Scritto: Giovedì, 22 Gennaio 2015 05:59 Ultima modifica: Giovedì, 22 Gennaio 2015 06:42

#CometWatch: una vista insolita della cometa 67P


E' la seconda volta in cui la NavCam di Rosetta riprende il nucleo della cometa 67P da un punto di vista veramente insolito: le 4 immagini del 16 gennaio pubblicate nella rubrica #CometWatch, mostrano la punta del lobo più grande che collega la regione Imhotep a sinistra, dove si trova il masso "Cheope" fotografato da OSIRIS il 19 settembre 2014, al lobo più piccolo, in basso a destra.

Rate this item
(0 votes)
ESA Rosetta NavCam - 67P 16 gennaio ESA Rosetta NavCam - 67P 16 gennaio Image: ESA/Rosetta/NAVCAM, CC BY-SA IGO 3.0 - Processing: 2di7 & titanio44, CC BY-SA IGO 3.0

I 4 frame che compongono il mosaico in apertura (disponibile in dimensioni originali sul nostro album di Flickr) sono stati ripresi da una distanza di 28.4 km ed hanno una risoluzione di 2.4 m/pixel.

In questa inquadratura spiccano interessanti caratteristiche superficiali, come le tre strutture quasi parallele appena sopra il centro del mosaico, ben visibili anche nelle immagini del 20 novembre e subito sotto, una fascia di terreno liscio e con pochi massi.

ESA Rosetta NavCam: 67P 20 novembre 2014

ESA Rosetta NavCam: 67P 20 novembre 2014
Image: ESA/Rosetta/NAVCAM, CC BY-SA IGO 3.0 - Processing: 2di7 & titanio44

L'orientamento del nucleo è molto simile agli scatti del 2 novembre: qui sotto una elaborazione del mosaico precedente dove la luce radente rende il paesaggio ancora più suggestivo.

ESA Rosetta NavCam: 67P 2 novembre 2014

ESA Rosetta NavCam: 67P 2 novembre 2014
Image: ESA/Rosetta/NAVCAM, CC BY-SA IGO 3.0 - Processing: 2di7 & titanio44

Nella nuova composizione, il nucleo di 67P sfoggia anche molti più getti, complice la diversa illuminazione e l'incremento dell'attività cometaria in questi ultimi mesi.

Letto: 2109 volta/e Ultima modifica Giovedì, 22 Gennaio 2015 06:42
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 14/1/21 - Sol 758] - Mete...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 12 Gennaio [Last ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 gennaio [Last update...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 10/11/20). Le manovre della so...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista