Scritto: Mercoledì, 03 Agosto 2022 23:39 Ultima modifica: Giovedì, 04 Agosto 2022 04:52

Kosmos 2558, un satellite per spiarne altri


La Russia ha lanciato il 1° agosto 2022, alle 20:25 UTC, un razzo Sojuz-2.1v dal Cosmodromo di Plesetsk, nel nord del Paese. Il carico utile era il misterioso satellite Cosmos-2558 rilasciato su un'orbita solare sincrona (SSO).

Rate this item
(2 votes)
Nella foto il decollo del razzo Sojuz 2.1v dal Cosmodromo di Plesetsk con il misterioso carico utile Cosmos-2558.
Nella foto il decollo del razzo Sojuz 2.1v dal Cosmodromo di Plesetsk con il misterioso carico utile Cosmos-2558.
Credito: Ministero della Difesa Russo

 Il carico utile è infatti un satellite del Ministero della Difesa russo, con uno scopo sconosciuto. Kosmos è un nome generico utilizzato per le risorse spaziali dell'ex Unione Sovietica e ora della Russia. Cosmos-2558 in questo caso è un nome per il carico utile che è stato assegnato per non fornire il vero nome e scopo del veicolo spaziale. Sebbene non siano noti dettagli su questo carico utile, c'è il sospetto che questo carico utile possa essere stato lanciato per corrispondere alla traiettoria e alla traiettoria di volo di un satellite americano, USA-326. Questo venne lanciato da un Falcon 9 di SpaceX lo scorso febbraio sulla missione NROL-87 ad una quota di 512 km, con un'orbita di inclinazione di 97,4°. Si ipotizza che questo sia un satellite sperimentale americano da ricognizione ottica.

 Il lancio arriva dopo che un nuovo oggetto è stato rintracciato solo una settimana fa dal satellite spia USA 326. Questo è stato designato come oggetto 53315 e catalogato su un'orbita di 348 x 388 km. Il satellite USA-326 sorvolava il sito di lancio proprio mentre veniva lanciato il razzo Sojuz-2.1v. Ciò corrisponde anche alla direzione nord NOTAM annunciata prima del lancio del razzo. Ciò che è possibile è che il carico utile Cosmos-2558 sia un satellite di ispezione che verrà utilizzato per monitorare l'aspetto e il comportamento di USA-326 e/o dell'oggetto 53315.

 Cosmos è la designazione data ai satelliti militari russi dal 1962. È simile al nome USA-X per i satelliti statunitensi. Il primo Cosmos, chiamato anche Sputnik 11, fu lanciato nel marzo 1962. Questa non è la prima volta che si sospetta che un satellite della Difesa Russa sia un satellite di ispezione. Ad esempio, la missione Cosmos 2542/2543, nel novembre 2019, stava probabilmente svolgendo quel tipo di missione, sebbene mai confermata dalla Russia.

russia sojuz21v kosmos2558 pad

Nella foto il razzo Sojuz 2.1v mentre viene issato sulla rampa del Cosmodromo di Plesetsk con il misterioso carico utile Cosmos-2558. Credito: Ministero della Difesa Russo

 Il Cosmodromo di Plesetsk in Russia è stato costruito nel 1957 e da allora utilizzato per tutti i tipi di lanci orbitali dell'Unione Sovietica e della Russia. Da qui si accedeva frequentemente all'orbita Molniya, così come alle orbite sincrone con il Sole. In passato da qui sono stati lanciati più membri della famiglia di razzi Sojuz, così come la famiglia dei nuovi razzi Angara. Il decollo della missione di lunedì è avvenuto dal Sito 43/4, una delle rampa presenti a Plesetsk.

 Inizialmente, Plesetsk venne scelto come potenziale base di lancio per l'ICBM R-7 Semyorka, poiché il missile era, teoricamente, in grado di raggiungere gli Stati Uniti d'America partendo da lì. Il razzo di oggi era un Sojuz-2.1v, che è un membro della famiglia Sojuz-2. Esso non presenta i caratteristici quattro booster ai lati del veicolo, come molti altri membri della famiglia, e ha invece un solo nucleo centrale alimentato da un unico motore NK-33 e dal motore orientabile RD-0110.

 In cima al razzo si trovava lo stadio superiore del Volga, che è uno stadio finale di spinta per portare il carico utile sull'orbita desiderata. Fornisce solo una spinta di 2,94 kN con un impulso specifico di 307 secondi. Può bruciare per un massimo di 600 secondi e utilizza la miscela ipergolica di ossidante del carburante di tetraossido di diazoto e dimetilidrazina asimmetrica. Questo stadio superiore si è separato nove minuti dopo il decollo dal secondo stadio. 

 Anche in questo caso, come avviene ormai dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina, sull'ogiva protettiva del razzo era visibile la 'Z', simbolo di questa guerra criminale. Questo è stato l'ottavo lancio di un Sojuz-2.1v e il settimo di successo. Si è trattato inoltre del 93esimo lancio orbitale globale del 2022, il 90esimo a concludersi con successo e l'11esimo per la Russia. 

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 253 volta/e Ultima modifica Giovedì, 04 Agosto 2022 04:52

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2022

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 agosto. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 agosto ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora