Print this page
Scritto: Sabato, 05 Settembre 2020 06:02 Ultima modifica: Sabato, 05 Settembre 2020 07:58

La Cina lancia con successo un veicolo spaziale sperimentale riutilizzabile


Dopo aver mantenuto un basso profilo per mesi, ieri la Cina ha lanciato un veicolo spaziale sperimentale riutilizzabile dal Jiuquan Satellite Launch Center, nel deserto del Gobi.
Un vettore Long March 2F ha portato la navicella segreta in orbita, anche se ancora non si conoscono troppi dettagli.

Rate this item
(2 votes)
La foto di uno dei lanci del Long March 2F. La foto di uno dei lanci del Long March 2F.

In accordo con quanto riportato dai media statali cinesi poco meno di tre ore dopo l'apertura della finestra di lancio all'1:23 del mattino ora locale, la missione è stata un successo. Sempre secondo indiscrezioni, "il veicolo spaziale sperimentale riutilizzabile" è attualmente in orbita per effettuare dei test..

Dopo un periodo di operazioni in orbita, il veicolo spaziale tornerà al sito di atterraggio previsto, in Cina. Durante il volo testerà le tecnologie riutilizzabili, fornendo supporto tecnologico per l'uso pacifico dello spazio ”, afferma il rapporto Xinhua.

Gli avvisi di chiusura dello spazio aereo diffusi giovedì 3 settembre hanno fornito la prima chiara indicazione di un lancio imminente. Finora, però, non sono state rilasciate immagini della navicella, né del lancio: un livello di sicurezza apparentemente più elevato del solito che ha anche impedito alle foto di circolare sui social media.

Secondo il South China Morning Post sarebbe stato diffuso un memo ufficiale per avvisare le persone di non filmare il lancio.
Alcuni passaggi del testo, di cui non sono riuscita a trovare il documento integrale ma sembra sia stato confermato da una "fonte militare" cinese, vengo rilanciati dalle testate giornalistiche online:
"Tutte le unità dovrebbero rafforzare l'educazione alla sicurezza del personale e la gestione del personale durante le missioni per garantire che non vi siano fughe di segreti".
La fonte anonima avrebbe aggiunto: “Ci sono molte novità in questo lancio. La navicella è nuova, anche il metodo di lancio è diverso. Ecco perché dobbiamo assicurarci che ci sia maggiore sicurezza ". Il militare non ha voluto commentare i dettagli della missione ma ha suggerito “forse potete dare un'occhiata all'X-37B degli Stati Uniti”.

Nel frattempo, su twitter + già iniziato il toto-rientro.
In un recente post, ipotizzando una missione breve ed in base alla posizione delle navi e stazioni di terra, sono state fornire tre previsioni (tutte nella giornata di oggi):
5 settembre 0:45 UTC
5 settembre 2:30 UTC
5 settembre 4:00 UTC

D'altra parte, nel 2017, la Cina aveva dichiarato la sua intenzione di testare uno spazioplano riutilizzabile nel 2020.
"A differenza dei tradizionali veicoli spaziali una tantum, il nuovo veicolo spaziale volerà nel cielo come un aereo", aveva detto Chen Hongbo, un ricercatore della China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC). "Il veicolo spaziale potrà trasportare persone o carichi utili in orbita e tornare sulla Terra".

Negli ultimi mesi sono stati effettuati apparenti lavori di modifica sulla torre di lancio del Long March 2F e ciò lasciava presagire che sarebbero stati usati payload più imponenti rispetto alle missioni standard di questo vettore.

Sempre in base ai piani rilasciati dal CASC nel 2017, il principale appaltatore spaziale del paese, sono previsti uno spazioplano SSTO (single-stage-to-orbi) entro il 2030 e veicoli di lancio completamente riutilizzabili, oltre ad uno shuttle a propulsione nucleare entro il 2045. Chen aveva dichiarato che, "dopo un volo inaugurale intorno al 2020, saranno effettuati diversi voli per verificare le capacità di riutilizzo", con l'obiettivo di ridurre i costi di accesso allo spazio. “A differenza del razzi riciclabili della SpaceX, l'aereo spaziale potrà decollare da un normale aeroporto per trasportare veicoli spaziali in orbita. Porterà una rivoluzione nel futuro del trasporto aerospaziale ", aveva detto Zhang Hongwen alla CCTV, nel 2018.

Fino ad oggi, il Long March 2F è stato lanciato 14 volte, trasportando missioni Shenzhou con e senza equipaggio e due laboratori spaziali Tiangong.

Restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti!

Altre informazioni su questo articolo

Read 140 times Ultima modifica Sabato, 05 Settembre 2020 07:58
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.