Scritto: Domenica, 26 Gennaio 2014 08:58 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14

Problemi in vista per la missione cinese Chang'E 3 e il rover Yutu


Ieri mattina, durante il consueto tour tra le ultime notizie, avevo notato una breaking news pubblicata su Xinhua:

BEIJING, Jan. 25 (Xinhua) -- China's moon rover "Yutu" (Jade Rabbit) has had an abnormity, and scientists are organizing an overhaul, the State Administration of Science, Technology and Industry for National Defence said on Saturday.

 

Rate this item
(0 votes)

Chang'E 3 - rover Yutu

© POCKN

Ieri mattina, durante il consueto tour tra le ultime notizie, avevo notato una breaking news pubblicata su Xinhua:

BEIJING, Jan. 25 (Xinhua) -- China's moon rover "Yutu" (Jade Rabbit) has had an abnormity, and scientists are organizing an overhaul, the State Administration of Science, Technology and Industry for National Defence said on Saturday.

[PECHINO, 25 gennaio (Xinhua) - il rover cinese Yutu (Jade Rabbit) ha avuto un'anomalia e gli scienziati stanno organizzando una revisione, ha annunciato sabato lo State Administration of Science, Technology and Industry for National Defence]

Non proprio una bella notizie, quindi, ma non mi ero subito disperata dato che qualche piccolo incidente di percorso fa parte di ogni missione.

Questa mattina, però, apro Twitter e vedo l'immagine in apertura che ha tutta l'aria di essere commemorativa, così ho deciso di approfondire.

Qualcosa deve essere andato storto quando le attività del lander e del rover sono state sospese per far fronte alla notte lunare: Yutu si doveva posizionare in standby, con un pannello solare chiuso sopra il ponte tipo coperchio e l'altro predisposto in direzione del Sole nascente, con il corpo tenuto al caldo dal generatore a radioisotopi, per far fronte alle gelide temperature che, durante la notte lunare, possono raggiungere i -180° Celsius.

Così, dopo poco più di 42 giorni di missione e un inizio discreto con immagini panoramiche, 100 metri percorsi (come confermato su questo sito governativo gov.cn) e dati analizzati, ora, non si conoscono ancora le sue sorti.

In un altro report Xinhua riporta:

BEIJING, Jan. 25 (Xinhua) -- China's moon rover, Yutu (Jade Rabbit), has experienced a mechanical control abnormality, and scientists are organizing repairs.

The abnormality occurred due to "complicated lunar surface environment," the State Administration of Science, Technology and Industry for National Defence (SASTIND) said on Saturday, without giving further details.

The abnormality emerged before the rover entered its second dormancy at dawn on Saturday as the lunar night fell, according to SASTIND.

The lander, another part of the Chang'e-3 probe, also "fell asleep" earlier on Friday.

[PECHINO, 25 gennaio (Xinhua) - Il rover cinese Yutu (Jade Rabbit) ha registrato un'anomalia meccanica e gli scienziati stanno organizzando le riparazioni.

L'anomalia si è verificata a causa del "complicato ambiente della superficie lunare", ha detto sabato lo State Administration of Science, Technology and Industry for National Defence (SASTIND), senza fornire ulteriori dettagli.

Secondo SASTIND, l'anomalia sarebbe emersa prima che il rover entrasse nella seconda fase dormiente per la notte lunare, all'alba di sabato.

Anche il lander, l'altra parte della missione Chang'E 3, si è addormentato il venerdì.]

Così, non è ancora noto se per Yutu ci sarà una possibilità di recupero o l'anomalia ha decretato la fine prematura della missione ma la Cina, in ogni caso, ha ottenuto grandi risultati. I fallimenti nelle missioni spaziali sono contemplati anche dai veterani dello spazio, nonostante una storica esperienza.

Per concludere, riporto alcuni punti tradotti con Google traslation, dell'articolo sul sito gov.cn:

"Chang E III come il più complesso del settore aerospaziale, uno dei più grandi difficoltà del compito, c'è un incidente normale." Ricercatore China Aerospace Science and Industry Corporation II Hospital 杨宇光 detto."

"130 volte il tasso di successo delle attività di esplorazione lunare umane sono state effettuate di circa la metà, la maggior parte della ragione del fallimento è che non sbarcano. Le attività di esplorazione stranieri indicano che anche dopo l'atterraggio di successo di oggetti extraterrestri, ambiente difficile può comunque consentire il rivelatore in una interruzione della comunicazione, disorientamento, come ad esempio la situazione del veicolo non può muoversi."

"La scienza non è una navigazione tranquilla, esplorando sia inoltrare eventuali colpi di scena." Yang Yuguang pensare, se non escludere la colpa rover attuale, cercando di far fronte con il fallimento, approfondirà la nostra comprensione della luna, scienza lunare e tecnologia per migliorare i lavoratori scientifiche e ingegneristiche il livello di attuazione.

Professore Associato, Tsinghua University School of Aviation and Astronautics Wang Zhaokui ritiene SASTIND questo comunicato stampa per la prima volta, che riflette l'apertura dello spazio della Cina. 'Gli eventi mondiali rilevatori di fallimento della missione lunare presto anche i numeri non sono, né saranno annunciati con lo sviluppo del settore aerospaziale, siamo in grado di trionfare e la pace della mente per affrontare battute d'arresto, è l'approccio pragmatico e scientifico , e la nostra fiducia nel futuro'.

Negli ultimi anni, la Cina le attività spaziali di interesse pubblico è quasi pieno e trasparente, e per il fallimento, le autorità hanno detto senza mezzi termini. Dopo il messaggio "rabbit" è stato pubblicato rover anormale, ottenere un sacco di benedizioni e di incoraggiamento. Netizen su Sina Weibo, uno chiamato 'Amaniandlove' per il messaggio "rabbit": 'Si passa attraverso un percorso che non abbiamo mai sperimentato, sopportato i rigori del clima che non possiamo stare con noi apprezzare il paesaggio mai sapore di rabbit. Avete lavorato sodo! Preghiamo che si può ottenere di meglio, ma non importa il risultato, è a causa della vostra presenza, così Nama rosso in oltre 30 milioni di chilometri di distanza ancora così accattivante'."

Letto: 2744 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 25 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 gennaio [updated on Jan,25]...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/1/21 - Sol 768] - Mete...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 25 gennaio [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 Gennaio [Last ...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista