Scritto: Giovedì, 03 Settembre 2015 20:08 Ultima modifica: Giovedì, 03 Settembre 2015 21:51

Chang'e 5-T1 ha mappato la zona di atterraggio della prossima missione cinese


In base quanto riportato dai media cinesi, lo State Administration for Science, Technology and Industry for National Defense (SASTIND) ha annunciato che il modulo di servizio della missione Chang'e 5-T1 ha mappato ad alta risoluzione il sito lunare di atterraggio della prossima missione prevista per il 2017.

Rate this item
(0 votes)
Sito di atterraggio della missione Chang'e 5 ripreso dal modulo di servizio della missione Chang'e 5-T1 Sito di atterraggio della missione Chang'e 5 ripreso dal modulo di servizio della missione Chang'e 5-T1 Credit: CCTV News/Xinhua

Le immagini, ricevute ieri, sarebbero state scattate tra il 30 agosto ed il 2 settembre da un'altitudine di 30 chilometri.
Nei report, dove la traduzione dal cinese con Google Traslate non è proprio ottimale, si parla di "risoluzione di circa un metro", dove non è chiaro se si intenda "1 metro per pixel" o "in grado di risolvere caratteristiche di 1 metro".

Chang’e 5-T1

Credit: CCTV

Nulla si sa circa la zona ripresa.
Phil Stooke sul forum unmannedspaceflight.com ha provato ad ipotizzare.

Nei giorni dichiarati, il terminatore, ossia il confine tra la zona in luce e quella in ombra, stava attraversando il Mare Crisium, a nordest del Mare della Tranquillità, famoso per l'allunaggio del 1969. "Se ci fossimo trovati nell'Oceano Procellarum il Sole sarebbe stato più alto", scrive Stooke, "ma l'ombra in queste immagini suggerisce un'elevazione minore. Forse si tratta di un sito del Mare Orientale, ad ovest di Crisium".

Luna

"Moon names" di Original uploader was Tauʻolunga at en.wikipedia - Transferred from en.wikipedia.
Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons

Il modulo di servizio faceva parte della missione Xiaofei" (little flyer), partita il 23 ottobre 2014 per un volo di prova di otto giorni e rientrata con successo il 31 ottobre 2014. Sganciatosi dalla sonda, aveva raggiunto il Punto di Lagrange L2 il 28 novembre 2014, dove era rimasto fino al 4 gennaio 2015, quando aveva acceso nuovamente i propulsori per tornare intorno alla Luna.
Rimanendo in orbita lunare, ha compiuto diversi test preliminari per la missione "sample return" Chang'E 5 che verrà lanciata nel 2017. In base alle ultime dichiarazioni, il modulo è in buone condizioni e continuerà ad effettuare esperimenti scientifici per studiare il campo gravitazionale della Luna.

 

Riferimenti:
- http://news.ifeng.com/a/20150902/44575839_0.shtml
- http://www.icrosschina.com/news/2015/0902/17908.shtml
- http://usa.chinadaily.com.cn/china/2015-09/03/content_21781067.htm
- http://tech.gmw.cn/2015-09/03/content_16914097.htm
- http://scitech.people.com.cn/n/2015/0902/c1057-27542545.html

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 3560 volta/e Ultima modifica Giovedì, 03 Settembre 2015 21:51
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

1 commento

  • Comment Link Claudio Costerni Sabato, 05 Settembre 2015 18:07 posted by Claudio Costerni

    Per me non può essere altro che 1 metro per pixel o tripletta di pixels, o poco più.
    In altre parole si riesce ad individuare un particolare della dimensione di grosso modo 1 metro ... millimetro più, millimetro meno.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 gennaio [updated on Jan,25]...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/1/21 - Sol 768] - Mete...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 25 gennaio [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 Gennaio [Last ...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista