio 2005, dopo aver percorso 431 milioni di chilometri, quando una parte della sonda impatto sul nucleo della cometa per studiarne la composizione.

Dopo l'incontro con Temple 1, Deep Impact entrò in una nuova fase di missione chiamata Extrasolar Planet Observation and Characterization and Deep Impact Extended Investigation, o EPOXI.

Osservò la cometa Hartley 2 il 4 novembre 2010; nel 2012 eseguì la campagna di osservazione della cometa C/2009 P1 (Garradd) e quest'anno ci ha relato le immagini della cometa C/2012 S1 ISON.

Read 2275 times Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Inte...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 4 Luglio [Last update:...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 30 Giugno [updated on Jun...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 29/6/20 - Sol 564] Meteor...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 24/6/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista