Scritto: Giovedì, 03 Marzo 2016 07:03 Ultima modifica: Giovedì, 03 Marzo 2016 10:00

Titano: c'era una volta un'Isola Magica nel Ligeia Mare...


E' una caratteristica geologica transitoria scoperta poco più di due anni fa in uno dei mari di Titano, la grande luna di Saturno, analizzando le immagini del radar SAR (Synthetic Aperture Radar Imager) della sonda della NASA Cassini. E' stata soprannominata "Isola Magica" ed ancora rimane un fenomeno senza una spiegazione definitiva.

Rate this item
(0 votes)
Titano: c'era una volta un'Isola Magica nel Ligeia Mare... Credit: NASA/JPL-Caltech/ASI/Cornell

La prima era apparsa nel Ligeia Mare, a 78° N, 123° E, a luglio 2013, mutata e poi di nuovo scomparsa nelle riprese successive. Un secondo elemento simile era stato individuato l'anno successivo anche nel Kraken Mare.
Questi fenomeni dimostrano la natura dinamica dei mari di Titano, tutt'altro che stagnanti.

Escluso categoricamente che fosse un artefatto nei dati, diverse sono state le soluzioni proposte:
- poteva trattarsi di onde formate dai venti nell'emisfero settentrionale e scambiate dal radar della Cassini per un'isola fantasma;
- poteva trattarsi di bolle in superficie formate dai gas provenienti dal fondale;
- oppure, di blocchi sommersi e congelati durante l'inverno, diventati più vivaci con l'innalzarsi delle temperature, tanto da risalire in superficie;
- o ancora, materiale sospeso, né sommerso, né galleggiante, simile al limo in un delta terrestre.

Il curioso elemento appare luminoso nelle immagini SAR rispetto allo sfondo scuro del mare.
Per l'Isola Magica del Ligeia Mare, gli scienziati sono riusciti ad ottenere cinque riprese nel corso degli ultimi anni: 2007, 2013, 2014 e l'ultima dell'11 gennaio 2015, a sinistra nell'immagine in apertura. La caratteristica è evidente nelle immagini del 2013 e del 2014, cambiando forma e raddoppiando quasi le sue dimensioni da un anno all'altro ma, non è presente nelle altre. Nel riquadro a destra una vista completa del Ligeia Mare, che è il secondo mare di idrocarburi liquidi più grande di Titano, con una superficie totale di circa 130.000 chilometri quadrati.
Analizzando tale evoluzione, ora gli scienziati sono sempre più convinti che le variazioni di luminosità del fenomeno nel corso del tempo siano dovute ad onde, solide sopra o sotto la superficie come bolle, piuttosto che ad eventi mareali in grado di modificare il livello ed il fondale marino.

Il team ha in programma un'altra osservazione di questa regione durante l'ultimo passaggio ravvicinato della Cassini su Titano ad aprile 2017 e chissà se l'Isola Magica si farà fotografare ancora una volta.

Altre informazioni su questo articolo

Read 1641 times Ultima modifica Giovedì, 03 Marzo 2016 10:00
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 29 Maggio

statisticaMENTE

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 29 Maggio sera)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 30 Maggio [Last update: 05/30/2020]

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 30 Maggio [Last update: 05/30/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 30/5/20 - Sol 535] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 29/4/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 1 Maggio [updated on May,01]

HOT NEWS