Scritto: Martedì, 26 Aprile 2022 23:31 Ultima modifica: Mercoledì, 27 Aprile 2022 06:00

Artemis 1 torna nell'ovile


Il razzo lunare SLS della NASA è stato riportato all'interno del VAB, il gigantesco edificio presso il Kennedy Space Center, per le riparazioni necessarie prima di ritentare una prova di conto alla rovescia. La data per il decollo della prima missione è ora slittata di altri due mesi.

Rate this item
(2 votes)
Nella foto il razzo lunare Artemis 1 mentre ritorna al VAB poco prima dell'alba.
Nella foto il razzo lunare Artemis 1 mentre ritorna al VAB poco prima dell'alba.
Credito: Stephen Clark / Spaceflight Now

 La NASA ha fatto ritornare il nuovo gigantesco razzo per la missione sulla Luna, Artemis 1, dalla rampa di lancio all'interno del VAB (Vehicle Assembly Building) del Kennedy Space Center prima dell'alba di martedì 27 aprile 2022. Il trasferimento nell'hangar è stato causato dalle riparazioni necessarie dopo che problemi tecnici avevano impedito, alcuni giorni fa, alle squadre di tecnici il completamento di una prova generale del conto alla rovescia.

 I funzionari dell'Agenzia sperano ora di completare le riparazioni e terminare i test sul razzo lunare SLS (Space Launch System) in tempo per il decollo della missione Artemis 1 non prima di agosto, circa due mesi quanto previsto inizialmente. Artemis 1, una missione senza equipaggio, è il primo volo di prova dello Space Launch System, il razzo NASA progettato per far tornare gli astronauti sulla Luna. "Abbiamo riportato il veicolo nel Vehicle Assembly Building," ha affermato Bob Cabana, amministratore associato della NASA, la terza posizione più importante presso l'agenzia spaziale. "Ovviamente, risolveremo il problema della perdita di idrogeno dal sistema di rifornimento inferiore. Abbiamo inoltre una valvola sullo stadio superiore della crio-propulsione provvisoria che deve essere cambiata. C'è anche altro lavoro da fare".

 La valvola di ritegno dell'elio difettosa nello stadio superiore e la perdita di idrogeno, scoperta nell'interfaccia tra lo stadio centrale e la piattaforma di lancio mobile (il cosiddetto TSMU - Tail Service Mast Umbilical)., hanno impedito alla NASA di caricare completamente il razzo lunare SLS con oltre 10.747 metri cubi di idrogeno liquido super freddo e ossigeno liquido durante una serie di test di conto alla rovescia, o WDR (wet dress rehearsal). "Completeremo quel lavoro e abbiamo ancora molto da fare con le prove di conto alla rovescia, quindi il team sta valutando le opzioni," ha detto Cabana. "Prenderemo una decisione in un futuro non troppo lontano su quale sia il miglior percorso da seguire".

Per quanto riguarda il programma più rapido in cui il razzo lunare SLS potrebbe essere pronto per il suo primo volo di prova, Cabana ha dichiarato: "Agosto, ci sono opzioni che ci portano ancora lì". "La cosa importante ora è che dobbiamo farlo bene," ha detto Cabana. "È un grande razzo, molte nuove attrezzature, nuovi sistemi a terra e sul lato volo".

nasa artemis1 sls rollback falcon9 crew4 background 27042022

Nella foto il razzo lunare Artemis 1 mentre percorre il tragitto verso il VAB con, sullo sfondo la rampa dove il Falcon 9 con Crew-4 attende il lancio. Credito: Stephen Clark / Spaceflight Now

 Il viaggio di 6,8 chilometri dal pad 39B è iniziato alle 19:54 EDT di lunedì (le 01:54 italiane di martedì), quando il cingolato-trasportatore diesel della NASA ha fatto scendere il razzo lunare SLS e la sua piattaforma di lancio mobile dai piedistalli della rampa di lancio. Raggiungendo una velocità massima di poco inferiore a 1,6 km/h, il cingolato ha spostato il razzo lungo la rampa al pad 39B, quindi lungo il percorso coperto di ghiaia che porta al Vehicle Assembly Building. L'intera complesso pesa circa 9.700 tonnellate.

 Dopo aver lavorato tutta la notte, il team di terra della NASA ha parcheggiato il razzo lunare SLS fuori dal VAB per circa un'ora, consentendo al braccio di accesso dell'equipaggio vicino alla parte superiore della torre di lancio mobile del razzo di spostarsi in posizione accanto alla capsula dell'equipaggio di Orion in cima del veicolo. Quindi il razzo alto 98 metri è passato attraverso la porta verticale ed è entrato in High Bay 3 all'interno del Vehicle Assembly Building. Il sistema di sollevamento e livellamento del cingolato ha abbassato la piattaforma di lancio mobile sui piedistalli all'interno dell'hangar poco dopo le 6:00 EDT (le 12 italiane), completando il viaggio di 10 ore dal pad 39B.

 Mentre le riparazioni e la risoluzione dei problemi inizieranno all'interno del VAB, i team di Air Liquide, che gestisce un impianto appena fuori dai cancelli del Kennedy Space Center, aggiorneranno la fornitura di azoto gassoso che conduce allo spazioporto attraverso un gasdotto. La NASA ha scoperto che la fornitura di azoto non era sufficiente per le elevate esigenze dello Space Launch System, un razzo più grande di qualsiasi altro attualmente in volo dallo spazioporto della Florida. Le grandi dimensioni del razzo lunare SLS significano che ha bisogno di più propellenti e altri fluidi, compreso l'azoto, rispetto ad altri razzi.

 "Stiamo aggiornando il sistema di vaporizzazione per gestire in modo ottimale l'aumento del fabbisogno di azoto durante i lanci," ha affermato Alyson Bartol, portavoce di Air Liquide, che fornisce anche azoto per le operazioni di lancio commerciale in Florida, comprese le missioni di SpaceX. "L'azoto fornito al Kennedy Space Center non è limitato all'uso da parte della NASA, quindi anche le altre parti che utilizzano la fornitura trarranno vantaggio dagli aggiornamenti del sistema di Air Liquide". La NASA aveva portato il razzo lunare SLS sul pad 39B il 17 marzo per prepararsi alla prima prova completa del conto alla rovescia del razzo e al test di rifornimento, culminando in uno stop del conto alla rovescia a T-meno 9 secondi, appena prima dell'accensione del motore principale. Il team di lancio della NASA ha tentato di pompare propellenti nel razzo il 3, 4 e 14 aprile. Il massimo che la squadra di lancio ha ottenuto durante le prove generali è stato il riempimento di circa il 5% del serbatoio di idrogeno liquido dello stadip principale e il caricamento di circa la metà del suo ossigeno liquido.

nasa artemis1 sls rollback vab entrance 27042022

Nella foto il razzo lunare Artemis 1 mentre sta per entrare nella High Bay 3 del VAB. Credito: Stephen Clark / Spaceflight Now

 Le prime ispezioni alla rampa di lancio non hanno rivelato alcun segno della perdita di idrogeno. L'esposizione a propellenti super-freddi contrae i componenti della piattaforma di lancio mobile e del razzo stesso, manifestando perdite non evidenti a temperatura ambiente. Charlie Blackwell-Thompson, direttore del lancio di Artemis 1 della NASA, ha affermato la scorsa settimana che ingegneri e tecnici del VAB utilizzeranno sonde e strumentazione per cercare una perdita. Ispezioneranno anche le guarnizioni e ricollegheranno le flange nell'ombelicale, ha detto.

 I funzionari della NASA inizialmente avevano pianificato di riportare il razzo lunare SLS all'hangar dopo aver completato la WDR, consentendo agli equipaggi di terra di completare le operazioni di chiusura del razzo, testare il sistema di terminazione del volo del veicolo e installare l'equipaggiamento finale nella capsula equipaggio Orion. Quindi il razzo sarebbe ripartito per il pad 39B per i preparativi per il lancio e il vero conto alla rovescia per la missione Artemis 1, forse già all'inizio di giugno.

 Blackwell-Thompson ha affermato che i manager della NASA stanno valutando tre opzioni su come completare il lavoro richiesto prima di autorizzare il decollo della missione Artemis 1. Uno è un'opzione "VAB quick turn" che concentrerebbe gli ingegneri sul completamento del lavoro minimo per preparare il razzo per un'altra prova WDR. Quel lavoro includerebbe la sostituzione della valvola dell'elio dello stadio superiore e la riparazione della perdita di idrogeno, ma il razzo dovrebbe comunque tornare al VAB per le preparazioni pre-volo finali.

 "C'è una seconda opzione che mira a fare una grande quantità di lavoro nel VAB, magari avvicinandosi alla configurazione di volo per il lancio," ha detto Blackwell-Thompson. Questa opzione richiederebbe anche un altro rollback all'hangar, ma comporterebbe una permanenza relativamente più breve nel VAB incentrata sui test del sistema di terminazione del volo. La terza opzione in esame manterrebbe il razzo lunare SLS nel VAB per un periodo di tempo più lungo dopo essere tornato dal pad, consentendo ai team di completare tutto il lavoro necessario per equipaggiare il lanciatore per il volo. Quindi il razzo sarebbe inviato di nuovo sul pad 39B, consentendo alla NASA di eseguire una WDR e quindi il vero tentativo di lancio tutto di seguito.

 La terza opzione includerebbe un limite di 20 giorni dal momento in cui il razzo esce dal VAB fino al lancio della missione. La restrizione è associata al sistema di terminazione del volo, che verrebbe attivato per distruggere il razzo se volasse fuori rotta. L'Eastern Range della U.S. Space Force, responsabile della sicurezza pubblica, certifica il sistema di terminazione del volo SLS solo per 20 giorni dopo aver completato un test completo all'interno del Vehicle Assembly Building.

nasa artemis1 crawler return pad for rollback 25042022

Nella foto il gigantesco cingolato CT-2 mentre sale verso la rampa 39B del KSC per riportare il razzo SLS/Artemis 1 nel VAB. Credito: NASA/Ben Smegelsky

 Il controllo completo del sistema di terminazione del volo può essere eseguito solo all'interno del VAB, quindi il razzo dovrebbe tornare all'hangar per un altro test finale dopo 20 giorni, lasciando potenzialmente poco margine di errore per risolvere i problemi durante una WDR e continuare comunque con il lancio di Artemis 1. Tom Whitmeyer, responsabile dei sistemi di esplorazione della NASA, ha dichiarato la scorsa settimana che l'agenzia si è impegnata a completare le necessarie WDR prima di lanciare il razzo lunare SLS. "Torneremo assolutamente fuori," ha detto. “Faremo assolutamente una prova generale. Dimostreremo il caricamento criogenico e dimostreremo anche il conto alla rovescia terminale. È solo una questione di qual è il momento giusto e qual è il modo giusto per farlo, e come potrà adattarsi alla nostra programmazione futura".

Letto: 518 volta/e Ultima modifica Mercoledì, 27 Aprile 2022 06:00

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri articoli in questa categoria: « SLS, i problemi si accumulano
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2022.

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 23 maggio. Statistiche sul...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 19 Maggio. ...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora