Scritto: Domenica, 14 Settembre 2014 19:45 Ultima modifica: Venerdì, 13 Marzo 2015 06:59

Chang'e-3: Yutu è ancora vivo e scatta un panorama a 360 gradi


Il rover e il lander della missione lunare cinese Chang'e 3 sono ancora vivi e si sono appena risvegliati dalla nona notte lunare.

Un nuovo video mostra un panorama a 360 gradi del Mare Imbrium (Baia degli Arcobaleni), dove Chang'e 3 è atterrata il 14 dicembre 2013, visto con gli occhi di Yutu (il primo panorama a 360 gradi scattato dal lander era stato rilasciato un paio di giorni dopo l'atterraggio).

Rate this item
(0 votes)

Yutu

VIA @XHNews

Il rover e il lander della missione lunare cinese Chang'e 3 sono ancora vivi e si sono appena risvegliati dalla nona notte lunare.

Un nuovo video mostra un panorama a 360 gradi del Mare Imbrium (Baia degli Arcobaleni), dove Chang'e 3 è atterrata il 14 dicembre 2013, visto con gli occhi di Yutu (il primo panorama a 360 gradi scattato dal lander era stato rilasciato un paio di giorni dopo l'atterraggio).

Il sito news.tvb.com riferisce che le foto sono state regolate per luminosità e colore per rendere i veri colori della Luna. Nel video il team mostra anche le tracce lasciate dal rover e come è stato in grado di evitare gli ostacoli, quali crateri e rocce, durante la guida.

Il risveglio, come sempre, è stato captato dagli astronomi radioamatori del sito web UHF-Satcom che monitorizzano le trasmissioni satellitari:

Segnale del rover Yutu

In base a quanto riportato sul sito military.china.com anche "L'attuale condizione fisica lander è molto buona", avrebbe dichiarato Wu Weiren. capo progettista del programma di esplorazione lunare della Cina.

Anche il suo segnale è stato rilevato qualche giorno dopo dal team UHF-Satcom:

Wu Weiren sarebbe tornato a parlare anche del parziale fallimento di Yutu, rimasto immobile per un'anomalia a gennaio di quest'anno, durante il suo secondo sonno lunare.
In una precedente dichiarazione Zhang Yuhua, vice capo progettista dei sistemi della sonda lunare Chang 'e-3, aveva accennato al "complicato ambiente lunare", ora, Weiren ha aggiunto:
"Il rover ha fallito a causa di una mancanza di comprensione dell'ambiente lunare, come ad esempio la comprensione inadeguata della polvere lunare", spiegando che le particelle sono molto più fini rispetto a quelle della sabbia dei deserti terrestri e potrebbero aver causato un corto circuito.
"C'è ancora molto da studiare per noi sulla Luna", ha aggiunto.

">Yutu, comunque, anche se immobile, è dotato di quattro strumenti scientifici, una macchina fotografica panoramica, un radar, uno spettrometro infrarosso e uno a raggi X, che sono pienamente funzionanti.

Ad ogni modo, nonostante qualche inconveniente, la missione doveva durare solo due mesi ma è ancora opertiva, oltre ad aver reso la Cina il terzo stato, dopo l'Unione Sovietica e gli Stati Uniti, ad aver messo piede sulla Luna. A quanto pare, però, nel futuro non ci saranno altri Yutu ma la missione Chang'e 5, prevista per il 2017, riporterà a Terra alcuni campioni (Chang'e 4 dovrebbe, invece, essere lanciata entro quest'anno, orbitare intorno alla Luna e tornare sulla Terra).

Read 7246 times Ultima modifica Venerdì, 13 Marzo 2015 06:59
Alive Universe

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Inte...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 4 Luglio [Last update:...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 30 Giugno [updated on Jun...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 29/6/20 - Sol 564] Meteor...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 24/6/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista