Scritto: Sabato, 25 Aprile 2015 10:16 Ultima modifica: Martedì, 05 Maggio 2015 10:37

Dawn: prima orbita con brivido!


Subito dopo essere entrata nella sua prima orbita, la sonda ha sperimentato un reset senza conseguenze.

Rate this item
(0 votes)
rappresentazione artistica di Dawn mentre effettua la manovra di inserzione sorvolando il lato non illuminato di Cerere, circa 15 gorni fa. rappresentazione artistica di Dawn mentre effettua la manovra di inserzione sorvolando il lato non illuminato di Cerere, circa 15 gorni fa. Credit: NASA/JPL

 Chi ha seguito di recente il "Mission Log" su questo sito, saprà che giovedì scorso la sonda Dawn si è finalmente inserita nella sua prima orbita vera e propria attorno a Cerere. L'annuncio ufficiale dell'inserimento in orbita era stato dato già il 6 Marzo scorso ma in quella occasione, in realtà, era avvenuta solo la cattura gravitazionale da parte del pianeta nano; in altre parole, l'energia totale di Dawn (ovvero la somma di energia cinetica e gravitazionale) era divenuta negativa, come si vede nel seguente grafico (la scala relativa all'energia per unità di massa è a destra, quella a sinistra si riferisce alla distanza ed è logaritmica)

mah

 Dato che l'orbita iniziale era estremamente allungata o "eccentrica", e quindi non adatta ad uno studio sistematico del pianeta nano, la sonda ha continuato a modificare la sua traiettoria tenendo i motori a ioni costantemente accesi, se escludiamo le 6 pause in cui ha ripreso immagini e comunicato a Terra. Nell'ultimo mese e mezzo, Dawn ha compiuto una complessa manovra che l'ha portata fino a una distanza massima di oltre 78000 km da Cerere per poi riavvicinarsi e finire progressivamente su un'orbita polare circolare a 13500 km dalla superficie di Cerere. La distanza è stata scelta in modo tale da poter riempire l'inquadratura della fotocamera di bordo con l'intero disco di Cerere (il quale ha ora le stesse dimensioni apparenti di un pallone da calcio visto da 3m di distanza). 

 Appena inserita nella "orbita scientifica RC3", però, è avvenuto un imprevisto, per fortuna senza serie conseguenze: a seguito di un ritardo nella trasmissione di una sequenza di comandi da terra, la sonda è entrata in "safe mode", una modalità di emergenza in cui vengono interrotte le normali attività scientifiche e il veicolo rimane in ascolto di nuove istruzioni da Terra. Le istruzioni, per fortuna, sono arrivate subito e ieri la sonda ha ripreso le sue normali attività. In questo momento sta ricevedo e trasmettendo dati verso l'antenna americana di Goldstone mentre stamattina era in connessione con l'antenna spagnola di Madrid (l'attività della rete di comuncazione Deep Space Network della NASA può essere seguita in tempo reale su questa pagina).

 Nell'animazione sottostante, realizzata partendo dalle immagini del simulatore JPL, è possibile vedere le manovre effettuate dalla sonda negli ultimi giorni, con lo spegnimento dei motori e il sorvolo del polo sud (si noti anche il miglioramento nella texture di Cerere, ora dai colori più realistici):

Animazione1 copy copy

 In questi primi tre giorni di orbita RC3, Dawn sta sorvolando il Polo Sud di Cerere, e sta raccogliendo molte immagini e spettri nel visibile e nell'infrarosso, mentre l'angolo di fase aumenta e la porzione illuminata diminuisce. Quando la sonda attraverserà 29 gradi di latitudine sud sul lato notturno, non sarà più prudente puntare i suoi strumenti sensibili in quella direzione, perché troppo vicina al Sole; in questa fase, Dawn impiegherà un paio di giorni per trasmettere a Terra tutti i dati raccolti e immagazzinati in memoria. Martedi prossimo, la sonda supererà la latitudine 21° nord e punterà nuovamente i suoi sensori verso Cerere e suoi dintorni, continuando a raccogliere dati fin quasi sopra il polo nord, il primo Maggio. A quel punto, Dawn avrà completato poco più di metà della sua prima orbita.

 Intanto il JPL ha indetto un simpatico sondaggio per conoscere quale sia, nel pubblico, la spiegazione più verosimile sulla vera natura del famoso "spot 5", la doppia macchia chiara all'interno di un cratere. Per ora l'ipotesi più gettonata è quella di un deposito di ghiaccio, seguita a notevole distanza dall'ipotesi gayser o vulcano.

sondaggio

Riferimenti:
- www.jpl.nasa.gov/dawn/world_ceres/
- http://dawnblog.jpl.nasa.gov/?p=2437

Read 2661 times Ultima modifica Martedì, 05 Maggio 2015 10:37
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 31 Maggio

statisticaMENTE

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 31 Maggio sera)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 30 Maggio [Last update: 05/30/2020]

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 30 Maggio [Last update: 05/30/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 30/5/20 - Sol 535] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 29/4/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 1 Maggio [updated on May,01]

HOT NEWS