Scritto: Martedì, 02 Maggio 2017 20:34 Ultima modifica: Mercoledì, 03 Maggio 2017 09:03

Cassini e il "grande vuoto"


Ieri sera la sonda ha effettuato il suo secondo passaggio tra Saturno e gli anelli, mentre i dati relativi al primo attraversamento hanno rivelato una sorprendente scarsità di impatti.

Rate this item
(0 votes)
Confronto tra gli spettrogrammi registrati da RPWS durante l'attraversamento del piano degli anelli all'esterno (in alto) e all'interno (in basso) Confronto tra gli spettrogrammi registrati da RPWS durante l'attraversamento del piano degli anelli all'esterno (in alto) e all'interno (in basso) Credits: NASA/JPL-Caltech/University of Iowa

 Lo scorso 27 aprile, la sonda Cassini ha inaugurato la fase finale della sua missione, tuffandosi nello spazio a soli 300 km dall'anello C e sorvolando le nubi di Saturno a 3000 km di altezza. E' stata una impresa mai tentata prima e gli scenziati si aspettavano che la sonda incontrasse un numero consistente di particelle o perlomeno grani di polvere, al momento dell'attraversamento del piano degli anelli; del resto, manovre analoghe effettuate all'esterno degli anelli avevano mostrato un incremento del numero di impatti, per fortuna innocui perchè dovuti a particelle minuscole.

 In considerazione del rischio e per evitare danneggiamenti eccessivi, il team di navigazione ha utilizzato la grande antenna-radar (costruita in Italia da Alenia) come scudo protettivo. Questo ha permesso di raccogliere dati solo attraverso due strumenti rismasti direttamente esposti allo spazio, le antenne del magnetometro e del Radio and Plasma Wave Science (RPWS). Ebbene, con grande sorpresa, quest'ultimo strumento che in precedenza aveva registrato un gran numero di urti attraversando il piano degli anelli all'esterno, stavolta ha rivelato pochissimi urti (non più di 5) da parte di particelle non più grandi di 1 micrometro. Tutto questo è evidenziato dalle due immagini in apertura, che riportano la distribuzione in frequenza dei segnali registrati in funzione del tempo (sulle ascisse sono indicati anche l'angolo rispetto al piano degli anelli e la distanza dal centro di Saturno).

 Mentre gli scenziati si interrogano sul perchè di questo inatteso vuoto, potremmo suggerire al team di navigazione di azzardare, almeno in occasione dell'ultimo passaggio attraverso questa regione prima del tuffo nell'atmosfera del pianeta, di rischiare un pò di più e cambiare l'assetto della sonda per fotografare, ad esempio, gli anelli da vicino e di profilo...

 

Riferimenti:
- https://www.nasa.gov/feature/cassini-finds-the-big-empty-close-to-saturn/

Altre informazioni su questo articolo

Read 1419 times Ultima modifica Mercoledì, 03 Maggio 2017 09:03
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 2 Aprile

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 1 Aprile).

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 3 Aprile [Last update: 04/03/2020]

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 3 Aprile sera)

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 3 Aprile [Last update: 04/03/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 2/4/20 - Sol 478] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 25/3/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 21 Marzo [updated on March,21]

HOT NEWS