Scritto: Sabato, 11 Dicembre 2021 23:04 Ultima modifica: Domenica, 12 Dicembre 2021 05:22

Quota 400, ma è stata una Lunga Marcia


La Cina ha raggiunto quota 400 lanci per la famiglia dei suoi vettori orbitali Lunga Marcia. Questa volta un razzo CZ-4B ha inserito in orbita un paio di satelliti sperimentali Shijian-6 Gruppo 05.

Rate this item
(2 votes)
Nella foto il decollo del razzo CZ-4B per la 400esimo missione di un razzo della famiglia Lunga Marcia.
Nella foto il decollo del razzo CZ-4B per la 400esimo missione di un razzo della famiglia Lunga Marcia.
Crediti: Wang Jiangbo/Xinhua

 Un razzo Cheng Zheng-4B (Lunga Marcia-4B) che trasportava una coppia di satelliti cinesi Shijian-6 Group 05 è stato lanciato con successo dal Centro Lancio Satelliti di Jiuquan, nella regione cinese della Mongolia interna. Il lancio è avvenuto alle 08:11 ora di Pechino (le 1:11 italiane) di venerdì 10 dicembre dal sito 9401 (SLS-2).

 Il CZ-4B è un razzo alto 44,1 metri e dal diametro di 3,35 metri, dotato di tre stadi che utilizzano il carburante N2O4/UDMH. Il primo stadio è alimentato da quattro motori YF-21C, con lo stadio che genera 2.961,6 kilonewton (kN) di spinta. Il secondo stadio è dotato di un singolo motore YF-24C con una spinta di 742,04 kN. Il terzo stadio è dotato di due motori YF-40 capaci di 100,85 kN di spinta. Il CZ-4B è in grado di mettere in orbita fino a 4200 kg su un'orbita bassa terrestre, 2800 kg su un'orbita polare sincrona solare o 1500 kg su un'orbita di trasferimento geostazionaria. Questa performance è simile ad alcune versioni del lanciatore americano Delta II, ora in pensione.

 Il razzo vettore è costruito dalla Shanghai Academy of Spaceflight Technology, di proprietà dello stato, e i satelliti Shijian sono costruiti dalla società satellitare Dongfanghong, un appaltatore della società statale China Aerospace Science and Technology. Secondo quanto riferito, i precedenti satelliti Shijian utilizzavano la piattaforma CAST968 e presentavano due pannelli solari dispiegabili oltre alle batterie.

 L'ultimo satellite Shijian-6, parte del Gruppo 04, era stato lanciato nel 2010. Otto precedenti satelliti Shijian-6 (SJ-6) sono stati lanciati prima di oggi, sempre in coppia, e si dice che questi satelliti siano satelliti tecnologici usati per sondare l'ambiente spaziale, compresa la radiazione spaziale, nell'orbita polare eliosincrona inclinata di 97,7 gradi rispetto all'equatore. Questi satelliti sono stati collocati in orbite di altitudine 578 per 593 km o 593 per 602 km. Il lancio di venerdì porta il numero di satelliti della serie Shijian-6 lanciati a dieci, con 11 anni trascorsi tra l'ultimo Shijian-6 e questo. Le chiusure dello spazio aereo prima del lancio indicavano che anche questo volo avrebbe seguito un percorso di orbita polare sincrona solare. Si ritiene che la serie di satelliti SJ-6, in aggiunta o in contrasto con il loro uso civile dichiarato pubblicamente, sia anche in grado di ELINT (intelligenza elettronica) e sarebbero in grado di intercettare le comunicazioni in qualsiasi parte del globo dalla loro orbita polare sincrona. Si ritiene che la serie di satelliti Shijian-6 sia destinata anche ad ascoltare il traffico delle comunicazioni navali.

 Il lancio di oggi è stato il 49esimo dell'anno per la Cina e il 400esimo volo di un Lunga Marcia/Chang Zheng. Dal primo lancio nel 1970, secondo la China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC), la serie Lunga Marcia ha trasportato il 92,1 percento delle missioni spaziali cinesi e negli ultimi 51 anni ha inviato più di 700 veicoli spaziali nello spazio. Nelle 400 missioni dei razzi Lunga Marcia, i primi 100 lanci sono stati completati in 37 anni, per arrivare al 200esimo ci sono voluti 7 anni e mezzo ed altri 4 anni per arrivare a 300. Mentre gli ultimi 100 lanci sono stati eseguiti in appena 33 mesi, da marzo 2019. Questo a conferma che la cadenza dei lanci orbitali cinesi è in rapido aumento.

 Questo di venerdì è stato anche il 129esimo lancio orbitale globale del 2021, il 121esimo a concludersi con successo.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 436 volta/e Ultima modifica Domenica, 12 Dicembre 2021 05:22

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2022.

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 18 maggio. Statistiche sul...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Maggio. reboost! ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora