Scritto: Lunedì, 19 Dicembre 2022 23:15 Ultima modifica: Martedì, 20 Dicembre 2022 05:12

Cina in orbita con la stampa 3D


Con un razzo Lunga Marcia-11 la Cina ha piazzato in orbita il satellite Shiyan-21 che, secondo voci non ufficiali, dovrebbe testare delle parti del veicolo realizzate con la stampa 3D.

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto il decollo del razzo Chang Zheng-11 per la missione Shiyan-21.
Nella foto il decollo del razzo Chang Zheng-11 per la missione Shiyan-21.
Credito: Xinhua

 Shiyan-21 è stato sviluppato dalla China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC) ed è un satellite di prova con scopi sconosciuti, come al solito con dettagli poco chiari sulla sua missione. Il nome Shiyan significa "esperimento" ed è usato come etichetta per le missioni di dimostrazione tecnologica sviluppate dalla Cina. La tecnologia di stampa 3D verrà testata in questa missione, con il satellite che utilizza una struttura del telaio che è stata completamente stampata, riducendo del 40% i tempi di consegna del satellite. Non è chiaro se questo test della tecnologia stampata in 3D sia lo scopo principale della missione.

 Come veicolo per questo lancio è stato utilizzato il razzo Chang Zheng 11 (Lunga Marcia 11). Il CZ-11 è un veicolo a propellente solido a quattro stadi, che può essere lanciato da un veicolo mobile. Il razzo può anche essere lanciato da chiatte marittime in una configurazione nota come Chang Zheng 11H. È il primo e unico razzo a base solida sviluppato dalla Cina ed è stato progettato dalla China Academy of Launch Vehicle Technology (CALT). Il suo obiettivo è offrire un modo più economico e veloce per lanciare carichi utili nello spazio. Dato che il razzo utilizza solo propellente solido, può essere immagazzinato facilmente e dispiegato quando necessario.

 Al decollo, il CZ-11 genera 1.176 kN di spinta. Con un'altezza di 20,8 metri e un diametro di 2,0 metri, il razzo può essere lanciato con una carenatura di 1,6 metri o 2,0 metri di diametro. Per questo lancio è stata utilizzata la carenatura più grande da 2,0 metri. Alcune delle immagini di anteprima per questo lancio, pubblicate da CASC, mostrano un diverso diametro della carenatura, il che rende probabile che si tratti di immagini di un lancio precedente.

cina cz11 shiyan21 transport

Nella foto, di un lancio precedente, il razzo Chang Zheng-11, all'interno del tubo di lancio durante il trasporto. Credito: Xinhua

 Lo Shiyan-21 è decollato dal Centro Lancio Satelliti di Xichang (XSLC) in Cina. Situato a circa 60 chilometri dalla città di Xichang, il sito è stato teatro di numerosi lanci di razzi cinesi dal 1984. Si tratta di uno spazioporto che in passato ha subito aspre critiche a causa della sua posizione nell'entroterra e della vicinanza ad aree popolate, che ha purtroppo portato ad alcuni stadi di razzi esauriti che hanno colpito i villaggi vicini, ferendo e uccidendo i residenti.

 Con il lancio di queste due missioni, quest'anno sono stati effettuati un totale di 61 lanci dalla Cina, come nel 2021 da record. Ma c'è almeno un'altra missione pianificata entro l'anno, la missione Beidou-3 che potrebbe essere lanciata il 30 dicembre. Si è trattato infine del 177esimo lancio orbitale globale del 2022, il 171esimo a concludersi con successo.

Letto: 818 volta/e Ultima modifica Martedì, 20 Dicembre 2022 05:12

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 7 febbraio

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 febbraio. Statistiche su...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB