Scritto: Giovedì, 03 Giugno 2021 21:27 Ultima modifica: Venerdì, 04 Giugno 2021 05:19

Il satellite meteo cinese Fengyun-4B è in orbita


La Cina ha inviato giovedì mattina un nuovo satellite meteorologico in orbita. Si tratta del Fengyun-4B che fa parte della nuova generazione di satelliti meteo in orbita geostazionaria.

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto il decollo del razzo Lunga Marcia-3B con il satellite Fengyun-4B a bordo.. Nella foto il decollo del razzo Lunga Marcia-3B con il satellite Fengyun-4B a bordo.. Credit: Xinhuanet.

 Il satellite, Fengyun-4B (FY-4B), è stato lanciato con un razzo Lunga Marcia-3B (Chang Zheng 3B/G3) alle 0:17 ora di Pechino (le 18:17 italiane del 2 giugno) decollato dalla rampa 2 del Centro Lancio Satelliti di Xichang nella provincia di Sichuan. Si è trattato della 372esima missione della serie di razzi Lunga Marcia, ha dichiarato il centro di lancio. Come primo dei satelliti meteorologici cinesi di nuova generazione in orbita geostazionaria, l'FY-4B sarà utilizzato nei campi dell'analisi e delle previsioni meteorologiche e del monitoraggio ambientale e dei disastri. Il satellite e il razzo sono stati sviluppati rispettivamente dall'Accademia di Volo Spaziale di Shanghai e dall'Accademia Cinese di Tecnologia dei Veicoli di Lancio. Entrambe le istituzioni appartengono alla Corporazione Cinese di Tecnologia e Scienza Aerospaziale. L'Amministrazione Meteorologica Cinese è responsabile della costruzione e del funzionamento del sistema di applicazione terrestre del satellite. Il FY-4B formerà una rete assieme al FY-4A, lanciato nello spazio nel dicembre 2016, per fornire dati meteorologici più precisi e veloci. Rispetto al suo predecessore, l'FY-4B ha una durata di vita più lunga, superiore ai sette anni, e una migliore capacità di osservazione. Può aumentare l'efficienza della rete di formazione dell'immagine e ridurre significativamente il periodo di aggiornamento. "Il nuovo satellite aiuterà i meteorologi a osservare le dinamiche del maltempo in modo più flessibile, rendendo più facile identificare e catturare forti condizioni meteorologiche convettive come forti piogge e temporali di breve durata," ha affermato Zhang Zhiqing, vice capo progettista del progetto del satellite Fengyun. Già nel 1969, la Cina ha iniziato a ricevere, elaborare e utilizzare dati satellitari meteorologici stranieri. Il paese ha poi anche sviluppato un proprio sistema satellitare meteorologico.

cina fengyun4B render 02062021

Nell'illustrazione il satellite Fengyun-4B in orbita.. Credit: Amministrazione Meteorologica Cinese.

 Negli ultimi 50 anni, i servizi meteorologici cinesi hanno compiuto enormi progressi. Il paese ha finora lanciato un totale di 18 satelliti Fengyun, di cui otto attualmente in orbita e altri in programma per il lancio nei prossimi cinque anni. La Cina ha fornito dati e prodotti satellitari Fengyun a 118 paesi e regioni, ha affermato Zhuang Guotai, capo dell'amministrazione meteorologica cinese. I satelliti Fengyun, che in cinese significa "vento e nuvola", sono stati lanciati in orbita a partire dal 1988 e nel programma sono inclusi sia quelli in orbita geostazionaria, come quello di oggi, che in orbita polare. I satelliti della serie Fengyun 4 sono realizzati sulla piattaforma satellitare SAST-5000 e, a differenza delle serie precedenti sono stabilizzati sui tre assi, anziché per rotazione su se stessi. Ogni satellite pesa circa 5.300 kg al lancio ed ospita diversi strumenti. Lo strumento principale di Fengyun 4B, è il Geostationary Interferometric Infrared Sounder (GIIRS) che offre una nuova funzionalità rispetto alla serie Fengyun 2. Questo è uno strumento dotato di un interferometro di Michelson, che opera nei canali della luce visibile, dell'infrarosso corto e medio e dell'infrarosso a onde lunghe. È progettato per misurare la temperatura, l'umidità e la copertura nuvolosa e la composizione per costruire una mappa tridimensionale delle condizioni atmosferiche. Lo strumento GIIRS a bordo di Fengyun 4B è stato riprogettato rispetto allo strumento che si trova su Fengyun 4A, fornendo una maggiore risoluzione rispetto al primo satellite. L'Advanced Geosynchronous Radiation Imager (AGRI) è un successore del radiometro a scansione di rotazione S-VISSR che si trova a bordo della serie Fengyun 2. AGRI utilizza un telescopio fuori asse con due specchi di scansione per visualizzare la Terra attraverso quattordici bande spettrali. Questi includono tre bande dell'infrarosso visibile e vicino, tre bande dell'infrarosso a onde corte, due bande dell'infrarosso a onde medie, due bande nello spettro di assorbimento del vapore acqueo atmosferico e quattro bande dell'infrarosso a onde lunghe. Nel complesso AGRI può acquisire immagini a lunghezze d'onda comprese tra 0,45 e 13,8 micron, con una risoluzione di picco di 500 metri nella banda della luce visibile. Producendo immagini a diverse lunghezze d'onda, AGRI può evidenziare diverse caratteristiche nell'atmosfera o sulla superficie terrestre che potrebbero essere rilevanti per i metereologi. Ciò include aerosol, copertura di nuvole e nebbia, vegetazione, neve, fuoco e vapore acqueo nell'atmosfera. Le immagini a infrarossi a onde lunghe possono essere utilizzate anche per monitorare la temperatura della superficie dell'oceano. AGRI impiega circa quindici minuti per produrre un'immagine a disco intero della Terra e può anche produrre immagini di regioni più piccole con tempi di scansione compresi tra uno e cinque minuti. Il Lightning Mapping Imager (LMI) è un sistema di imaging CCD nel vicino infrarosso che monitorerà continuamente la Terra alla ricerca di fulmini. Con una risoluzione fino a 6,8 chilometri, LMI registrerà il numero e l'intensità dei fulmini tra le nuvole e il suolo, tra nuvole diverse e all'interno delle singole nuvole. A seconda del periodo dell'anno, l'LMI verrà utilizzato per studiare le tempeste sulla Cina continentale o sull'Oceano Indiano. Lo Space Environment Package (SEP) è costituito da un rivelatore di particelle ad alta energia, un dosimetro di radiazioni, un magnetometro fluxgate e un sensore di carica superficiale. Questi saranno usati per aiutare a studiare gli impatti del clima spaziale sulla Terra, comprese le interazioni geomagnetiche ed eliofisiche. Oltre a raccogliere dati con i propri strumenti, Fengyun 4B ospita un sistema di raccolta dati che riceverà e trasmetterà dati da stazioni di ricerca a terra remote, sia in Cina che nelle regioni circostanti all'interno del campo visivo del satellite.

cina fengyun4a photo 02062021

Nella foto un'immagine ripresa dal satellite Fengyun-4A nel febbraio 2017. Credit: Amministrazione Meteorologica Cinese..

 A causa della sua eredità come discendente del missile balistico intercontinentale Dongfeng 5, il primo e il secondo stadio del Lunga Marcia 3B sono alimentati da propellenti ipergolici: dimetilidrazina asimmetrica e tetrossido di azoto. Il primo stadio è spinto da un propulsore YF-21C, costituito da quattro singoli motori YF-20C integrati in un singolo modulo. Ciascuno dei quattro booster raggruppati attorno al primo stadio hanno un singolo motore YF-25, un derivato dell'YF-20 che brucia la stessa miscela di propellente. Il secondo stadio di Chang Zheng 3B/G3 è alimentato da un'unità YF-24E, costituita da un motore principale YF-22 - una variante YF-20 ottimizzata per il funzionamento ad alta quota - e un motore YF-23 con quattro camere di combustione che possono essere orientati per fornire il controllo dell'assetto. Il terzo stadio del razzo brucia idrogeno liquido e ossigeno liquido nei suoi due motori YF-75. Il lancio di mercoledì ha consegnato Fengyun 4B in un'orbita di trasferimento geostazionario (GTO), una traiettoria ellittica intermedia da cui il satellite manovrerà con i propri motori verso la sua orbita geostazionaria finale. Il lancio di Fengyun è stata la sedicesima missione cinese del 2021 e la terza per il Chang Zheng 3B. La Cina ha in programma diversi ulteriori lanci alla fine di giugno, inclusa la missione Shenzhou 12 che trasporterà il primo equipaggio alla nuova stazione spaziale cinese. Il prossimo lancio da Xichang sarà probabilmente un volo Chang Zheng 2C, anch'esso previsto verso metà giugno.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 87 volta/e Ultima modifica Venerdì, 04 Giugno 2021 05:19

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri articoli in questa categoria: « Finalmente partito Tianzhou-2 Zhurong dà spettacolo! »

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 17 Giugno [updated on 06/1...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte (aggior...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 15 Giugno [Last update:&nbs...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 14/6 - Sol 905] - Meteoro...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 13 giugno [Last update...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista