Scritto: Sabato, 22 Novembre 2014 07:48 Ultima modifica: Domenica, 19 Aprile 2020 07:26

La Cina svela il design suo del futuro rover marziano


Marte sta ormai diventando una delle mete più gettonate per le nazioni che hanno pianificato ambiziosi programmi di esplorazione spaziale. Ora, alla lista dei paesi interessati al Pianeta Rosso, si aggiunge anche la Cina che ha in programma una missione per il 2020. Oltre a questo, nei progetti, ci sarebbe anche lo sviluppo di un nuovo lanciatore pesante di ultima generazione.

Rate this item
(0 votes)

Marte sta ormai diventando una delle mete più gettonate per le nazioni che hanno pianificato ambiziosi programmi di esplorazione spaziale. Ora, alla lista dei paesi interessati al Pianeta Rosso, si aggiunge anche la Cina che ha in programma una missione per il 2020. Oltre a questo, nei progetti, ci sarebbe anche lo sviluppo di un nuovo lanciatore pesante di ultima generazione.

Dopo i successi della missione lunare Chang'e 3 e il rover Yutu e il volo di test Chang'e-5 T1, queste notizie sono un chiaro segno di come le aspirazioni cinesi stiano crescendo rapidamente. Ma una futura missione su Marte potrebbe influenzare i piani della NASA, dell'ESA e dell'India che ha da poco la sua prima sonda in orbita intorno al pianeta.

Il design del nuovo rover è stato presentato al salone aerospaziale cinese dall'Aerospace Science and Technology Corporation (CASC).

Mars Rover Cinese

Fonte: tv.on.cc

E' molto simile a Yutu ma più grande ed include una serie di modifiche per affrontare tutte le difficoltà dell'ambiente marziano.
Le ruote, ad esempio, sono state potenziate e rese più flessibili, indipendenti l'una dall'altra, per resistere ad una gravità maggiore (la gravità su Marte è solo il 37% di quella terrestre ma 2,25 volte di più rispetto alla forza di gravità sulla superficie della Luna) e al terreno marziano accidentato; mentre, i pannelli solari sono più grandi per affrontare una illuminazione minore e un fabbisogno maggiore di energia per una strumentazione scientifica più ricca.

Le dimensioni effettive non sono note ma una buona stima può essere fatta osservando l'antenna ad alto guadagno. Supponendo che si tratti di X-Band, allora dovrebbe essere grande più o meno come i MER Spirit e Opportunity. In ogni caso, in accordo con Xinhua News, la scena allestita dovrebbe rappresentare il modulo di atterraggio ed il rover in rapporto 1:1. Si parla anche di circa 2 metri ma non è chiaro a cosa sia riferita questa misura, larghezza o lunghezza, o interasse tra le ruote frontale o laterale tra la prima e l'ultima (i MER, ad esempio, sono larghi 2,3 metri, lunghi 1,6 metri ed alti 1,5 metri). 

L'obiettivo del Mars Rover cinese sarà quello di cercare la vita e l'acqua e la durata prevista della missione dovrebbe essere di 180 giorni.

Ma non finisce qui.
Oltre ad un potente lanciatore, è in programma anche un orbiter marziano per fare da ponte con le comunicazioni così come Mars Odyssey, MRO e MAVEN e, nella presentazione, si è anche parlato di riportare campioni sulla Terra entro il 2030. Forse si tratta di un unico pacchetto, orbiter + lander + rover, tipo i Viking della NASA. Su epaper.nandu.com si parla, inoltre, di "atterraggio morbido", tramite paracadute e "gambe flessibili". 

Se i tempi verranno rispettati, nel 2020 potremmo avere ben 5 rover su Marte, Curiosity, ExoMars, Mars Rover 2020 e Opportunity. Sei anni sembrano un po' tanti per fare previsioni per quelli già al lavoro, soprattutto per Opportunity che nel 2020 spegnerebbe 16 candeline ma non si può mai dire l'ultima parola!

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 3744 volta/e Ultima modifica Domenica, 19 Aprile 2020 07:26
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista