Scritto: Domenica, 26 Luglio 2015 06:37 Ultima modifica: Domenica, 26 Luglio 2015 08:43

Un viaggio a Imhotep


La regione Imhotep, sul grande lobo cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko, è una delle più interessanti: geologicamente diversificata è stata dettagliatamente descritta in un nuovo studio guidato da Anne-Thérèse Auger del Laboratoire d'Astrophysique de Marseille (LAM, France).

Rate this item
(0 votes)
Un viaggio a Imhotep Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Imhotep si trova vicino all'equatore della cometa ed è una zona relativamente piatta rispetto alla forma complessiva del nucleo.
La sua superficie liscia, che copre circa 0,8 chilometri quadrati, aveva catturato l'attenzione degli scienziati fin dalle prime immagini ma era diventata famosa per il macigno di 45 metri "Cheope" che, imponente, è facilmente riconoscibile anche nelle riprese da distanze maggiori.

Qui sotto un dettagli 3D della regione Imhotep, basato sulle immagini di OSIRIS acquisite il 22 novembre 2014 da una distanza di 31 chilometri dal centro della cometa. La scala dell'immagine è 56 centimetri/pixel.

Rosetta OSIRIS Imhotep anaglyph

Rosetta OSIRIS Imhotep anaglyph
Credit :  ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA; acknowledgment: D. Romeuf (University Claude Bernard Lyon 1, France) -  Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Il grafico seguente è una mappa geomorfologia del territorio. Vediamola in dettaglio (una buona occasione per godersi qualche immagine di OSIRIS!).

Imhotep - mappa

Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Terreni lisci

Coprono circa un terzo di Imhotep e mostrano bassi livelli gravitazionali.
Le immagini ad alta risoluzione (30 cm / pixel) mostrano materiale a grana fine, con grani fino ad un massimo di qualche decina di centimetri. Lo spessore della polvere sembra variare tanto che, in alcuni punti, può essere esposta la superficie sottostante.

I terreni lisci sono considerate aree piuttosto indisturbate che si evolvono lentamente, dove il materiale ha tempo di accumularsi.

Imhotep - regioni lisce

Questa immagine è stata ripresa dalla narrow-angle camera di OSIRIS il 5 ottobre 2014. La scala è di 34 cm/pixel.
Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Terreni rocciosi

In questo caso, il termine "roccioso" è usato solo per distinguere alcune zone dai terreni lisci ma bisogna ricordare che la cometa è estremamente porosa e la sua densità è comunque molto bassa, circa 470 kg / m3.
I terreni rocciosi rappresentano il materiale ben consolidato alla periferia di Imhotep. Sono luoghi in cui l'erosione, dovuta principalmente alla sublimazione, ha giocato e sta giocando un ruolo importante.

Bacini di accumulo

Dominano Imhotep. Sono aree preferenziali dove sia il materiale fine che i sassi più grandi si accumulano preferenzialmente.
In tutto ne sono stati individuati sei e coprono circa i due terzi di questa regione.

L'aspetto quasi circolare potrebbe essere ricondotto ad antichi vuoti sul nucleo della cometa, riempiti di detriti dall'erosione e successivi crolli.

Imhotep - bacini di accumulo

Credits: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Terrazze

Sono state osservate in vari punti della cometa e suggeriscono una forte stratificazione interna. Gli strati in Imhotep hanno uno spessore relativamente costante, di pochi metri, il che implica un processo ripetitivo, forse per compattazione di depositi successivi di materiale.

Imhotep - terrazze

Al centro, terrazze nei pressi di un bacino.
L'immagine è stata ripresa da OSIRIS il 5 settembre 2014, da una distanza di 43,5 km. La risoluzione è 80 cm/pixel.
Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Zone luminose

Sono aree che appaiono blu nelle immagini a colori della cometa, suggerendo la presenza di ghiaccio d'acqua.

Imhotep - aree luminose

Questa immagini a colori è stata ottenuta combinando tre frame: un blu a 480 nm, un verde a 536 nm e un arancione a 649 nm, ripresi da OSIRIS il 5 settembre 2014 da una distanza di 43 km dal centro della cometa. La scala è 81 centimetri / pixel.
Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Caratteristiche rotonde

Sono formazioni quasi circolari che hanno, in alto, sia una depressione che un altopiano di materiale fine che, a volte, sembra rigonfiarsi oltre il bordo. Molte di queste caratteristiche sembrano impilate una sull'altra. La loro formazione non è chiara ma potrebbero essere antichi condotti di degassamento.

Imhotep - caratteristiche rotonde

Questa immagine è stata ripresa il 31 ott 2014 da una distanza di 33 km dal centro della cometa. La scala è 63 centimetri / pixel.
Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Massi

Ne sono stati contati 2.207 solo nella regione Imhotep, con dimensioni da 2 metri (il limite inferiore delle osservazioni) a 90 metri.
Si trovano per lo più isolati e, considerate le loro dimensioni, difficilmente sarebbero stati depositati da eventi di degassamento.
A questa categoria appartiene anche il famoso "Cheope", già nominato all'inizio di questo post.

 

Qui sotto, l'ultima immagine ripresa dalla NavCam a bordo della sonda dell'ESA Rosetta, pubblicate nella ribrica #CometWatch
E' stata scattata il 14 luglio 2015, da una distanza di 161 chilometri dal centro della cometa. La scala è circa 13.7 m/pixel.

ESA Rosetta 14 July 2015

ESA Rosetta 14 July 2015
Credit: ESA/Rosetta/NAVCAM, CC BY-SA IGO 3.0 - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

 

Press release:
- http://blogs.esa.int/rosetta/2015/07/20/inside-imhotep-2/

Read 1613 times Ultima modifica Domenica, 26 Luglio 2015 08:43
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Mi occupo di web, web marketing e comunicazio online e sono alla ricerca di nuove opportunità (visita il mio sito elisabettabonora.info!).
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Please enable the javascript to submit this form

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 20 giugno.

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 18 Giugno)

  • Tiangong-2 orbit
    Tiangong-2 orbit

    Evoluzione dell'orbita della seconda stazione spaziale cinese. Aggiornamento del 18/6 [Last update: 06/18]

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 18/6 [Last update: 06/18]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 14/6/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubbe Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 18/6 [Last update: 06/18].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 18/6 - Sol 197]

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 15/6/19).

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 17 Giugno [updated on June,17]

HOT NEWS