Una coppia di astronauti cinesi ha condotto nei giorni scorsi la sua seconda attività extra-veicolare (EVA), Ma questa volta la Cina non ha fornito indicazioni anticipate né dettagli sull'evento.

L'agenzia cinese per il volo spaziale umano (CMSA) ha annunciato il 2 marzo che gli astronauti della missione Shenzhou-15 Fei Junlong e Zhang Lu avevano "recentemente" effettuato una passeggiata nello spazio fuori dalla stazione spaziale Tiangong. L'attività è stata supportata dal compagno di squadra Deng Qingming dall'interno di Tiangong e dalle squadre a terra. Non sono stati forniti ulteriori dettagli, oltre al fatto che Fei e Zhang hanno usato la camera di equilibrio del modulo scientifico Wentian sia per l'uscita che per l'ingresso.

 Alcuni giorni prima voci sui social media cinesi avevano suggerito che un EVA avrebbe potuto avuto luogo il 28 febbraio. La segretezza che circonda la passeggiata spaziale è in contrasto con le precedenti EVA di Tiangong, per le quali CMSA ha emesso avvisi seppur vaghi che tali attività avrebbero avuto luogo nel prossimo futuro. Si è trattato della decima EVA della storia per gli astronauti cinesi e la seconda per l'equipaggio della Shenzhou-15. La prima si era svolta lo scorso 9 febbraio ed aveva visto protagonisti sempre Fei e Zhang.

 Le autorità spaziali spaziali hanno pubblicato rapporti sui tempi degli eventi chiave dell'EVA e hanno elencato le attività per la prima passeggiata spaziale Shenzhou-15 solo tre settimane fa, il 9 febbraio. I media statali cinesi hanno precedentemente fornito riprese video degli EVA. Non è chiaro perché CMSA non abbia pubblicato i dettagli dell'ultima azione. L'agenzia è supervisionata dall'Esercito popolare di liberazione (PLA) e come tale ha tradizionalmente custodito da vicino anche le informazioni di base sul suo corpo di astronauti.

cina css tiangong shenzhou15 eva2 2

Nell'immagine un taikonauta sopra il manipolatore del braccio robotico del modulo Wentian della CSS/Tiangong. Credito: Weibo

 La mancanza di trasparenza può essere considerata problematica da altri attori spaziali. "Le autorità cinesi non si stanno facendo alcun favore non fornendo molta trasparenza sulle loro operazioni di volo spaziale con equipaggio," ha detto a SpaceNews Bleddyn Bowen, professore associato specializzato in politica spaziale e usi militari dello spazio esterno presso l'Università di Leicester. “Se vogliono essere visti come una potenza spaziale normale, le operazioni quotidiane di volo spaziale con equipaggio – che hanno poca o nessuna importanza per la sicurezza militare – possono essere riportate e discusse più apertamente. Le autorità cinesi devono anche abituarsi a parlare onestamente di ritardi e sfide impreviste, come hanno fatto altre potenze spaziali".

 L'astrofisico e osservatore di voli spaziali Jonathan McDowell è d'accordo, osservando che anche i sovietici hanno sempre dato l'ora di inizio e la durata delle loro passeggiate nello spazio. "Non c'è motivo sensato per cui la Cina sia così riservata," ha detto McDowell via e-mail. L'amministratore della NASA Bill Nelson ha dichiarato al Congresso Astronautico Internazionale nel settembre dello scorso anno che la mancanza di trasparenza era un problema per quanto riguardava le attività spaziali della Cina.

 La Cina sta subendo un rimpasto di posizioni chiave del governo in vista della sua sessione parlamentare annuale, l'Assemblea nazionale del popolo, che si aprirà domenica. La sensibilità ai cambiamenti imminenti potrebbe svolgere un ruolo nella segretezza in questo caso.Le informazioni sulle attività di volo spaziale umano della Cina sono tuttavia spesso gelosamente custodite. Yang Liwei, il primo astronauta cinese nello spazio e vice capo progettista presso CMSA, ha recentemente dichiarato ai media statali cinesi che due equipaggi e rinforzi sono stati scelti per le missioni Shenzhou-16 e Shenzhou-17, che dovrebbero essere lanciate rispettivamente a maggio e novembre.

Schermata 2023 03 05 alle 01.24.44

Nell'immagine la CSS/Tiangong cosi come si trova ora. Credito: ESA

 Tuttavia, non sono stati forniti nomi, contrariamente a pratiche più aperte e trasparenti in tutto il mondo. La Cina in genere rivela le identità degli equipaggi solo un giorno prima del lancio in conferenze stampa organizzate con cura. Anche le persone reclutate in un terzo round di selezione degli astronauti nel 2020 devono ancora essere rese note. I nuovi astronauti potrebbero ora aver completato l'addestramento di base ed essere disponibili per la selezione per le prossime missioni.

 

Per la prima volta le nuove reclute includono ingegneri e specialisti del carico utile, mentre gli equipaggi precedenti erano tratti esclusivamente da piloti dell'aeronautica militare. Un quarto turno di selezione è iniziato alla fine dell'anno scorso. Anche la Cina si sta preparando ad espandere il suo avamposto Tiangong e ha avviato un processo per selezionare i primi astronauti internazionali a visitare la stazione spaziale. In termini più ampi, la Cina pubblica libri bianchi una volta ogni cinque anni che delineano i piani civili e le priorità per gli anni a venire.

Zhurong with lander selfie

Nella foto il rover Zhuorong ed il lander ripresi da una telecamerina lasciata cadere a Terra. Credit: CNSA

 Nel frattempo su Marte, il rover cinese Zhurong avrebbe dovuto riprendere le attività su Utopia Planitia a dicembre, dopo un periodo di ibernazione durante l'inverno nell'emisfero settentrionale. Anche qui poca trasparenza dato che le autorità spaziali devono ancora fornire un aggiornamento sullo stato del rover dopo la sua prevista riattivazione intorno all'equinozio di primavera. Le immagini del Mars Reconnaissance Orbiter della NASA confermano tuttavia che il rover non si muove da mesi e potrebbe aver accumulato una copertura di polvere marziana, inibendo la potenza e la generazione di calore di Zhurong.