Scritto: Lunedì, 08 Settembre 2014 05:30 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15

Scomparsi i geyser di Europa


A dicembre 2013, la NASA aveva annunciato di aver individuato probabili geyser di vapore acqueo al polo sud di Europa, la luna di Giove.
La scoperta, avvenuta grazie ai dati spettroscopici rilevati dal telescopio spaziale Hubble a dicembre 2012, aveva suscitato grande entusiasmo.

Purtroppo, però, le osservazioni successive eseguite tra gennaio e febbraio di quest'anno non hanno mostrato alcun segno dei getti che, secondo le stime, dovevano propagarsi fino a 200 chilometri nello spazio.

Rate this item
(0 votes)

Geyser su Europa

Credit: NASA/ESA/L. Roth/SWRI/University of Cologne

A dicembre 2013, la NASA aveva annunciato di aver individuato probabili geyser di vapore acqueo al polo sud di Europa, la luna di Giove.
La scoperta, avvenuta grazie ai dati spettroscopici rilevati dal telescopio spaziale Hubble a dicembre 2012, aveva suscitato grande entusiasmo.

Purtroppo, però, le osservazioni successive eseguite tra gennaio e febbraio di quest'anno non hanno mostrato alcun segno dei getti che, secondo le stime, dovevano propagarsi fino a 200 chilometri nello spazio.

D'altra parte, ricordiamo che Hubble non aveva osservato direttamente i geyser fuoriuscire dalla crosta ghiacciata della luna ma durante un'indagine di lungo periodo sulle emissioni aurorali di Europa, lo spettrografo STIS (Space Telescope Imaging Spectrometer) aveva rilevato la chiara firma dell'acqua tra la debole luce ultravioletta dell'aurora, vicino al polo sud lunare, alimentata dall'intenso campo magnetico di Giove.

Per i ricercatori, ci sarebbero diverse spiegazioni: i geyser potrebbero essere eventi sporadici, come le eruzioni vulcaniche sulla Terra; oppure, potrebbero essere visibili agli strumenti di Hubble solo in determinati periodi e in certe condizioni; o potrebbero essersi ridotti diventando troppo piccoli per essere visti.

Ma c'è anche un'altra possibilità, la peggiore: i geyser potrebbero non esistere affatto e quella che sembrava una prova nei dati di Hubble, sarebbe stata invece un artefatto o un'errata interpretazione dei dati.

Kurt Retherford, del Southwest Research Institute in San Antonio, e il suo team, autori della discussa scoperta, hanno programmato altre osservazioni per un periodo più ampio, dal prossimo mese di novembre fino ad aprile 2015.

Se confermati, i geyser di Europa potrebbero essere un buon motivo per portare avanti i progetti di una futura missione nel sistema di Giove, prevista per il 2020.

Letto: 2488 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 gennaio [updated on Jan,25]...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/1/21 - Sol 768] - Mete...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 25 gennaio [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 Gennaio [Last ...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista