Scritto: Domenica, 14 Settembre 2014 11:40 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:34

New Horizons osserva Idra per la prima volta


Utilizzando la fotocamera Long Range Reconnaissance Imager (LORRI), la sonda della NASA New Horizons ha ripreso per la prima volta la luna più esterna conosciuta di Plutone, Idra.

Le immagini fanno parte di una serie di riprese a lunga esposizione che il team sta utilizzando alla ricerca di nuove lune e detriti potenzialmente pericolosi per la sonda quando si avvicinerà al sistema di Plutone durante il prossimo anno.

Rate this item
(0 votes)

New Horizons LORRI: Hydra

Credit: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Southwest Research Institute

Utilizzando la fotocamera Long Range Reconnaissance Imager (LORRI), la sonda della NASA New Horizons ha ripreso per la prima volta la luna più esterna conosciuta di Plutone, Idra.

Le immagini fanno parte di una serie di riprese a lunga esposizione che il team sta utilizzando alla ricerca di nuove lune e detriti potenzialmente pericolosi per la sonda quando si avvicinerà al sistema di Plutone durante il prossimo anno.

Le foto sono state scattate il 18 luglio e il 20 luglio, quando la sonda si trovava a 430 milioni chilometri da Plutone.
Combinando la metà di queste riprese, il team è riuscito ad ottenere un buon dettaglio di Idra che, in base ai calcoli, non si sarebbe dovuta vedere fino al prossimo gennaio, quando New Horizons si troverà circa due volte più vicino.

New Horozons LORRI: Hydra - Credit: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Southwest Research Institute / Marco Di LorenzoNel mosaico in apertura, Plutone è la sfera di alcuni pixel sovraesposta al centro dei frame, mentre la striscia scura che emerge a destra è un artefatto della fotocamera causato dalla sovraesposizione.
Gli stack ottenuti sulle due date appaiono quasi identici e le differenze sono mostrate nella colonna di destra della composizione.
Nella riga in basso Idra è indicata con un marcatore che ne mette in risalto il movimento.

Qui a fianco, una vista più contrastata delle riprese del 18 luglio processata da Marco Di Lorenzo.

"Sono entusiasta di questo primo rilevamento di Hydra", dice Alan Stern, del Southwest Research Institute. "E arrivato un po' come un premio dalle attività spaziali di questa estate".

New Horizons ha superato l'orbita di Nettuno a fine agosto ed è tornata in ibernazione, l'ultima, fino al prossimo 6 dicembre.

New Horizons LORRI: Hydra

Credit: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Southwest Research Institute

Letto: 1965 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:34
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 17/1/21 - Sol 760] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 16 gennaio [Last updat...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista