Scritto: Mercoledì, 27 Luglio 2022 23:39 Ultima modifica: Giovedì, 28 Luglio 2022 05:12

SpaceX, record e problemi banali


La SpaceX ha piazzato nuovamente in orbita una serie di satelliti Starlink. Ormai il ritmo di missioni raggiunto quest'anno dalla compagnia di Elon Musk è veramente sbalorditivo se paragonato alla concorrenza. Intanto però il volo di Crew-5 slitta per un banale danno da trasporto al razzo Falcon 9.

Rate this item
(1 Vote)
Il decollo del razzo Falcon 9 per la missione Starlink 4-25.
Il decollo del razzo Falcon 9 per la missione Starlink 4-25.
Credito: SpaceX

 Continuando una cadenza di lanci record, la SpaceX ha inviato domenica un razzo Falcon 9 in volo dal Kennedy Space Center in Florida con altri 53 satelliti per la rete Internet Starlink dell'azienda, il sesto lancio del Falcon 9 in 17 giorni e il 33esimo in assoluto quest'anno. Il lancio di domenica 24 luglio 2022 è stata la ventesima missione Falcon 9 dell'anno dedicata al dispiegamento di satelliti per la rete Starlink. SpaceX ha ora lanciato 1.013 satelliti Starlink dall'inizio di gennaio.

 Un razzo Falcon 9 è decollato dal pad 39A al Kennedy Space Center, in Florida, alle 9:38:20 locali (le 13:38:20 UTC) per iniziare la missione Starlink Group 4-25 di SpaceX. Cinquantatre satelliti Starlink hanno viaggiato nello spazio in cima al Falcon 9, imballati in modo piatto all'interno del cono del razzo. I satelliti, ciascuno del peso di più di circa 250 kg, si uniranno alla rete commerciale di SpaceX trasmettendo segnali Internet a banda larga e bassa latenza ai consumatori di tutto il mondo. SpaceX afferma che la connettività Starlink è attualmente disponibile in 36 paesi, fornendo servizi a quasi mezzo milione di abbonati.

 Il lancio di domenica ha seguito un profilo familiare per le missioni Starlink, con il razzo Falcon 9 diretto a nord-est dalla Space Coast della Florida. I nove motori Merlin 1D alimentati a cherosene hanno spinto il Falcon 9 nel cielo, funzionando per due minuti e mezzo prima di spegnersi, consentendo al primo stadio di separarsi dallo stadio superiore del Falcon 9. Un singolo motore Merlin sullo stadio superiore è poi stato acceso per sei minuti per inserire in orbita i 53 satelliti Starlink, puntando a un'altitudine compresa tra 232 e 338 chilometri con un'inclinazione di 53,2 gradi rispetto all'equatore.

 Le due semi-ogive protettive del carico utile del Falcon 9 sono state rilasciate durante il periodo di accensione dello stadio superiore. Una nave da recupero di SpaceX si trovava in posizione per recuperare le due metà del cono di prua dopo il rientro e la discesa con il paracadute in mare. Anche il primo stadio riutilizzabile del razzo - numero di serie B1062 nella flotta di SpaceX - è tornato sulla Terra per l'atterraggio sulla nave drone "A Shortfall of Gravitas" ormeggiata nell'Oceano Atlantico a est di Charleston, nella Carolina del Sud. L'atterraggio propulsivo verticale sulla nave drone ha completato l'ottavo viaggio nello spazio del booster in questione da quando è entrato in servizio nel novembre 2020.

 Lo stadio superiore ha rilasciato i 53 satelliti Starlink mentre sorvolava l'Oceano Atlantico settentrionale a circa 15 minuti e mezzo dall'inizio della missione. Le quattro barre di ritenzione che tenevano i satelliti saldamente attaccati al razzo sono state rilasciate per consentire ai veicoli spaziali Starlink ad energia solare di volare liberi dal Falcon 9. I satelliti si disperderanno naturalmente dalla resistenza differenziale, estenderanno i loro pannelli solari e attiveranno i propulsori ionici per iniziare a salire alla loro altitudine operativa di 540 chilometri. L'innalzamento dell'orbita richiederà da diverse settimane a diversi mesi, a seconda del piano operativo finale per ciascun satellite.

spacex starlink laser artist

Nell'illustrazione artistica la trasmissione laser fra satelliti Starlink. Credito: CNET

 SpaceX ha lanciato 2.957 satelliti Starlink, compresa la missione di domenica, inclusi prototipi e precedenti progetti di veicoli spaziali non più in servizio. Circa 2.701 satelliti Starlink sono attualmente in orbita, con 2.665 veicoli spaziali funzionanti e 2.155 Starlink che forniscono servizi Internet commerciali, secondo una tabella compilata da Jonathan McDowell, un astrofisico ed esperto conoscitore dell'attività dei voli spaziali.

 L'architettura di rete Starlink di SpaceX include "gusci" orbitali con diverse inclinazioni. SpaceX ha riempito il primo guscio orbitale con un'inclinazione di 53,0 gradi e attualmente sta lanciando satelliti nello strato di 53,2 gradi e uno dei due gusci in orbita polare con un'inclinazione di 97,6 gradi rispetto all'equatore. SpaceX ha anche lanciato una missione Starlink in un guscio con inclinazione di 70 gradi. La compagnia non ha ancora lanciato alcuna missione dedicata nell'altro guscio in orbita polare.

 I veicoli spaziali Starlink, a partire dalla versione 1.5, sono dotati di collegamenti laser inter-satellitari per facilitare i trasferimenti di dati in orbita, senza la necessità di trasmettere segnali attraverso le stazioni di terra, che presentano vincoli geografici e talvolta politici. I collegamenti laser possono anche ridurre la latenza nella rete Starlink perché i segnali devono percorrere una distanza più breve. Con 33 missioni in agenda per il 2022, SpaceX è pronto per i quasi 60 lanci del Falcon 9 quest'anno, quasi il doppio dei 31 voli del Falcon 9 realizzati nel 2021. SpaceX ha lanciato in orbita più missioni di successo finora quest'anno rispetto agli sforzi combinati di qualsiasi altra nazione e l'azienda sta superando di gran lunga i suoi principali concorrenti nel mercato commerciale.

 Il lancio domenica è stato l'ultimo volo Falcon 9 previsto per luglio. Infatti il prossimo lancio di Falcon 9 di SpaceX è previsto per il 2 agosto da Cape Canaveral con il Korea Pathfinder Lunar Orbiter, la prima missione di esplorazione spaziale della Corea del Sud. La navicella spaziale coreana orbiterà attorno alla Luna con una serie di telecamere e strumenti scientifici degli istituti di ricerca coreani e della NASA. Altre due missioni Starlink sono previste nella prima metà di agosto, una dal Kennedy Space Center e una dalla Vandenberg Space Force in California.

 Intanto la NASA é stata costretta a ritardare la prossima missione commerciale con equipaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) di quasi un mese, dopo che il primo stadio del Falcon 9 che l'avrebbe dovuta lanciare è stato danneggiato durante il trasporto attraverso il paese per i test.

spacex f9 road transport

Nella foto un primo stadio di Falcon 9 incartato sul rimorchio del TIR che lo trasporterà in giro per gli Stati Uniti. Credito: SpaceX

 La NASA ha annunciato il 21 luglio che la missione Crew-5 è ora prevista per il lancio non prima del 29 settembre, dopo essere stata precedentemente programmata per l'inizio di settembre. La navicella trasporterà alla stazione gli astronauti della NASA Nicole Mann e Josh Cassada, l'astronauta giapponese della JAXA Koichi Wakata e la cosmonauta russa di Roscosmos Anna Kikina.

 La data di lancio rivista, ha affermato la NASA nella dichiarazione, "consentirà a SpaceX di completare l'elaborazione dell'hardware". Crew-5 ora arriverà sulla ISS dopo un passaggio di consegne dell'equipaggio della Sojuz a metà settembre, quando la Sojuz MS-22 arriverà con i cosmonauti di Roscosmos Sergej Prokop'ev e Dmitrij Petelin e l'astronauta della NASA Frank Rubio. La Sojuz MS-21 tornerà sulla Terra con i cosmonauti di Roscosmos Oleg Artem'ev, Sergey Korsakov e Denis Matveev.

 Il lancio di Crew-5 utilizzerà un nuovo booster del Falcon 9, un evento relativamente raro dato l'ampio riutilizzo dei booster da parte di SpaceX. La NASA ha dichiarato che SpaceX ha dovuto rimuovere l'interstadio del razzo - la sezione tra il booster e lo stadio superiore - e alcuni strumenti dopo che erano stati danneggiati durante il trasporto dalla fabbrica di SpaceX a Hawthorne, in California, al suo sito di test del booster a McGregor, in Texas. SpaceX ha eseguito ispezioni e test del booster per confermare che il danno fosse limitato all'interstadio, lavoro che la NASA ha affermato di aver esaminato. Il booster sarà ora sottoposto a regolari test di accensione presso McGregor prima della certificazione per il volo.

 Con il lancio di domenica si trattato infine dell'89esimo lancio orbitale globale del 2022, l'86esimo a concludersi con successo.

Letto: 546 volta/e Ultima modifica Giovedì, 28 Luglio 2022 05:12

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2022

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 agosto. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 agosto ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora