Scritto: Giovedì, 26 Gennaio 2023 01:44 Ultima modifica: Giovedì, 26 Gennaio 2023 05:45

La Virginia è per gli amanti dei lanci spaziali


La Rocket Lab ha eseguito il primo lancio orbitale del proprio vettore Electron dal sito di lancio in Virginia. Nello spazio sono stati consegnati 3 satelliti HawkEye 360.

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto il decollo del razzo Electron per la missione 'Virginia is for launch lovers'.
Nella foto il decollo del razzo Electron per la missione 'Virginia is for launch lovers'.
Credito: Rocket Lab

 Il razzo Electron è decollato dal Launch Complex 2, che si trova presso il Mid-Atlantic Regional Spaceport a Wallops Island, in Virginia, alle 18:00 locali (le 23:00 UTC) del 24 gennaio 2023. L'Electron a due stadi ha messo in orbita uno stadio superiore ('kick stage') poco più di nove minuti dopo il decollo. Quella fase iniziale, dopo un'accensione di circolarizzazione dell'orbita, ha dispiegato i suoi carichi utili circa un'ora dopo il decollo, sebbene la conferma di tale dispiegamento sia stata ritardata di oltre mezz'ora a causa di un problema alla stazione di terra.

 Electron trasportava tre satelliti per HawkEye 360, una società con sede a Herndon, in Virginia, che offre servizi di intelligence in radiofrequenza (RF). I satelliti "Cluster 6", dispiegati in un'orbita di 550 chilometri con un'inclinazione di 40,5 gradi, si uniranno alla costellazione dell'azienda per localizzare e monitorare le sorgenti RF terrestri. La missione, chiamata "Virginia Is For Launch Lovers" da Rocket Lab, è stato il primo lancio dell'azienda da LC-2. Tutti i precedenti 32 lanci di Electron della società sono avvenuti dal suo Launch Complex 1, il sito di lancio in Nuova Zelanda.

 La Rocket Lab ha lavorato per anni nel creare un sito di lancio negli Stati Uniti per supportare il governo e altri clienti che volevano lanciare a livello nazionale. La società ha aperto la strada a LC-2 nell'ottobre 2018 e ha dichiarato il sito completo nel dicembre 2019, con l'intenzione di effettuare il primo lancio entro la metà del 2020. Tuttavia, i ritardi nella certificazione del software di terminazione del volo autonomo sviluppato dalla NASA hanno ritardato il lancio di anni. Il NASA Autonomous Flight Termination Unit (NAFTU) è stata finalmente certificata nell'ottobre 2022 e consegnato a Rocket Lab, che l'ha integrato in un sistema chiamato Pegasus on the Electron.

 La Rocket Lab aveva pianificato di condurre il lancio a dicembre, ma questo è stato ritardato da diversi problemi, dal maltempo alle pratiche burocratiche relative alla portata che coinvolgono la NASA e la Federal Aviation Administration che hanno richiesto più tempo del previsto per essere risolte.

rocketlab electron virginiaisforlaunchlovers launch 24012023

Nella foto un'altra inquadratura del decollo del razzo Electron per la missione 'Virginia is for launch lovers'. Credito: Rocket Lab

 Il problema della burocrazia è stato particolarmente frustrante per Rocket Lab poiché è emerso pochi giorni prima di un lancio programmato. "Questa è la prima volta e ci saranno sempre dei problemi iniziali," ha dichiarato Peter Beck, amministratore delegato di Rocket Lab, in un'intervista di metà dicembre. “Immagino che siamo solo frustrati dal fatto che questi problemi iniziali non si siano verificati sei mesi fa. È successo letteralmente giorni prima che fossimo pronti per il lancio.

 Il lancio è il primo dell'anno per Rocket Lab, che ha dichiarato, in una chiamata sugli utili di novembre che stava pianificando circa 14 lanci di Electron nel 2023 dopo averne condotti nove nel 2022. La società ha previsto che da quattro a sei di questi lanci avrebbero avuto luogo da Wallops, inclusi due lanci in primavera per implementare i quattro satelliti cubesat Time-Resolved Observations of Precipitation structure and storm Intensity with a Constellation of Smallsats (TROPICS) della NASA nell'ambito di un ordine annunciato dalla NASA a novembre.

rocketlab electron virginiaisforlaunchlovers ogiva 24012023

Nella foto un bel primo piano dell'ogiva protettiva del carico utile del razzo Electron con il logo della missione 'Virginia is for launch lovers'. Credito: Rocket Lab

 Beck ha affermato a dicembre che la preferenza del cliente è un fattore importante nel determinare quale sito di lancio utilizzare. HawkEye 360, ad esempio, ha scelto specificamente di lanciare da Wallops poiché ha sede anche in Virginia. È probabile che anche le agenzie governative statunitensi utilizzino Wallops per i loro lanci di Electron. Tuttavia, ha affermato che LC-1 in Nuova Zelanda probabilmente ospiterà la maggior parte dei lanci di Electron, dal momento che la società ha il pieno controllo del poligono di lancio lì.

 Si è trattato del tredicesimo volo orbitale globale del 2023, l'undicesimo ad avere successo, l'ottavo per gli Stati Uniti.

Letto: 470 volta/e Ultima modifica Giovedì, 26 Gennaio 2023 05:45

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 7 febbraio

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 febbraio. Statistiche su...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB