Sabato 10 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

2MASS J2126: il pianeta extrasolare a mille miliardi di chilometri dalla propria stella madre

Immagine infrarossa in falsi colori di TYC 9486-927-1 e 2MASS J2126.
Immagine infrarossa in falsi colori di TYC 9486-927-1 e 2MASS J2126. Credit: 2MASS/S. Murphy/ANU

Individuato nel 2014, il pianeta extrasolare di massa gioviana 2MASS J2126 era ritenuto un orfano fino a poco tempo fa, un cosiddetto "pianeta canaglia", cioè un mondo vagabondo ed errante. Ma ora, un gruppo di astronomi ha scoperto che dopotutto non è solo anche se la sua stella madre, TYC 9486-927-1, si trova a ben un trilione di chilometri di distanza.

Il Dr Niall Deacon della University of Hertfordshire e colleghi hanno scoperto la relazione tra i due oggetti dopo aver cercato per anni tra i cataloghi di giovani stelle, nane brune e pianeti fluttuanti senza una casa. Il sospetto è arrivato dopo aver notato che TYC 9486-927-1 e 2MASS J2126 si muovo insieme attraverso lo spazio e sono entrambi ad una distanza di 104 anni luce dal Sole.

2MASS J2126 è ritenuto un gigante gassoso grande tra le 12 e le 15 volte Giove.
Il semiasse della sua orbita è di 6.900 Unità Astronomiche, cioè circa mille miliardi di chilometri lo separano dalla sua stella madre, facendo sembra un'inezia i circa cento miliardi di chilometri di distanza dal Sole a cui dovrebbe trovarsi il Nono Pianeta del Sistema Solare da poco teorizzato.
A quella distanza la debole nana rossa TYC 9486-927, che fa parte di un raggruppamento di stelle e di nane brune noto come Tucana Horologium Association, deve sembrare come una qualsiasi altra stella comune nel cielo.

"Questo è il sistema planetario più ampio trovato finora", ha detto Deacon che, insieme al suo team, non è sicuro di come possa essersi formato. Il sospetto è che i due siano nati di recente, tra i 10 ed i 45 milioni di anni fa, originati da "un filamento di gas che li ha spinti insieme nella stessa direzione". Se così fosse, 2MASS J2126 avrebbe compiuto non più di 50 orbite dalla sua nascita.

"Non devono aver vissuto la loro vita in un ambiente molto denso. Sono così debolmente legate insieme che ogni stella vicina avrebbe interrotto completamente la loro orbita", ha sottolineato Simon Murphy dall'Australian National University.

A nearby young M dwarf with a wide, possibly planetary-mass companion [abstract]

We present the identification of two previously known young objects in the solar neighbourhood as a likely very wide binary. TYC 9486-927-1, an active, rapidly rotating early-M dwarf, and 2MASS J21265040-8140293, a low-gravity L3 dwarf previously identified as candidate members of the ∼45 Myr old Tucana Horologium association (TucHor). An updated proper motion measurement of the L3 secondary, and a detailed analysis of the pair's kinematics in the context of known nearby, young stars, reveals that they share common proper motion and are likely bound. New observations and analyses reveal the primary exhibits Li 6708~\AA~absorption consistent with M dwarfs younger than TucHor but older than the ∼10 Myr TW Hydra association yielding an age range of 10-45 Myr. A revised kinematic analysis suggests the space motions and positions of the pair are closer to, but not entirely in agreement with, the ∼24 Myr old β Pictoris moving group. This revised 10-45 Myr age range yields a mass range of 11.6--15 MJ for the secondary. It is thus likely 2MASS J21265040-8140293short is the widest orbit planetary mass object known (>4500AU) and its estimated mass, age, spectral type, and Teff are similar to the well-studied planet β Pictoris b. Because of their extreme separation and youth, this low-mass pair provide an interesting case study for very wide binary formation and evolution.

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 8 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.