Scritto: Lunedì, 17 Novembre 2014 17:48 Ultima modifica: Sabato, 17 Gennaio 2015 16:51

Foto-cronaca di un rimbalzo!


Immortalata l'incredibile sequenza di Philae prima e dopo il rimbalzo su Agilkia.

Rate this item
(0 votes)
Philae #CometLanding - rappresentazione artistica basata sulle immagini di OSIRIS e della NavCam Philae #CometLanding - rappresentazione artistica basata sulle immagini di OSIRIS e della NavCam Credit: ESA/Rosetta/NAVCAM, CC BY-SA IGO 3.0 / OSIRIS/MPS/UPD/LAM/IAA/SSO - Processing: 2di7 & titanio44, CC BY-SA IGO 3.0

L'analisi delle immagini riprese da Rosetta nelle ore in cui Philae toccava la superficie del nucleo cometario ha dato i suoi frutti. 

A dire il vero, già ieri diversi appassionati, esaminando attentamente la prima immagine pubblicata (quella scattata dalla NavCam che ritraeva il punto di primo contatto in Agilkia prima e dopo l'impatto) avevano notato qualcosa di interessante; particolarmente efficace questa elaborazione fatta da E.Kerins che ha sottratto tra loro le due immagini (dopo averle accuratamente allineate) e ha così evidenziato con grande chiarezza la nuvoletta scura i polvere sollevata dall'impatto e, poco più a destra, il lander con la sua ombra (una tecnica simile si è utilizzata in passato per evidenziare i "dust devil" fotografati in lontananza dai rover marziani):

#CometLanding Philae

Questa l'animazione ufficiale aggiornata:

Philae #CometLanding

Credits: ESA/Rosetta/NAVCAM; pre-processed by Mikel Catania

Ed ecco finalmente il nuovo, spettacolare montaggio delle 4 immagni riprese con la "Narrow Cam" nel corso di mezz'ora:

PHILAE osservato da OSIRIS

Credit: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Le immagini utilizzate, riprese mentre Rosetta era a 17.5 km dal centro della cometa (circa 15.5 km dalla superficie) hanno una risoluzione di 28 cm/pixel (circa la metà del corpo di Philae, che si vede benissimo); i riquadri ingranditi misurano 17 x 17 m.

E' interessante notare come, rispetto all'immagine NavCam ripresa solo 1 minuto e mezzo dopo il TouchDown, qui la nuvoletta scura di polvere sembra essersi completamente dissolta (ricaduta al suolo) mentre si vedono 3 chiare affossamenti sul terreno che dovrebbero essere le impronte lasciate dai piedi del lander, sebbene appaiano un pò troppo distanziate... Ricordiamo che il primo touch-down è avvenuto alle 15.34 GMT, quindi la sequenza inizia 20 minuti prima e termina 9 minuti dopo quell'istante. Si vede chiaramente come l'impatto abbia fatto cambiare direzione di Philae, circa 55° verso destra (qui non sto considerando gli eventuali effetti prospettici dovuti alla non verticalità della linea di vista rispetto alla superficie del nucleo cometario); la traiettoria approssimativa è mostrata nell'immagine sottostante.

Philae #CometLanding

Immagine ripresa da Rosetta molto prima della discesa (2 Settembre) e che mostra la traiettoria del lander prima e dopo il primo touchdown (punto indicato dalla croce rossa)
Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

L'ultima immagine del mosaico ritrae Philae davanti a una zona nera (l'ombra di una scarpata illuminata) a una distanza di circa 205 metri dal punto di contatto, ovvero una velocità orizzontale di 38 cm/s. Dato che il rimbalzo è durato 110 minuti, il punto di atterraggio è sensibilmente diverso da quello dichiarato inizialmente e dovrebbe trovarsi a 2.5km da Agilkia. Purtroppo la forma della cometa non è sferica e anche il suo debolissimo campo gravitazionale è molto irregolare e noto solo in parte... perciò, il lander potrebbe essere finito davvero lontano, dall'altra parte del lobo superiore o persino vicino al "collo" attivo della cometa (ipotesi questa da far tremare i polsi!).

Fonti:
http://www.esa.int/spaceinimages/Images/2014/11/First_touchdown
https://twitter.com/Eamonn_Kerins/status/533967071705448448/photo/1
http://www.esa.int/spaceinimages/Images/2014/11/First_touchdown
http://www.esa.int/spaceinimages/Images/2014/11/OSIRIS_spots_Philae_drifting_across_the_comet

Read 1610 times Ultima modifica Sabato, 17 Gennaio 2015 16:51
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Latest from Marco Di Lorenzo (DILO)

2 commenti

  • Comment Link Marco Martedì, 18 Novembre 2014 14:12 posted by Marco

    Certo che poteva ribaltarsi o anche atterrrare a testa in giù, dato che dopo il primo rimbalzo non era più stabilizzato...
    E' andata tutto sommato bene, soprattutto se si risveglierà e sarà in grado di fare nuove misure...

  • Comment Link Nik Luby Martedì, 18 Novembre 2014 08:07 posted by Nik Luby

    Beh....poteva andare peggio....atterrando sulla superficie scoscesa del cratere, il lander, secondo voi, avrebbe avuto anche la possibilità di ribaltarsi? :cry:

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 4 Aprile

statisticaMENTE

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 4 Aprile sera)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 4 Aprile [Last update: 04/04/2020]

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 3 Aprile [Last update: 04/03/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 2/4/20 - Sol 478] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 25/3/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 21 Marzo [updated on March,21]

HOT NEWS