Scritto: Domenica, 29 Giugno 2014 18:49 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:34

Un'estate intensa per la sonda della NASA New Horizons


L'estate dovrebbe essere un periodo di vacanza, almeno per molti, ma di sicuro non lo è per le missioni spaziali che invece vivranno momenti di intesa attività.

E' il caso della sonda della NASA New Horizons che si è appana risvegliata dal letargo, iniziato 5 mesi e 100 milioni di chilometri fa.

Rate this item
(0 votes)

NASA New Horizons

Credit: Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Southwest Research Institute (JHUAPL/SwRI)

L'estate dovrebbe essere un periodo di vacanza, almeno per molti, ma di sicuro non lo è per le missioni spaziali che invece vivranno momenti di intesa attività.

E' il caso della sonda della NASA New Horizons che si è appana risvegliata dal letargo, iniziato 5 mesi e 100 milioni di chilometri fa.

Dopo un controllo approfondito dei sistemi e strumenti di bordo, il team sarà impegnato per raffinare l'orbita della sonda effettuando piccole correzioni di rotta.

Percorso delle sonde Voyager della NASA - credit: NASAA fine agosto New Horizons attraverserà l'orbita di Nettuno, il pianeta più esterno esplorato dalla missione Voyager 2, 25 anni prima (agosto 1989).

La sonda Voyager 2, da Nettuno, non era nella posizione migliore per raggiungere Plutone ma, dopo il flyby intorno a Saturno, la Voyager 1 avrebbe potuto proseguire in quella direzione se la NASA lo avesse considerato come target successivo. Tuttavia non fu così e l'opzione venne abbandonata nel 1980.

Per cui, New Horizons sarà a prima sonda ad arrivare in orbita intorno a Plutone e forse è meglio così dato che oggi ne sappiamo molto di più su mondo. Basta ricordare che la sua atmosfera fu scoperta nel 1988, la superficie irregolare e calotte polari solo dopo il 1990 con le osservazioni del telescopio spaziale Hubble, così come della fascia di Kuiper e dei pianeti nani all'epoca non si sapeva nulla.

Durante questo periodo di coscienza, la sonda ci regalerà anche un assaggio di scienza.
La fotocamera LORRI (Long Range Reconnaissance Imager) sarà utilizzata per la prima campagna di navigazione ottica e nel mese di luglio dovrebbe riprendere una sequenza di immagini di Plutone e Caronte in movimento, da un punto di vista mai osservato prima.

Al 17 giugno:
- New Horizons era a circa 4,3 miliardi chilometri dalla Terra
- a quella distanza, circa 29 volte la distanza Terra - Sole, un segnale radio dalla Terra ha bisogno di 3 ore e 58 minuti per raggiungere New Horizons.
- dal lancio New Horizons ha coperto il 90% del viaggio

Lanciata il 19 gennaio 2006, New Horizons avrà il suo massimo avvicinamento a Plutone il 14 luglio 2015 alle 11:49 UTC. Viaggiando ad oltre 55.500 chilometri all'ora è uno dei veicoli più veloci mai costruito.

Approfondimenti:
http://pluto.jhuapl.edu/overview/piPerspective.php

Letto: 2244 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:34
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 17/1/21 - Sol 760] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 16 gennaio [Last updat...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista