Scritto: Mercoledì, 04 Gennaio 2023 23:55 Ultima modifica: Giovedì, 05 Gennaio 2023 05:57

L'ultimo uomo di Apollo 7


L'ex-astronauta Walter Cunningham è scomparso all'età di 90 anni. Era l'ultimo dei tre membri dell'equipaggio della missione Apollo 7, la prima missione con equipaggio di quel lontano ottobre 1968.

Rate this item
(2 votes)
Nella foto l'astronauta NASA Walter Cunningham durante la missione Apollo 7.
Nella foto l'astronauta NASA Walter Cunningham durante la missione Apollo 7.
Credito: NASA

 L'ex astronauta Walter Cunningham, che ha volato nello spazio con l'Apollo 7, il primo volo con equipaggio del programma Apollo della NASA, è morto martedì mattina presto a Houston. Aveva 90 anni.

 “Walt Cunningham era un pilota di caccia, un fisico e un imprenditore, ma soprattutto era un esploratore. Su Apollo 7, il primo lancio di una missione Apollo con equipaggio, Walt e i suoi compagni di equipaggio hanno fatto la storia, aprendo la strada alla generazione Artemis che vediamo oggi," ha dichiarato l'amministratore della NASA Bill Nelson. "La NASA ricorderà sempre i suoi contributi al programma spaziale della nostra nazione e invia le nostre condoglianze alla famiglia Cunningham".

 Cunningham era nato il 16 marzo 1932 a Creston, Iowa. Si era laureato alla Venice High School, a Venice, in California, prima di ricevere un Bachelor of Arts con lode in fisica nel 1960 e un Master of Arts con lode in fisica nel 1961 presso l'Università della California a Los Angeles. Aveva poi completato un dottorato in fisica, ad eccezione della tesi, presso l'Advanced Management Program presso la Harvard Graduate School of Business nel 1974.

 La famiglia Cunningham ha rilasciato la seguente dichiarazione: "Vorremmo esprimere il nostro immenso orgoglio per la vita che ha vissuto e la nostra profonda gratitudine per l'uomo che era: un patriota, un esploratore, pilota, astronauta, marito, fratello e padre. Il mondo ha perso un altro vero eroe e ci mancherà molto.

 Cunningham entrò in Marina nel 1951 e prestò servizio attivo con il Corpo dei Marines degli Stati Uniti, ritirandosi con il grado di colonnello. Ha volato 54 missioni come pilota di caccia notturno in Corea. Ha lavorato come scienziato per la Rand Corporation per tre anni. Mentre era con Rand, ha lavorato su studi di difesa classificati e problemi relativi alla magnetosfera terrestre. Cunningham ha accumulato più di 4.500 ore di volo su 40 diversi velivoli, di cui più di 3.400 su aerei a reazione. Cunningham venne selezionato come astronauta nel 1963 come parte della terza classe di astronauti della NASA.

 "A nome del Johnson Space Center della NASA, siamo grati al servizio di Walt per la nostra nazione e alla dedizione al progresso dell'esplorazione umana dello spazio," ha affermato Vanessa Wyche, direttrice del centro. "L'eredità compiuta di Walt continuerà a servire come fonte d'ispirazione per tutti noi."

nasa apollo7 crew

Nella foto l'equipaggio di Apollo 7, da sinistra Donn F. Eisele, pilota del modulo di comando, Walter M. Schirra Jr., comandante e Walter Cunningham, pilota del modulo lunare . Credito: NASA

 Prima del suo incarico nell'equipaggio di Apollo 7, Cunningham era nell'equipaggio principale per l'Apollo 2 fino a quando non fu cancellato e il pilota di riserva del modulo lunare per l'Apollo 1.

 Cunningham venne designato pilota del modulo lunare per il volo di 11 giorni dell'Apollo 7, lanciato l'11 ottobre 1968, il primo test di volo abitato della navicella Apollo. Assieme ai compagni Walter M. Schirra, Jr. e Donn F. Eisele, testò le manovre necessarie per l'attracco e il rendez-vous in orbita lunare utilizzando il secondo stadio del loro razzo Saturn IB. L'equipaggio completò con successo otto test, accendendo il motore del modulo di servizio, misurando l'accuratezza delle prestazioni di tutti i sistemi del veicolo spaziale e fornendo la prima trasmissione televisiva in diretta delle attività dell'equipaggio a bordo. Il volo di 263 ore terminò il 22 ottobre 1968 con un ammaraggio nell'Oceano Atlantico.

 L'ultimo incarico di Cunningham alla NASA Johnson fu di capo del ramo Skylab della direzione dell'equipaggio di volo. In questa veste, fu responsabile degli input operativi per cinque componenti principali dell'hardware spaziale con equipaggio, due diversi veicoli di lancio e 56 importanti esperimenti che comprendevano il programma Skylab.

 Cunningham si ritirò dalla NASA nel 1971 e avrebbe continuato a guidare diverse organizzazioni tecniche e finanziarie. Ha ricoperto ruoli di leadership senior presso Century Development Corp., Hydrotech Development Company e 3D International. Cunningham è stato anche un investitore e imprenditore di lunga data, organizzando piccole imprese e società di investimento private. È stato anche un frequente oratore principale e conduttore di talk show radiofonici.

nasa apollo7 walter cunningham 2022

Nella foto l'ex-astronauta NASA Walter Cunningham durante una recente apparizione pubblica. Credito: Getty Images

 I suoi numerosi riconoscimenti includono la NASA Exceptional Service Medal e la NASA Distinguished Service Medal. Per il suo servizio è stato inserito nella Astronaut Hall of Fame, nella International Space Hall of Fame, nella Iowa Aviation Hall of Fame, nella San Diego Air and Space Museum Hall of Fame e nella Houston Hall of Fame. Cunningham e l'equipaggio dell'Apollo 7 hanno anche vinto un Emmy sotto forma di Premio Special Trustee della National Academy of Television Arts and Sciences.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 432 volta/e Ultima modifica Giovedì, 05 Gennaio 2023 05:57

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 7 febbraio

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 febbraio. Statistiche su...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB