Scritto: Martedì, 11 Marzo 2014 05:35 Ultima modifica: Domenica, 25 Gennaio 2015 08:35

Torna la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, prossimo target di ESA Rosetta


Era scomparsa dietro al Sole dal nostro punto di osservazione, ad ottobre dello scorso anno, è la cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko, obiettivo della sonda dell'ESA Rosetta.

Rate this item
(0 votes)
Torna la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, prossimo target di ESA Rosetta Credit: ESO/C. Snodgrass (Max Planck Institute for Solar System Research, Germany) & O. Hainaut (ESO)

67P/Churyumov-Gerasimenko 5 ottobre 2013Nella più recente immagine ottenuta il 28 febbraio 2014, dai ricercatori del Max Planck Institute for Solar System Research (MPS) in Germania e dell'European Southern Observatory (ESO) con l'aiuto del Very Large Telescope, la cometa si presenta più luminosa del previsto, oltre il 50 per cento rispetto alle ultime foto disponibili del 5 ottobre 2013, suggerendo che il ghiaccio congelato sta già iniziando a vaporizzare, formando la sottile atmosfera.

Rosetta, lanciata nel 2004, era stata risvegliata con successo il 20 gennaio 2014 alle 19:17 ora italiana dopo un letargo di 31 mesi, per l'ultima tappa del suo viaggio di 10 anni, la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko.

La sonda potrà ottenere la prima immagine della cometa probabilmente nel mese di maggio, quando si troverà a 2 milioni di chilometri dal target.
Il primo avvicinamento avverrà nel mese di agosto e da li in poi, Rosetta la accompagnerà verso il suo incontro con il Sole, nel mese di agosto 2015, ad una distanza di 185 milioni di chilometri e la seguirà almeno fino alla fine dell'anno.

Per ottenere l'immagine di 67P in apertura, da una distanza di 740 milioni di chilometri, gli scienziati hanno sovrapposto diverse esposizioni prese in tempi leggermente differenti.
Le foto sono state allineate per compensare il movimento della cometa a discapito delle stelle che appaiono quindi, come linee macchiate (immagine di sinistra) ma sottraendo lo sfondo stellato, appare chiaramente 67P/Churyumov-Gerasimenko, poco più grande di un punto (immagine di destra).

La cometa da ottobre ad oggi si è spostata altri 50 milioni di chilometri più vicino alla Terra e 80 milioni di chilometri più vicino al Sole, incrementando però, la sua luminosità oltre gli standard:
"La nuova immagine suggerisce che 67P sta cominciando a emettere gas e polveri ad una distanza ancora relativamente grande dal Sole", dice Colin Snodgrass dal MPS, che presentò uno studio sulla luminosità della cometa lo scorso anno, ipotizzando già allora che la sua luminosità sarebbe stata misurabile da Terra a marzo 2014.

Read 2193 times Ultima modifica Domenica, 25 Gennaio 2015 08:35
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 21 Febbraio) 

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 22 Febbraio [Last update: 02/22/2020

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 9/12/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 22 Febbraio [Last update: 02/22/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 22/2/20 - Sol 440] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 17/2/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 14 Febbraio [updated on Feb,14]

HOT NEWS