Scritto: Mercoledì, 04 Gennaio 2023 06:00 Ultima modifica: Mercoledì, 04 Gennaio 2023 06:08

Juno recupera memoria


A seguito di un'interruzione del downlink dopo il 47° sorvolo di Giove del 14 dicembre 2022, la navicella della NASA Juno sta recuperando la memoria.

Rate this item
(2 votes)
Juno recupera memoria
Crediti: NASA

Il team ha riavviato il computer di bordo e il 17 dicembre ha messo il veicolo spaziale in "modalità provvisoria", uno stato in cui sono operativi solo i sistemi essenziali come precauzione. Ora, in base all'ultimo aggiornamento pubblicato dall'Agenzia, il recupero dei dati scientifici dell'ultimi fly-by sta procedendo positivamente.
"I dati scientifici del più recente sorvolo di Giove e della sua luna Io sembrano essere intatti", ha scritto la NASA.

Si ritiene che l'interruzione si sia verificata quando la navicella ha attraversato una zona della magnetosfera di Giove caratterizzata da un'intensa radiazione ma non c'è alcuna indicazione che il picco possa aver danneggiato i dati raccolti. Tuttavia, solo quando il downlink sarà completato, il team potrà valutare eventuali perdite.

Juno ha lasciato la Terra nell'agosto 2011, percorrendo 2,7 milioni di chilometri ed entrando in orbita attorno al pianeta gigante 5 anni dopo, il 4 luglio 2016.
Il suo obiettivo è quello di rispondere alle domande sulla composizione e le origini di Giove.
La sonda impiega 53 giorni terrestri per orbitare attorno al pianeta e durante la sua missione primaria ha raccolto 3 terabit di dati scientifici e alcune incredibili immagini di Giove e delle sue lune.

La missione principale del veicolo spaziale si è conclusa a luglio e si prevede che il veicolo spaziale continuerà le sue operazioni scientifiche estese almeno fino al 2025

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 771 volta/e Ultima modifica Mercoledì, 04 Gennaio 2023 06:08

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno" (segui su LinkedIn le mie attività professionali).
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri articoli in questa categoria: « Giove e Ganimede si tengono al guinzaglio
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 7 febbraio

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 febbraio. Statistiche su...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB