Displaying items by tag: rosetta

Ad un anno esatto dalla fine della missione, si scopre che l'ultima immagine inviata dalla sonda dell'ESA Rosetta prima di impattare sulla cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko, in realtà, non era veramente l'ultima: gli scienziati ne hanno trovata un'altra nascosta nell'ultima telemetria ricevuta.

Pubblicato in Rosetta
Sabato, 30 Settembre 2017 07:01

L'ultima foto di Rosetta

Questa immagine inedita, ripescata negli ultimi dati inviati dalla sonda europea un attimo prima di impattare la cometa, ne mostra dettagli minuti della superficie.

Pubblicato in Immagine del giorno
Martedì, 26 Settembre 2017 10:47

Il volto cangiante di Chury

Una collezione di 210 immagini della cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko, scattate da Rosetta tra luglio 2014 e Settembre 2016.

Pubblicato in Immagine del giorno
Giovedì, 10 Agosto 2017 08:30

Una valanga di esplosioni

In questa nuova composizione, i ricercatori ESA hanno raccolto ben 24 outburst della cometa Churymov-Gerasimenko in prossimità del perielio.

Pubblicato in Immagine del giorno
Mercoledì, 10 Maggio 2017 12:53

Le ultime parole di Rosetta

Come ricorderete, Rosetta ha terminato la sua missione il 30 settembre 2016, impattando sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko ma i suoi strumenti hanno lavorato fino alla fine.

Pubblicato in Rosetta
Mercoledì, 22 Marzo 2017 08:33

Masso vagante su Chury

Un masso grande quanto un palazzo (diametro sui 30 metri e massa stimata in 13000 tonnellate) risulta essersi spostato di 140 metri in 9 mesi, a causa dell'attività cometaria e complice la bassissima forza di gravità.

Pubblicato in Immagine del giorno
Giovedì, 23 Febbraio 2017 07:41

Dune mobili sulla Chury

Nelle immagini riprese da Rosetta sul nucleo della cometa si vedono nuove caratteristiche, come sistemi di dune in movimento e massi con scie dovute al trasporto di materia da parte dei gas i quali, evidentemente, sono abbastanza intensi da spostare i grani di polvere in superficie.

Pubblicato in Immagine del giorno

La cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, inseparabile compagna della sonda Rosetta dell'ESA, aveva attirato l'attenzione anche del cubesat PROCYON a settembre 2015, nel momento di massima attività subito dopo il perielio. Un gruppo di astronomi del National Astronomical Observatory in Giappone, dell'Università del Michigan, Rikkyo University e l'Università di Tokyo ha usato il telescopio LAICA a bordo del microsatellite per studiare la chioma di Chury e calcolare il tasso di dissipazione dell'acqua dalla cometa.

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Lunedì, 21 Novembre 2016 07:09

Ultimi souvenirs da Rosetta

Questa è la collezione delle ultime 3 immagini riprese dalla "Navigation Camera" di Rosetta nella prima metà di Settembre.

Pubblicato in Immagine del giorno
Venerdì, 18 Novembre 2016 06:23

Chury sorprende con il ghiaccio secco

Mentre 67P/Churyumov–Gerasimenko si avvicinava al perielio, lo spettrometro VIRTIS (Visible Infrared Thermal Imaging Spectrometer), a bordo della sonda dell'ESA Rosetta, rilevava inaspettatamente ghiaccio secco, mai visto prima su una cometa.

Pubblicato in Rosetta

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro...

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte (aggior...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

Aggiornato il 8/4/21. Le manovre della sonda ...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 Aprile [updated on 04/1...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 10Aprile [Last update: ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 10 Aprile [Last update...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 6/4 - Sol 838] - Meteorol...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista