Scritto: Domenica, 06 Novembre 2022 19:03 Ultima modifica: Lunedì, 07 Novembre 2022 04:34

ChinaSat-19 verso l'orbita geostazionaria


La Cina ha lanciato con successo la missione Zhongxing-19 (ChinaSat-19) grazie ad un razzo Chang Zheng 3B/E. Il razzo è decollato alle 11:50 UTC dal Centro Lancio Satelliti di Xichang, in Cina, con l'obiettivo di raggiungere un'orbita di trasferimento geostazionario (GTO).

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto il decollo del razzo Lunga Marcia 3B/E con il satellite ChinaSat-19.
Nella foto il decollo del razzo Lunga Marcia 3B/E con il satellite ChinaSat-19.
Credito: Weibo.

 Questo lancio è un carico utile sostitutivo del satellite Zhongxing-18 precedentemente malfunzionante, che era stato inizialmente lanciato sulla stessa configurazione del razzo nell'agosto 2019. Dopo che il lancio di quel carico utile venne confermato un successo, venne successivamente rivelato che il satellite aveva un malfunzionamento critico in orbita e il satellite non era in grado di comunicare, rendendolo così inutilizzabile. I satelliti Zhongxing (ChinaSat) sono di proprietà della China Satellite Communications. Si tratta di satelliti di comunicazione prodotti per servire diversi scopi di comunicazione per la Cina. Forniscono uplink affidabili e ad alto bit-rate per stazioni radio e TV. Questo particolare carico utile coprirà le rotte commerciali del Pacifico, in particolare nel Pacifico orientale e nella costa occidentale del Nord America.

 Se il satellite è simile al carico utile Zhongxing-18 che andrà a sostituire, avrà una massa di circa 5.200 kg e una dimensione di circa 2,3 per 2,1 per 3,6 metri. I due pannelli solari forniranno 10,5 kW complessivamente e potrò utilizzare la stabilizzazione sui tre assi per orientarsi correttamente in orbita. Molto probabilmente questi satelliti sono costruiti sulla piattaforma bus satellitare DFH-4E, che è un successore del bus DFH-4 lanciato a partire dal 2006. Il lancio di debutto del bus DFH-4E fu proprio la fallita missione Zhongxing-18. Anche la seconda missione, Palapa-N1, fallì. Questa volta il satellite non era stato coinvolto nel guasto, poiché era stato il veicolo di lancio a non raggiungere l'orbita. Nella terza missione APStar-6D, nel luglio 2020, il satellite ha invece funzionato senza problemi.

 Il Chang Zheng 3B/E (noto anche come Lunga Marcia 3B/E) è un veicolo di lancio a tre stadi sviluppato dalla China Academy of Launch Vehicle Technology (CALT). Viene utilizzato principalmente per missioni GTO e orbita geostazionaria (GEO) ed è uno dei razzi più potenti del programma spaziale cinese. Per questo volo è stata utilizzata la variante 3B/E. Questa è una versione potenziata della variante 3B meno capace della famiglia CZ-3. È dotato di un'estensione della lunghezza dei quattro booster a razzo liquido collegati, nonché di un'estensione dello stadio centrale a propellente liquido.

cina cz3be chinasat19 transport

Nella foto il satellite ChinaSat-19, mentre viene trasportato verso il sito di lancio. Credito: Weibo.

 La maggior parte dei voli di questo razzo sono per comunicazioni GEO e satelliti per telecomunicazioni. Le capacità e il focus GEO di questo razzo consentono questo tipo di carichi utili, poiché di solito sono satelliti pesanti che rimangono fissi sulla Cina per fornire comunicazioni. Il primo lancio della variante 3B/E avvenne nel maggio 2007 per la missione NigComSat-1. In futuro, il razzo sarà sostituito da nuovi razzi cinesi, come il Chang Zheng 7, che elimineranno la necessità di combustibili ipergolici tossici e di siti di lancio troppo vicini ai residenti.

 In passato, la famiglia di razzi CZ-3B ha avuto diversi guasti. Il più grave di tutti avvenne nel febbraio 1996, fallì durante la missione Intelsat-708 e virò fuori rotta circa 20 secondi dopo il decollo. Durante quel lancio fallito, il razzo colpì un villaggio vicino e provocò la morte ed il ferimento di più persone. Il motivo di questo guasto fu un cortocircuito nel sistema di guida del veicolo. Anche due missioni Palapa fallite sul razzo. Nell'agosto 2009, durante la missione Palapa-D, il terzo stadio ebbe prestazioni inferiori e lasciò il satellite su un'orbita inferiore al previsto. La missione fu comunque in grado di continuare, poiché il satellite utilizzò la sua propulsione a bordo per correggere l'altitudine mancante. Questo però ridusse la vita operativa del satellite di circa cinque anni.

 Nella missione Palapa-N1, uno dei motori del terzo stadio non si accese e di conseguenza il satellite non raggiunse l'orbita e rientrò nell'atmosfera disintegrandosi. Al decollo, il razzo produce 740,4 kN di spinta da ciascuno dei quattro booster di liquido. Ciascuno di questi booster è alimentato da un singolo motore a razzo YF-25 che funziona con dimetilidrazina asimmetrica e tetrossido di diazoto.

 Lo stadio centrale, con un diametro di 3,35 metri e un'altezza di 24,76 metri, è alimentato da quattro motori YF-21C che forniscono una spinta al decollo di 2.961,6 kN. Insieme ai booster, questo porta la spinta di decollo a 5.923,2 kN. Anche questi motori funzionano con la stessa miscela di carburante ipergolica.

cina cz3be chinasat19 pad

Nella foto il razzo CZ-3B/E sulla rampa di lancio con il satellite ChinaSat-19. Credito: Weibo.

 Il secondo stadio è alto 12,92 metri con lo stesso diametro del primo stadio. È alimentato da un singolo modulo YF-24E, che contiene un motore principale YF-22E e quattro motori di assetto YF-23F. Il motore principale può produrre fino a 742 kN di spinta per un massimo di 185 secondi.

 Per lo stadio finale, viene utilizzato un unico motore YF-75. Questo motore può fornire fino a 167,17 kN di spinta, con un tempo di combustione massimo di 478 secondi. Nella maggior parte delle missioni, è questo terzo stadio che che si occupa che il carico utile sia rilasciato nello spazio. Alcuni profili di missione molto rari richiedono l'uso di uno stadio supplementare Yuanzheng come quarto stadio, ma non è stato così per questa missione.

 Il lancio è stato condotto dallo Centro Lancio Satelliti di Xichang . Il centro di lancio è uno spazioporto cinese utilizzato per lanciare le serie di vecchi razzi orbitali cinesi, come il CZ-2 e CZ-4. Questa è stata la 144esima missione della famiglia CZ-3, la terza nel 2022.

 SI è trattato infine del 153esimo lancio orbitale globale del 2022, il 148esimo a concludersi con successo e del 49esimo per la Cina. 

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 459 volta/e Ultima modifica Lunedì, 07 Novembre 2022 04:34

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 9 dicembre 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 dicembre. Statistiche su...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB