Scritto: Sabato, 29 Dicembre 2018 17:01 Ultima modifica: Lunedì, 31 Dicembre 2018 20:35

Un capodanno spaziale per New Horizons e Ultima Thule


New Horizons sta per compiere un'altra memorabile impresa: il giorno di capodanno diventerà la prima sonda a sorvolare un secondo oggetto della Fascia di Kuiper. L'incontro con 2014 MU69, soprannominato Ultima Thule, si verificherà alle 05:33 UTC del 1 gennaio 2019, ad una velocità di 14,43 chilometri al secondo e ad una distanza minima di 3.500 chilometri.

Rate this item
(0 votes)
La posizione di New Horizons rispetto ad Ultima Thule a 1 giorno, 1 ora e 5 minuti dal fly-by La posizione di New Horizons rispetto ad Ultima Thule a 1 giorno, 1 ora e 5 minuti dal fly-by

In uno degli angoli più remoti del Sistema Solare, là dove il Sole è brillante come una Luna piena sulla Terra, una sonda inviata dall'uomo sta per scrivere un'altra pagina di storia dell'esplorazione spaziale: nessuno sa cosa vedrà di preciso e che aspetto avrà Ultima Thule. 
Nonostante le molte osservazioni effettuate anche con il supporto dei telescopi terrestri, sappiamo poco di questo KBO: per ora possiamo solo dire che non è sferico ma è probabilmente composto da due oggetti, o comunque ha una forma allungata e manifesta una strana e piatta curva di luce. Al massimo avvicinamento, dovrebbe apparire grande quanto il nostra Luna nel cielo notturno ma molto più scuro a causa della distanza dal Sole (6,6 miliardi di km).
L'impresa sarà ardua: con una buona dose di incognite, New Horizons dovrà centrare il bersaglio durante il sorvolo con estrema precisione e con tutti i suoi strumenti perché non avrà una seconda possibilità.

Come era successo per Plutone, il fly-by non potrà realmente essere seguito in diretta: New Horizons, infatti, durante il momento cruciale non comunicherà con la Terra perché si concentrerà sulla raccolta di quanti più dati possibili nel poco tempo a disposizione ed una volta che punterà la sua antenna verso di noi, ci vorranno più di sei ore per ricevere il segnale. Inoltre, le immagini raw non saranno immediatamente rilasciate (salvo quelle che verranno mostrate in conferenza stampa) perché per questa missione, a differenza di altre (Curiosity, Opportunity, InSight e in precedenza Cassini), la politica è diversa.

Ma vediamo nel dettaglio la sequenza degli eventi principali (ora italiana).

  • 31 dicembre 2018 02:31 - 05:56 > downlink
    Le immagini di LORRI avranno una risoluzione di 8 chilometri per pixel, quindi Ultima Thule misurerà 3 o 4 pixel in tutto che saranno comunque sufficienti ad intuire la forma con maggior precisione. MVIC non riuscirà a risolvere il target.
  • 31 dicembre 2018 18:10 - 21:55 > downlink
    Le immagini di LORRI avranno una risoluzione di 5 chilometri per pixel, quindi Ultima Thule misurerà 5 o 7 pixel in tutto che saranno comunque sufficienti ad intuire la forma con maggior precisione. MVIC risolverà appena il target; i dati di LEISA saranno irrisolti; Alice, SWAP, PEPSSI e SDC proveranno a raccogliere qualche informazione.
    Tra le 20:00 e 21:00 è previsto un briefing su NASA tv con successivo Q&A.
  • 1 gennaio 2019
    Alle 2:00 ed alle 6:15 sono previste due trasmissioni su NASA tv per seguire le fasi cruciali dell'avvicinamento ma di fatto non si riceverà alcuna comunicazione dal veicolo spaziale.
    06:33 > Fly-by (in base all'ultimo Tweet uffciale, la distanza minima sarà 3.570 chilometri)
    16:28 - 16:45 > acquisizione del segnale in diretta su NASA tv a partire dalle 16:00 (non sarà trasmesso alcun dato scientifico ma solo lo stato di salute della sonda)
    17:30 > Conferenza stampa su NASA tv 
    21:15 - 00:35 (2 gennaio 2019) > downlink
    Le immagini di LORRI avranno una risoluzione di 300 metri per pixel, quindi Ultima Thule dovrebbe misurare almeno 100 pixel (abbastanza per vedere alcuni dettagli della superficie); Alice, SWAP e SDC otterranno più dati.
  • 2 gennaio 2019 02:55 - 09:39 > downlink
    Le immagini di LORRI avranno una risoluzione di 140 metri per pixel, quindi Ultima Thule dovrebbe misurare almeno 200 pixel e potrebbe uscire dal campo della fotocamera se il puntamento non sarà perfetto; MVIC 900 metri per pixel (arrivano le informazioni colore su Ultima Thule!).
    17:44 - 09:10 (3 gennaio 2019) > downlink
    Ancora immagini da LORRI con risoluzione 140 metri per pixel; LEISA a 1.8 chilometri per pixel con 28 lunghezze d'onda; radio scienza; SWAP; PEPSSI
    20:00 > briefing NASA tv (risultati scientifici
  • 3 gennaio 2019 20:00 > briefing NASA tv (risultati scientifici

Al massimo avvicinamento, l'obiettivo è raccogliere immagini con LORRI ad una risoluzione di 35 metri per pixel, che risulteranno migliori rispetto a quelle di Plutone dove la massima risoluzione era di 70-80 metri per pixel. Tuttavia, dovremo aspettarci presumibilmente delle foto un po' mosse alla distanza minima: tutto dipenderà dai tempi di esposizione che il team avrà scelto di impostare.
Centrare Ultima Thule al volo (è proprio il caso di dirlo!) sarà una bella sfida. Tra oggi e domani una fase di "timing update" servirà a migliorare la sequenza di osservazioni in base agli ultimi dati ed alla posizione dell'oggetto trans-nettuniano, raffinata grazie alle recenti immagini. 

Nel grafico qui sotto, Marco Di Lorenzo ha riassunto chiaramente cosa accadrà: come avverrà l'approccio e come varieranno le dimensioni di Ultima Thule nel campo visivo di LORRI:

Ultima Thule approccio finale

Appuntamento nelle prossime ore per un cenone spaziale! :)

Altre informazioni su questo articolo

Read 299 times Ultima modifica Lunedì, 31 Dicembre 2018 20:35
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Mi occupo di web, web marketing e comunicazio online e sono alla ricerca di nuove opportunità (visita il mio sito elisabettabonora.info!).
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Please enable the javascript to submit this form

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 21 Maggio.

Log: Missioni e Detriti

  • Tiangong-2 orbit
    Tiangong-2 orbit

    Evoluzione dell'orbita della seconda stazione spaziale cinese. Aggiornamento del 20/5 [Last update: 05/20]

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 20/5 [Last update: 05/20/19]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 17/5/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubbe Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 20/5 [Last update: 05/20/19].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 21/5 - Sol 171]

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 10/5/19).

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 21 Maggio [updated on May,21]

HOT NEWS