La simulazione mostra l'allunaggio visto dal LEM Falcon, attraverso i Montes Apenninus fino all'atterraggio nei pressi della Hadley Rille, una profondo frattura posta ai margini del Mare Imbrium.

Il progetto usa il sistema SPICE, sviluppato dal Jet Propulsion Laboratory della NASA, che consente ai ricercatori di ricreare missioni storiche nella realtà virtuale a 360 gradi e ad alta definizione. Allo stesso tempo, fornisce una nuova piattaforma per testare i sistemi che saranno utilizzati durante le prossime missioni lunari. In accordo con il comunicato, l'ESA gestisce il software presso il centro ESAC in Spagna e lo utilizza anche per pianificare osservazioni ed analizzare i dati per missioni come Mars Express, Venus Express, Rosetta, ExoMars Trace Gas Orbiter e BepiColombo, incluso lo studio del suo recente swing-by attorno alla Terra.

Alfredo Escalante López, ingegnere presso l'ESA SPICE Service, ha spiegato: "Per l'Apollo 15, l'orbita attorno alla Luna è stata costruita prendendo posizioni e velocità registrate nei dati ausiliari provenienti dal Gamma Ray Spectrometer. Quindi il puntamento degli strumenti è stato ricavato utilizzando ulteriori informazioni sull'atteggiamento dell'X-Ray Fluorescence Spectrometer".
"Per verificare l'accuratezza della nostra simulazione, abbiamo continuato a confrontare le immagini raccolte dalla Mapping Camera con le nostre viste artificiali".

Oltre al video suggestivo, allegato in fondo a questo post, è interessante notare che l'ESA ha creato uno spazio per condividere questi dati con il pubblico.