Displaying items by tag: urali

Quale storia racconta il meteorite che ha solcato i cieli della Russia nella regione degli Urali il 15 febbraio scorso, esplodendo nei cieli di Chelyabinsk?

Prima di arrivare sulla Terra potrebbe essersi scontrato con un altro corpo del nostro Sistema Solare o potrebbe esser passato troppo vicino al Sole, in base a quanto annunciato oggi a Firenze, durante la conferenza Goldschmidt 2013.

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Venerdì, 03 Maggio 2013 05:59

Forse trovati i frammenti del meteorite Tunguska

Il 15 febbraio 2013 una meteora inaspettata esplose nei cieli della Russia, sulla regione di Chelyabinsk, provocando danni agli edifici e diversi feriti.

Da allora l'evento è stato classificato come il più significativo da quello di Tunguska del 1908, che non coivolse l'essere umano ma rase al suolo 2.000 chilometri quadrati di foresta siberiana.

Pubblicato in Terra & Ambiente

Da quando il 15 febbraio scorso un palla di fuoco ha attraversato i cieli della Russia nella regione degli Urali esplodendo a bassa quota e precipitando a Terra con diversi frammenti, è iniziata una vera e propria corsa ai souvenir.

Il raro evento inaspettato si era verificato proprio lo stesso giorno di un altr'altra grande circostanza astronomica: il flyby ravvicinato dell'asteroide 2012 DA14.

Pubblicato in Spazio & Astronomia

Nuove informazioni fornite dalla rete mondiale di sensori hanno permesso agli scienziati di perfezionare i dati in merito al meteorite che ieri mattina è entrato in atmosfera disgregandosi nel cielo di Chelyabinsk, in Russia, alle 03:20:26 UTC, orario ufficiale d'impatto.

Pubblicato in Terra & Ambiente

Un'enorme palla di fuoco è entrata in atmosfera in Russia alle 11:00 ora locale (6:00 ora italiana) ed ha attraversato il cielo degli Urali e delle regioni centrali, provocando diversi feriti.
Molte sono le testimonianze, le immagini e i video che in queste ore sono stati caricati in rete.

Pubblicato in Spazio & Astronomia

Una immagine storica di Google Earth ha permesso di scoprire quella che dovrebbe essere la coda di un enorme animale disegnato nel terreno, simile alle famose linee di Nazca in Perù ma ancora più antica.

La scoperta, avvenuta in Russia nei pressi del lago Zjuratkul (monti Urali), a nord-est del Kazakhstan, potrebbe rappresentare un alce o un cervo: l'animale quadrupede ha un muso allungato e corna ramificate. Escludendo la coda, si estende per circa 275 metri.

Pubblicato in Terra & Ambiente

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 28 giugno 2022

StatisticaMENTE

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 28 giugno. Reboost! ...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 21 giugno. Statistiche sul...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora