Scritto: Venerdì, 26 Ottobre 2018 11:03 Ultima modifica: Sabato, 27 Ottobre 2018 11:32

Primi dettagli nelle foto di Bennu!


A poco più di un mese dalla data di arrivo di OSIRIS-REx, pubblicate le prime immagini che mostrano dettagli superficiali del piccolo asteroide in rotazione.

Rate this item
(0 votes)
La sequenza di tre immagini che forma l'animazione. In alto le immagini originali (ruotate), in basso le versioni "de-pixellizzate" La sequenza di tre immagini che forma l'animazione. In alto le immagini originali (ruotate), in basso le versioni "de-pixellizzate" Credit: NASA/Goddard/University of Arizona - Processing: M. Di Lorenzo

 L'animazione pubblicata la notte scorsa dalla NASA è una sequenza di 3 immagini dalla fotocamera telescopica OCAMS-PolyCam, registrate lo scorso 23 Ottobre dalla sonda NASA. Esse mostrano i primi flebili dettagli sulla superficie dell'asteroide largo 500 metri, consentendo di apprezzarne la rotazione. La forma di Bennu è chiaramente simile a quella di Ryugu, cosa già nota dalle osservazioni radar fatte quando Bennu è passato accanto alla Terra, anni fa. Contrariamente al suo gemello più grande, però, Bennu sembrerebbe avere una rotazione "prograda" cioè la stessa che hanno la Terra e la maggior parte dei pianeti (da Ovest a Est); questo, naturalmente, a patto che il Nord sia in alto nelle immagini. Si nota anche una differenza di riflettività tra i due emisferi (quello meridionale sembra più chiaro), con ampie chiazze più scure. In prossimità del terminatore (a sinistra) la prima immagine sembra mostrare un grosso cratere mentre la seconda c'è un piccolo rilievo che sembra emergere dall'ombra. Tuttavia, si tratta di prime impressioni di chi scrive, tutte da confermare.

Bennu 13px small

Credit: NASA/Goddard/University of Arizona

 Al momento degli scatti, la sonda distava a quasi 3000 km da Bennu e l'asteroide misurava circa 13 pixel di diametro sul sensore. In questo momento, invece, la distanza è più che dimezzata e le dimensioni apparenti sono salite già oltre 27 pixel. Tra 3 giorni, la sonda accenderà di nuovo i motori per effettuare la terza "frenata" AAM-3 che ridurrà drasticamente la velocità già bassa: si passerà dagli attuali 5,2 m/s (come una bicicletta) a 0,8 m/s (una persona che passeggia).

 Per l'occasione è stato pubblicato anche il seguente confronto tra Bennu e Giove, ripresi in condizioni analoghe (stessa fotocamera e stesso tempo di esposizione di 4.2 millisecondi). Mentre l'immagine del primo risale a 4 giorni fa da 3650 km di distanza, il pianeta Gigante è stato ritratto quasi 2 anni fa nel corso di una ricerca di asteroidi troiani (Earth Trojan Asteroid Search) quando il pianeta era a 673 milioni di km. A parte le ovvie considerazioni sulle dimensioni apparenti e sulla forma, salta all'occhio il fatto che, nonostante Bennu sia 5 volte più vicino al Sole e quindi illuminato con una luce 25 volte più intensa, la sua superficie appaia decisamente più scura, segno che la sua albedo è nettamente più bassa di Giove (anche se in modo non così drastico come sembra, a causa del diverso angolo di fase ovvero della illuminazione sfavorevole perchè non frontale).

banner med 854x480

Bennu (a sinistra) fotografato il 22 Ottobre e Giove (a destra) ripreso il 12/2/2017 - Credit: NASA/Goddard/University of Arizona - Processing: M. Di Lorenzo

 Questo naturalmente è solo l'inizio e nei prossimi giorni vedremo dettagli sempre più intriganti. Nel frattempo, è possibile seguire i progressi nell'avvicinamento di OSIRIS-REx a Bennu sul Mission Log dedicato

 

Riferimenti:
https://www.asteroidmission.org/bennu-13px/
https://www.asteroidmission.org/bennu-jupiterosirisrexobservations/

 

 

Altre informazioni su questo articolo

Read 351 times Ultima modifica Sabato, 27 Ottobre 2018 11:32
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
More in this category: « 1,2,3 Bennu! Bennu, finalmente! »

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Please enable the javascript to submit this form

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 16 luglio

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 16 luglio ore 21)

  • Tiangong-2 orbit
    Tiangong-2 orbit

    Evoluzione dell'orbita della seconda stazione spaziale cinese. Aggiornamento del 16/7 [Last update: 07/16]

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 16/7 [Last update: 07/16]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 14/6/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubbe Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 13/7 [Last update: 07/13].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 14/7 - Sol 222]

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 15/6/19).

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 10 luglio [updated on July, 10]

HOT NEWS