Scritto: Giovedì, 12 Febbraio 2015 13:11 Ultima modifica: Giovedì, 12 Febbraio 2015 14:07

67P: di nuovo in un solo scatto!


Sono passati molti mesi dall'ultima volta in cui la NavCam a bordo della sonda dell'ESA Rosetta era riuscita a catturare la cometa 67P in un solo scatto e bisogna andare ancora più indietro per vederla da oltre 100 chilometri di distanza, così com'è nell'ultima foto pubblicata nella rubrica #CometWatch.

Rate this item
(0 votes)
ESA Rosetta NavCam - 6 febbraio 2015 ESA Rosetta NavCam - 6 febbraio 2015 Image: ESA/Rosetta/NAVCAM, CC BY-SA IGO 3.0 - Processing: 2di7 & titanio44, CC BY-SA IGO 3.0

Se da una parte si rimane sempre a bocca aperta nel vedere gli incredibili dettagli della superficie, dall'altra osservare nuovamente il nucleo di 67P da una distanza maggiore ha comunque il suo fascino, soprattutto adesso che la cometa mostra chiari segni di attività.

L'immagine in apertura è una nostra elaborazione artistica a colori (disponibile in dimensioni originali sull'album di Flickr), mentre qui sotto trovate l'immagine raw originale.

ESA Rosetta NavCam 6 febbraio 2015

Credits: ESA/Rosetta/NAVCAM – CC BY-SA IGO 3.0

ESA Rosetta NavCam 5 agosto 2014La foto, con una risoluzione di 10,6 m/pixel, è stata scattata il 6 febbraio da una distanza di 124 km nell'ambito di una complessa manovra iniziata il 4 febbraio, che vedrà la sonda protagonista di un "tuffo" a soli 6 km dalla superficie, il giorno di San Valentino.

Lo scatto offre una vista suggestiva rispetto alle immagini precedenti riprese da distanze analoghe (qui a fianco, ad esempio, una NavCam del 5 agosto 2014, da una distanza di 145 km): molti getti provengono dalla regione Hapi, nel "collo", e si estendono per tutta l'area fotografata ma un bagliore ed una nebbia diffusa arriva da ogni parte del nucleo illuminata dal Sole.

Ora, però,  non ci resta che attendere questo week-end di fuoco: il massimo avvicinamento è previsto per le 12:41 UTC e la NavCam inizierà la campagna di imaging 1/2 ore prima, fino a 1/2 ore dopo l'evento. Il downlink a Terra è previsto tra domenica e lunedì. Stay tuned!!! 

Letto: 1184 volta/e Ultima modifica Giovedì, 12 Febbraio 2015 14:07
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 gennaio [updated on Jan,25]...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/1/21 - Sol 768] - Mete...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 25 gennaio [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 Gennaio [Last ...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista