Print this page
Scritto: Lunedì, 12 Ottobre 2015 05:08 Ultima modifica: Lunedì, 12 Ottobre 2015 14:10

Nuove immagini da New Horizons svelano Stige


Le immagini arrivate a Terra il 5 ottobre 2015, riprese del Long Range Reconnaissance Imager (LORRI) a bordo della sonda della NASA New Horizons, svelano nuovi dettagli sulle dimensioni e la forma di Stige, la piccola luna di Plutone subito oltre l'orbita di Caronte.

Rate this item
(0 votes)
Nuove immagini da New Horizons svelano Stige Credits: NASA/JHUAPL/SwRI

Nelle foto scattate circa 12,5 ore prima del massimo avvicinamento al Pianeta Nano, Stige appare poco più di un puntino luminoso.
In quel momento la distanza tra il piccolo satellite e New Horizons era di 631.000 chilometri, troppi per vedere i particolari, anche per la potente fotocamera LORRI.

Stige: immagine raw lor_0299137075_0x630_sci_3

Immagine raw lor_0299137075_0x630_sci_3
Credits: NASA/JHUAPL/SwRI

"Anche se può non sembrare molto, la nuova immagine di Stige rivela una luna molto allungata, di 7 per 5 chilometri circa", ha detto nel report Hal Weaver, Project Scientist della missione al Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory di Laurel, Maryland.

A dire il vero confidavo in una risoluzione appena migliore, tanto da poter intuire qualche caratteristica geomorfologica ma non è detta l'ultima parola perché qualche buona immagine potrebbe ancora essere custodita a bordo della sonda. Ad ogni modo, come avevo già scritto in un post precedente, per Stige e Cerbero non saranno disponibili grandi reportage fotografici perché i due satelliti di Plutone sono stati scoperti in tempi recenti, 2011 e 2012 rispettivamente. All'epoca il programma della missione era già ben definito e anche se il team aveva lasciato qualche osservazione "TBD", cioè da determinare (To Be Determined), per eventuali rivelazioni lungo il percorso, alla fine queste sono state le uniche sessioni di imaging dedicate alle due lune.

Il team potrà comunque combinare le nuove foto con i dati sulla luminosità acquisiti per diversi mesi durante l'avvicinamento per ottenere una stima più precisa della forma e delle proprietà di rotazione della luna

Altre informazioni su questo articolo

Read 1817 times Ultima modifica Lunedì, 12 Ottobre 2015 14:10
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.