Martedì 25 Settembre 2018
Accedi Registrati

Accedi con il tuo account

Username *
Password *
Ricordami

Opportunity: pronto ad affrontare le sfide di un altro inverno marziano

Opportunity sol 4142
Opportunity sol 4142 Credit: NASA/JPL-Caltech - Processing: Credit: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Il longevo rover della NASA Opportunity si sta preparando a trascorrere il suo settimo inverno su Marte.

Opportunity - mappa: sol 4166

Credit: NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona

Il rover si trova in una zona chiamata Marathon Valley, sul bordo ovest del grande cratere Endeavour.
Dopo aver completato alcuni sondaggi a fondovalle alla ricerca di minerali argillosi, si sta lentamente spostando verso sud e verso est per posizionarsi sui pendii rivolti a nord e massimizzare l'apporto di luce solare durante i mesi invernali (potete restare aggiornati seguendo gli aggiornamenti di Marco Di Lorenzo).

Nonostante i vari problemi dovuti all'età, Opportunity si trova in un paradiso scientifico.
La Marathon Valley, infatti, era stata scelta dal team perché le osservazioni con il Compact Reconnaissance Imaging Spectrometer for Mars (CRISM) a bordo di MRO avevano identificato interessanti esposizioni di minerali argillosi (smectite), possibili testimonianze di antiche condizioni ambientali favorevoli alla vita su Marte.

Opportunity  Sol 4182 Sol 4183

Opportunity Sol 4182 Sol 4183
Credit: NASA/JPL-Caltech - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Il rover ha catturato diversi panorami ed analizzato alcuni target con lo spettrometro Alpha Particle X-ray (APXS) ed il Microscopic Imager, nonostante i timeout imprevisti della Panoramic Camera ed le solite amnesie che lo costringono a lavorare con la sola memoria RAM, cioè quella "a breve termine", "volatile", che si cancella se viene tolta l'alimentazione. Ciò significa che i dati raccolti dovrebbero essere trasmessi immediatamente agli orbiter che fanno da ponte per le comunicazioni con la Terra ma "la bassa elevazione e le orbite verso ovest della sonda, continuano a produrre poco o nessun ritorno di dati su alcuni passaggi. Questo è dovuto solo alla geometria delle orbite e all'alta parete che chiude la valle ad ovest", si legge nel report.

Opportunity Microscopic Imager Sol 4136

Opportunity Microscopic Imager Sol 4136
Credit: NASA/JPL-Caltech - Processing Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Opportunity Microscopic Imager Sol 4194 mosaico ed anaglifo

Opportunity Microscopic Imager Sol 4194 mosaico ed anaglifo
Credit: NASA/JPL-Caltech - Processing Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Tuttavia i test sul banco di memoria flash difettoso continuano e non è escluso nuovo tentativo di ripristinarne l'utilizzo.

Il rover resterà comunque fermo più o meno in questa posizione finché non passerà l'inverno che vedrà il suo giorno più breve l'11 gennaio 2016.

Il 3 novembre 2015, Opportunity aveva percorso 42,62 chilometri totali dall'inizio della missione, i suoi pannelli solari stavano producendo 344 watt/ora con una opacità atmosferica (Tau) di 0,472 ed un fattore di polvere sui pannelli solari di 0,574.

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Mi occupo di web, web marketing e comunicazio online e sono alla ricerca di nuove opportunità (visita il mio sito elisabettabonora.info!).
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2 commenti

  • Link al commento Elisabetta Bonora Martedì, 17 Novembre 2015 13:52 inviato da Elisabetta Bonora

    Ciao Livio,
    se i pannelli fossero puliti il "dust factor" sarebbe pari ad 1. Quindi, più alto è il valore e meglio è! ;)

  • Link al commento Livio Martedì, 17 Novembre 2015 08:47 inviato da Livio

    Salve, ciao - Che significa fattore di polvere 0,574? Forse 1=completamente coperti e 0=completamente puliti? Un saluto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

Ho letto e accetto la Cookie Policy e la Privacy policy

Immagine del giorno

Google AdSense sidebar

Log: Missioni e Detriti

Dallo spazio attorno alla Terra

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 25 Settembre.

Sole

Attività solare - Crediti NASA/ESA/SOHO

STEREO Ahead - Crediti NASA

SOHO LASCO C2 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO