Scritto: Sabato, 28 Maggio 2016 07:59 Ultima modifica: Sabato, 28 Maggio 2016 09:55

Juno entra nel regno di Giove


Dopo cinque anni di viaggio, la sonda della NASA Juno si trova a 724 milioni di chilometri dalla Terra e la sua traiettoria è ormai sotto l'influenza di Giove. Il gigante gassoso sarà raggiunto il 4 luglio alle 15:38 UTC.

Rate this item
(0 votes)
Juno entra nel regno di Giove Crediti: NASA/JPL-Caltech

"Oggi l'influenza gravitazionale di Giove è testa a testa con quella del Sole. Da domani, e per il resto della missione, le perturbazioni sulla traiettoria saranno dominate dalla gravità di Giove mentre quelle di altri corpi celesti saranno insignificanti", ha spiegato nel report Rick Nybakken, responsabile della missione al Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California.

Juno (JUpiter Near-polar Orbiter) è stata lanciata il 5 agosto 2011.
Il 13 gennaio 2016 ha battuto il suo primo record diventando il veicolo spaziale ad energia solare più lontano lanciato dall'uomo, strappando il titolo a Rosetta che aveva marcato i 792 milioni di chilometri nel mese di ottobre 2012, durante il suo approccio alla cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko.

Posizione di Juno il 6 maggio 2016

Il 6 maggio 2016 Juno si trovava a 724 milioni di chilometri dalla Terra ed il tempo di percorrenza del segnale era di circa 40 minuti.
La sonda sta viaggiando a circa 26,9 chilometri al secondo rispetto alla Terra, circa 6,7 chilometri al secondo rispetto al Sole e circa 6 chilometri al secondo rispetto a Giove. Ha ormai percorso 2,8 miliardi di chilometri o 18.73 Unità Astronomiche dal lancio e rimangono 31 milioni di chilometri o 0.20 Unità Astronomiche per entrare in orbita attorno a Giove.

Il 4 luglio (una data storica per gli Stati Uniti!), dovrà inserirsi nell'orbita di Giove accendendo il suo motore principale per 35 minuti.
Una volta in orbita, la sonda girerà attorno al pianeta 37 volte in 20 mesi di attività scientifica, sfiorando la cima delle nuvole da 5.000 chilometri di quota. Durante i fly-by, la sonda, grande come un autobus, studierà i sistemi nuvolosi, le aurore, cercherà di fornire indizi sulle origini del pianeta, sulla struttura della sua atmosfera e magnetosfera. Al nostro paese va il merito di aver fornito lo spettrometro infrarosso JIRAM (Jovian InfraRed Auroral Mapper) e lo strumento di radioscienza KaT (Ka-Band Translator).

L'ultimo veicolo terreste ad aver visitato Giove è stata la sonda New Horizons, nel 2007, che con Juno appartiene allo stesso programma New Frontiers della NASA.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 2546 volta/e Ultima modifica Sabato, 28 Maggio 2016 09:55
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 14/1/21 - Sol 758] - Mete...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 12 Gennaio [Last ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 gennaio [Last update...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 10/11/20). Le manovre della so...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista