Questo traguardo ha valutato la progettazione preliminare e il programma per raggiungere il lancio, i cui preparativi non inizieranno prima di novembre 2024. Con la revisione positiva, HERMES passa ora alla fase C, che include la progettazione finale

"HERMES sarà una parte fondamentale della missione Artemis e degli obiettivi della NASA per creare una presenza permanente sulla Luna", ha affermato Jamie Favors, dirigente del programma HERMES presso la sede centrale della NASA a Washington, DC "Siamo entusiasti di superare questo traguardo critico e avvicinarsi al lancio".

Cos'è HERMES

HERMES (Heliophysics Environmental and Radiation Measurement Experiment Suite) sarà montato all'esterno del modulo Habitation and Logistics Outpost (HALO) del Gateway. Quest'ultimo sarà un avamposto in orbita attorno alla Luna e, a costruzione ultimata, risulterà circa un sesto delle dimensioni della ISS. Sarà una stazione spaziale cislunare, a 5 giorni di viaggio (o circa 400.000 chilometri) dalla Terra, che offrirà un punto di sosta e di appoggio per le missioni sulla Luna e Marte e supporterà esperimenti scientifici e tecnologici. A differenza della Stazione Spaziale Internazionale dove c'è sempre un equipaggio a presidiare l'avamposto, il Gateway sarà occupato solo temporaneamente dagli astronauti. Orbiterà in una cosiddetta orbita Halo.

HERMES, insieme alla suite ERSA (European Radiation Sensors Array) sviluppata dall'ESA, monitorerà il tempo spaziale che include il flusso continuo di particelle e campi magnetici noto come vento solare; esplosioni di nubi di gas da miliardi di tonnellate note come espulsioni di massa coronale (CME); brillamenti solari e le perturbazioni che creano nell'ambiente vicino alla Terra. Alcuni di questi eventi rappresentano un pericolo per gli astronauti e le missioni robotiche ma sono anche entusiasmanti opportunità scientifiche per comprendere il nostro Sole e lo spazio che ci circonda. 

"Rendere HERMES compatto ma flessibile come dovrebbe essere è stata una sfida entusiasmante", ha affermato Kristen Brown, vice project manager di HERMES presso il Goddard Space Flight Center della NASA nel Maryland. "Abbiamo dovuto impacchettare tutti gli strumenti in un volume estremamente piccolo senza interferire tra loro e assicurandoci che il carico utile soddisfi i requisiti dell'interfaccia del gateway".

Il tempo spaziale

HERMES studierà il tempo spaziale in un ambiente particolarmente variabile.
Mentre la Luna orbita attorno alla Terra ogni mese, trascorre circa una settimana all'interno della lunga coda magnetica della Terra, la parte del nostro campo magnetico che si allunga come una manica a vento in direzione opposta al Sole. Qui, HERMES sarà inondato da particelle e campi magnetici che hanno interagito con la Terra. Nelle restanti tre settimane, la Luna è investita invece da un Sole non filtrato, sperimentando condizioni molto più vicine a quelle dello spazio interplanetario incontaminato.

"HERMES sarà la prima piattaforma di monitoraggio meteorologico spaziale su un veicolo con equipaggio ad avventurarsi al di fuori del campo magnetico protettivo della Terra", ha affermato Jim Spann, scienziato del programma HERMES presso la sede della NASA. "Quello che impareremo da HERMES sarà fondamentale per proteggere gli astronauti mentre ci avventureremo con la missione Artemis".

Questi dati contribuiranno ad arricchire i set di altre missioni come la flotta delle sonde solari che stanno studiando la nostra stella.