Scritto: Sabato, 05 Settembre 2015 07:02 Ultima modifica: Sabato, 05 Settembre 2015 08:30

New Horizons inizia un intenso downlink di dati e promette immagini strepitose


Dopo sette settimane dallo storico flyby nel sistema di Plutone, la sonda della NASA New Horizons ha iniziato ad inviare sulla Terra una grande mole di dati. L'intenso downlink di decine di gigabit è iniziato oggi e ci vorrà circa un anno per completarlo.

Rate this item
(0 votes)
L'immagine, catturata il 14 luglio 2015, riprende la zona equatoriale di Plutone. E' stata scattata  circa 1 ora e mezza prima del massimo avvicinamento e mostra una catena montuosa informalmente chiamata "Norgay Montes". L'immagine, catturata il 14 luglio 2015, riprende la zona equatoriale di Plutone. E' stata scattata circa 1 ora e mezza prima del massimo avvicinamento e mostra una catena montuosa informalmente chiamata "Norgay Montes". Credits: NASA-JHUAPL-SwRI

Le stazioni del Deep Space Network (DSN) della NASA sono entrate in piena attività mentre il team assicura immagini strepitose, nulla in confronto a quella in apertura scattata circa un'ora e mezza prima del massimo avvicinamento a Plutone, da una distanza di 77.000 chilometri.

"La missione New Horizons ha richiesto molta pazienza per molti anni ma dalla piccola quantità di dati del flyby che abbiamo ricevuto finora, sappiamo che è valsa la pena aspettare", ha detto Hal Weaver, scienziato del progetto alla Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory a Laurel, nel Maryland.
"E quello che sta arrivando non è solo il restante 95% dei dati che è ancora a bordo della sonda: è il miglior set di dati, di immagini ad alta risoluzione, spettri, dati astronomici ed altro ancora. Un vero tesoro di informazioni", ha aggiunto.

Anche se si muove alla velocità della luce, il segnale radio inviato dalla sonda impiega più di 4 ore e mezza per coprire una distanza di 4,8 miliardi di chilometri e raggiungere la Terra. Il tasso tipico di downlink sarà di circa 1-4 kilobit al secondo in questo periodo.

A dire il vero ancora non mi è troppo chiaro il motivo di questa pausa estiva: ricorderete che il catalogo raw è rimasto fermo al 16 luglio con le foto di Plutone e Caronte retroilluminati dal Sole.
In questi due mesi, il team si è concentrato sugli strumenti a "bassa velocità" ("low-speed"), cioè SWAP (Solar Wind Around Pluto), PEPSSI (Pluto Energetic Particle Spectrometer Science Investigation) e SDC (Student Dust Counter). LORRI (Long Range Reconnaissance Imager), Ralph, Alice e REX (Radio Science EXperiment) sono, invece, chiamati ad "alta velocità" ("high-speed"), dove per velocità si intende il modo con cui i dati vengono scritti a bordo della sonda. Oltre a questo ci sono varie speculazioni circa un cambiamento della politica di rilascio (ne aveva parlato Emily Lakdawalla nel suo blog): da una parte sarebbero subentrate delle complicazioni tecniche di conversione ed elaborazione delle informazioni raw, dall'altra un desiderio di esclusiva e problemi di coordinamento tra le diverse squadre.

Ad ogni modo, ecco la frase che aspettavo:
"Il team continuerà a postate le nuove immagini non elaborate del Long Range Reconnaissance Imager (LORRI) sul sito di New HorizonsNew Horizons ogni venerdì", si legge nell'ultimo report.
"Il prossimo rilascio è previsto per l'11 settembre", WOW non vedo l'ora!

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 1860 volta/e Ultima modifica Sabato, 05 Settembre 2015 08:30
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 25 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 gennaio [updated on Jan,25]...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/1/21 - Sol 768] - Mete...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 25 gennaio [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 Gennaio [Last ...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista