Scritto: Lunedì, 01 Agosto 2022 18:40 Ultima modifica: Martedì, 02 Agosto 2022 06:24

La Cina spedisce altri tre Yaogan-35 in orbita


Anche l'ultimo lancio spaziale di luglio 2022 se lo è aggiudicato la Cina e ha piazzato in orbita altri tre satelliti militari della serie Yaogan-35 per l'osservazione della Terra.

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto il decollo del razzo Lunga Marcia-2D con i tre satelliti Yaogan 35-03 da Xichang.
Nella foto il decollo del razzo Lunga Marcia-2D con i tre satelliti Yaogan 35-03 da Xichang.
Credito: Qiu Lijun/Xinhua

 La China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC) ha lanciato un trio di satelliti militari da ricognizione Yaogan 35 in orbita la mattina di venerdì 29 luglio 2022, grazie ad un razzo Chang Zheng 2D partito dal Centro di Lancio Satelliti di Xichang. Il decollo è avvenuto alle 13:28 UTC.

 Yaogan Weixing – che si traduce in “satellite di telerilevamento” e spesso abbreviato in Yaogan – è il nome che l'amministrazione spaziale cinese dà a molti dei suoi veicoli spaziali militari, proprio come le designazioni generiche “Kosmos” e “USA” che sono utilizzate dalla Russia e dagli Stati Uniti. Ogni satellite Yaogan svolge diverse missioni di sorveglianza e sicurezza nazionale per il governo cinese, sebbene tutti siano ufficialmente descritti come utilizzati per scopi agricoli come per la stima della resa dei raccolti e la prevenzione dei disastri naturali. I dettagli del governo cinese sulle operazioni in orbita dei singoli satelliti sono pochi e rari. Nonostante ciò, l'analisi dei veicoli spaziali e i confronti con le missioni occidentali e i precedenti lanci cinesi aiutano a ricostruire una comprensione graduale.

 La missione di venerdì, Yaogan 35-03, ha segnato il terzo lancio di questo gruppo di satelliti, con lanci precedenti rispettivamente a dicembre 2021 e giugno 2022. Yaogan 35 è ancora considerato un tipo di carico utile relativamente nuovo, quindi probabilmente passerà del tempo prima che lo scopo previsto diventi chiaro. L'ultimo lotto di satelliti è volato in cima a un veicolo di lancio Chang Zheng 2D (CZ-2D). Conosciuto anche nei circoli occidentali come Lunga Marcia 2D, è un veicolo a due stadi che fa parte della tradizionale famiglia di razzi Chang Zheng insieme alle classi CZ-3 e CZ-4.

 I razzi CZ-2 sono usati principalmente per lanciare missioni in orbita bassa terrestre. Tre versioni – Chang Zheng 2C, Chang Zheng 2D e Chang Zheng 2F – sono attualmente in servizio attivo per il CASC. Il Chang Zheng 2D è un'iterazione aggiornata del design CZ-2 originale, incorporando anche i progressi fatti al design CZ-4. CZ-2D ha fatto il suo volo di debutto nel 1992 e da allora ha goduto di una serie di 61 lanci totali con 60 successi e un singolo guasto parziale avvenuto nel dicembre 2016. 

 Il lancio Chang Zheng 2D di venerdì è avvenuto dal Centro Lancio Satelliti di Xichang, una delle strutture di lancio interne della Cina. È stato solo il quarto lancio di un CZ-2D da Xichang, con quasi tutti i suoi voli precedenti effettuati presso i centri di lancio di Jiuquan e Taiyuan.

cina cz2d yaogan3503 onpad

Nella foto il razzo Chang Zheng-2D, a destra, sulla rampa 3 del Centro di Lancio Satelliti di Xichang. Credito: Weibo

 Xichang è dotato di due rampe di lancio - Launch Complex 2 e Launch Complex 3 - entrambe separate da circa 300 metri. Entrambi i pad possono ospitare il lancio di veicoli Chang Zheng 3, sebbene la classe Chang Zheng 2 più piccola sia in grado di utilizzare solo LC-3, il sito del lancio di venerdì. Xichang è diventato operativo per la prima volta nel 1984 e da allora ha supportato 171 lanci totali di carichi utili civili, scientifici e militari. La rampa 3 ha ospitato 67 voli fino ad oggi, essendo stato originariamente costruito per ospitare il Chang Zheng 3 prima di subire lavori di ristrutturazione a fronte dell'aumento dei tassi di lancio.

 Il lancio di venerdì arriva sulla scia di un periodo intenso per la Cina, che ha celebrato il lancio del modulo laboratorio Wentian domenica 24 luglio e il debutto di successo del lanciatore Zhongke-1A di CAS Space mercoledì 27 luglio. Lo stadio centrale del razzo vettore Chang Zheng 5B che ha portato Wentian in orbita, ha causato diverse preoccupazioni per il suo rientro incontrollato, avvenuto il 30 luglio ed a cui Marco Di Lorenzo ha dedicato anche un articolo LIVE.

 Intanto c'è attesa per il volo inaugurale dello Zhuque-2 di LandSpace, che sarà il primo razzo cinese di classe orbitale a utilizzare metano liquido e ossigeno liquido come propellenti. Si dice che il veicolo a due stadi sia in grado di trasportare un carico utile di 4.000 chilogrammi in orbita bassa terrestre. Il lancio è attualmente previsto non prima di agosto.

 Nel frattempo, la stazione spaziale cinese Tiangong continua a fungere da punto focale del programma spaziale nazionale, poiché mira a completare il "terzo passo" del loro programma di volo spaziale con equipaggio: costruire una stazione spaziale modulare a lungo termine. Il nuovo modulo laboratorio Mengtian è attualmente previsto per il lancio entro la fine dell'anno, insieme alla missione di rotazione dell'equipaggio di Shenzhou 15.

 Si è trattato del 91esimo lancio orbitale globale del 2022, l'88esimo a concludersi con successo ed il 27esimo per la Cina.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 656 volta/e Ultima modifica Martedì, 02 Agosto 2022 06:24

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 5 dicembre 2022

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 1 dicembre. Statistiche su...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB